Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Setup di Wordpress su Windows Azure

Pubblicare uno dei maggiori CMS basati su PHP/MySQL su Windows Azure e sfruttare i vantaggi del cloud computing
Pubblicare uno dei maggiori CMS basati su PHP/MySQL su Windows Azure e sfruttare i vantaggi del cloud computing
Link copiato negli appunti

In questo articolo vedremo come utilizzare WordPress, CMS tra i più usati al mondo, su Windows Azure. Se può sembrare strano far girare una applicazione php/mysql su piattaforma Windows, può anche sorprendere il deploy su Windows Azure.

In realtà si tratta di un'operazione abbastanza semplice e senz'altro interessante anche dal punto di vista delle performance. Il tutorial si basa su alcune pratiche suggerite nel sito azurephp.interoperabilitybridges.com, un punto di riferimento eccezionale sul tema.

La ricetta

Per prima cosa cerchiamo di procurarci tutto ciò che ci serve per realizzare il nostro proposito, come premessa serve una versione di Windows superiore o uguale a Vista SPII, per permettere ai tool di girare in modo corretto, poi la lista della spesa è piuttosto breve:

Ingrediente Descrizione
Una subscription di Windows Azure per questo possiamo far riferimento ai 7 modi di ottenere una subscription di Windows Azure Gratis di Mario Fontana
SDK di Windows Azure necessario per creare il deployment package del CMS
Windows Azure SDK per PHP fornisce il supporto alla creazione del deployment package per le applicazioni PHP
Hosted Service, Storage Account e Database per ospitare logica e dati della nostra applicazione
Windows Azure SDK for PHP toolkit che favorisce il deploy di applicazioni PHP su Windows Azure
WordPress Scaffold template che contiene una versione di WordPress preconfezionata da usare per effettuare il deploy

Installare l'SDK e l'ambiente di sviluppo

Per caricare il nostro WordPress su Windows Azure è necessario creare il relativo deployment package e per farlo abbiamo bisogno sia del Windows Azure SDK sia del Windows Azure SDK for PHP.

Dedichiamo un po' di tempo quindi ad impostare il nostro ambiente di sviluppo iniziando con lo scaricare il Web Platform Installer. In questa distribuzione vedremo come trovare tutto ciò che ci occorre, da IIS a SQL Server, fino a PHP. Per i più esperti o intraprendenti è possibile seguire una via meno automatica e installare i tool uno alla volta e installare il l'SDK per PHP a parte.

Figura 1. Scaricare il WPI
(clic per ingrandire)


Scaricare il WPI

Una volta scaricato e lanciato il Web Platform Installer, cominciamo ad installare ciò che ci occorre. In alto a destra,nella finestra del programma, troviamo una casella di ricerca, che ci permetterà di scovare rapidamente i componenti.

Per iniziare clicchiamo su "Prodotti" e scriviamo "Azure" nella casella di ricerca, una volta trovata la riga con Windows Azure SDK per .NET clicchiamo su "Aggiungi".

Figura 2. Aggiungere L'SDK all'installazione
(clic per ingrandire)


Aggiungere L'SDK all'installazione

In questo modo installeremo l'SDK sia tutte le eventuali dipendenze. Facciamo lo stesso anche per SQL Server.

Figura 3. Installare SQL Server Express 2008
(clic per ingrandire)


Installare SQL Server Express 2008

E assicuriamoci il supporto per PHP.

Figura 4. Installare il supporto a PHP
(clic per ingrandire)


Installare il supporto a PHP

Infine clicchiamo su Installa e procediamo fino a impostare la password per il nostro storage locale, in questa fase è importante inserire una password complessa lunga almeno 8 caratteri e che contenga numeri e lettere:

Figura 5. Impostare la password per il DB locale
(clic per ingrandire)


Impostare la password per il DB locale

Poi attendiamo che l'installazione completi.

Verifica dell'ambiente locale

Per lanciare l'ambiente di sviluppo e verificare che tutto funzioni iniziamo cercando l'elemento "Windows Azure SDK xxx" sul menu Start, al suo interno troviamo il Compute Emulator e lo mandiamo in esecuzione.

Figura 6. Lanciare il Compute Emulator
(clic per ingrandire)


Impostare la password per il DB locale

Nella barra di notifica appare l'icona con il simbolo di Windows Azure, grazie alla quale possiamo accedere all'interfaccia dell'emulatore. Qui possiamo lanciare e interrompere l'esecuzione sia dell'emulatore dell'istanza, sia dell'emulatore dello Storage.

Se tutto va bene abbiamo pronto il nostro ambiente per creare e testare applicazioni PHP per Windows Azure!


Ti consigliamo anche