Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Creare un Web service con Java, Tomcat e SOAP

Installazione, in modo semplice, di un Web Service Java (J2SE 5) con Tomcat (5.5.17) e SOAP (2.3)
Installazione, in modo semplice, di un Web Service Java (J2SE 5) con Tomcat (5.5.17) e SOAP (2.3)
Link copiato negli appunti

Su queste pagine spesso sviluppiamo codice e parliamo di implementazioni avanzate di Java; oggi vediamo come installare un ambiente operativo per Web service con Java, Tomcat e SOAP. Sicuramente un argomento noto ai più, ma che potrebbe essere parecchio utile per chi si sta avvicinando ora a questo mondo, soprattutto se descritto senza particolari tecnicismi e con un linguaggio scorrevole.

Ad oggi sono disponibili alcuni strumenti che ci permettono di facilitare questa installazione, ma vogliamo ottimizzare le istruzioni per chi ha la necessità di utilizzare versioni non recentissime (ma certamente non datate) su computer non troppo nuovi (sui quali XP gira più agevolmente rispetto a Vista), per esempio per sviluppare Web service a vita breve, come progetti per esami universitari.

L'ambiente operativo del nostro esempio comprende:

Installazione Java

L'installazione di Java deve essere portata a termine prima dell'installazione del server Tomcat. È sufficiente fare doppio click sull'icona del file ".exe" della nostra versione di Java (consigliata la piattaforma standard). A installazione terminata il pacchetto comprenderà un compilatore e un loader per i file ".java" e ".class".

Installazione Tomcat

Installiamo ora il server container Apache Tomcat 5.5.17. Mandiamo in esecuzione il file ".exe". Il setup controllerà se è stato correttamente installato Java. L'installation wizard ci permetterà di seguire l'installazione ed eventualmente modificare la destinazione e il nome della directory del nostro server.

Proseguiamo con l'installazione del pacchetto di compatibilità di Tomcat con Java, sovrascrivendo i file a quelli presenti nella cartella dove abbiamo installato Tomcat (per es. "C:programmitomcat 5.5"). Il server Apache Tomcat, durante il funzionamento, genera temporaneamente la directory "work", che non deve essere cancellata altrimenti non si potranno più eseguire pagine JSP.

Ora, per controllare se l'installazione è riuscita, apriamo il nostro browser e (dopo aver avviato Tomcat, se non l'abbiamo già fatto) inseriamo il seguente indirizzo:

http://localhost:8080/index.jsp

Se l'installazione è andata a buon fine, si aprirà una pagina che ci informa della riuscita. È possibile ora accedere a tutte le funzioni elencate dalla pagina Web, rimanendo sempre in locale.

Installazione SOAP

L'ultimo software da installare è Apache SOAP. È sufficiente estrarre l'archivio nella destinazione su disco fisso preferita (per esempio "C:Programmi"). Possiamo anche optare per l'installazione di uno dei vari pacchetti disponibili sul Web che contengono un motore SOAP in grado di sviluppare client, server e gateway SOAP, per esempio Apache Axis (la procedura di installazione è la stessa).

Ad installazione completa, passiamo alla configurazione delle librerie. Nella nostra applicazione, infatti, vengono utilizzati particolari comandi contenuti in un'apposita libreria SOAP, denominata "soap.jar", che permettono il perfetto funzionamento dell'applicazione.

Per la definizione delle librerie deve essere selezionato un "path" di ricerca introducendo una nuova variabile d'ambiente: il CLASSPATH. È possibile aggiungerla dal pannello di controllo di Windows, cliccando su "Start/Pannello di controllo/Sistema/Avanzate/Variabili ambiente/nuova" e inserendo il percorso della libreria, nome "CLASSPATH:%CLASSPATH%;C:soap-2_3_1libsoap.jar". Ripetiamo poi la procedura per altre tre importanti librerie: "activation.jar", "mail.jar" e "xmlParserAPIs.jar" (ovvero "xml-apis.jar").

Come avvenuto per SOAP, inseriamo nel CLASSPATH il percorso delle librerie, separandole l'una dall'altra con un carattere di ";" (per motivi di visualizzazione abbiamo inserito uno spazio prima di XMLParserAPIs.jar):

"C:SOAP_2.3.1LIBMAIL.JAR;C:SOAP_2.3.1LIBACTIVATION.JAR;C:SOAP_2.3.1LIB XMLParserAPIs.jar"

Infine preleviamo il file "soap.war" presente all'interno della cartella Soap-2_3 e inseriamolo nella cartella "webapps" all'interno della directory di installazione di Tomcat, il quale, in questo modo, al suo primo avvio, costruirà una serie di cartelle nelle quali potremo inserire i file del server della nostra applicazione.

Ora possiamo lanciare Tomcat e nel nostro browser digitiamo l'indirizzo:

http://localhost:8080/soap

Siamo pronti per caricare il Web service che abbiamo sviluppato, effettuandone il deploy dal pannello di amministrazione di SOAP, a cui possiamo accedere, tramite il link "Run", dalla pagina che abbiamo appena aperto.


Ti consigliamo anche