Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Xine, il player multimediale per Linux

Link copiato negli appunti

Xine è uno dei più apprezzati lettori di file multimediali tra quelli presenti disponibile, oltre che per Linux, anche per FreeBSD, Solaris, Irix, MacOS X, Windows, HPUX, OS/2 e OpenBSD.

Il multimedia è ormai uno dei rami dell'informatica dove il software libero ha compiuto e sta compiendo ancora oggi passi da gigante. Ormai non è più un problema vedere un filmato, ascoltare un file musicale, senza neanche doverci preoccupare del formato. Abbiamo ad esempio già parlato di MPlayer e Ogle, il primo un player "universale" di file multimediali, DVD e VCD, il secondo il più evoluto lettore di DVD disponibile per Linux. Parlando di player non si può non citare xine.

Attualmente il codice di xine viene utilizzato da molti programmi che ne sfruttano il motore affiancandovi una gui. Di recente è successo a GNOME che nella versione 2.4 ha esordito con un nuovo lettore Totem, basato proprio su xine. Mi sono sempre chiesto come mai xine sia stato sempre preferito a MPlayer per la riutilizzazione del codice. Probabilmente questo è dovuto a una maggiore chiarezza del codice di xine. Xine è praticamente un'insieme di librerie alle quali si affianca una GUI. MPlayer da questo punto di vista è molto differente, si presta meno ad essere studiato e non è nato per essere utilizzato tramite una gui, per quanto questo sia possibile e molto funzionale.

Xine è in grado di visualizzare ottimamente tutti i formati video e audio più conosciuti (come Divx, Xvid, MPeg, Windows Media Video, MP3, Vorbis, AC3) e non solo: ha la possibilità di supportare facilmente anche codec esterni. È in grado anche di gestire diversi plugin di visualizzazione oppure eventuali effetti sulla riproduzione dei file.

Per quel che riguarda la riproduzione di DVD xine è in grado di gestire i menu di navigazione, sottotitoli, DVD multilingua, angolature diverse, tutto quel che normalmente è richiesto a un player DVD.

Xine, tramite un sistema di skin, interfacce personalizzate, scaricabili da Internet, consente anche ai propri utenti di cambiarne l'aspetto (come MPlayer del resto). E come MPlayer, è anche in grado di supportare le periferiche di comando tramite infrarosso attraverso LIRC (Linux Infra-Red Control).

La riproduzione dei file avviene per mezzo di "output plugins" diversi, cosa che rende più facile il port verso altre piattaforme e consente anche di utilizzarlo ad esempio per vedere un filmato sotto X e sotto frame buffer.

Uno dei problemi che però affligge xine è spesso l'instabilità delle GUI. Un buon programma deve avere necessariamente avere un'interfaccia (sia essa testuale che grafica) in grado di utilizzarlo in maniera stabile ed affidabile. In passato ho avuto dei problemi con Xine che, a causa di crash, non mi hanno consentito di apprezzare al meglio le possibilità offerte da questo programma.

Xine è probabilmente già presente sui CD di installazione della vostra distribuzione. Se così non fosse il sito di riferimento è http://www.xinehq.de.


Ti consigliamo anche