Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Ubuntu Mobile: linux in mobilità

Ubuntu Mobile è una versione ufficiale di Ubuntu per i Mobile Internet Devices. Piena di applicazioni web 2.0, porta internet dovunque si vuole
Ubuntu Mobile è una versione ufficiale di Ubuntu per i Mobile Internet Devices. Piena di applicazioni web 2.0, porta internet dovunque si vuole
Link copiato negli appunti

Il continuo sviluppo delle tecnologie relative ai dispositivi mobili e agli UMPC in particolare, ha portato alla necessità di sviluppare, proprio per questi device, sistemi operativi dalle prestazioni altamente performanti e che supportino tutte le nuove caratteristiche di piccoli computer e in generale dei dispositivi mobili. In questo senso, si è mosso da diverso tempo il panorama Linux, nel tentativo di realizzare una soluzione gratuita e aperta: lo stesso Linus Torvalds, papà di Linux, ha dichiarato che secondo lui questo 2008 sarà l'anno di diffusione del pinguino sui dispositivi mobili.

Non poteva di certo mancare, poi, l'apporto di una delle distribuzioni che ha fatto la storia di Linux negli ultimi anni e che ha contribuito in modo importante alla sua diffusione: Ubuntu. Gli sviluppatori della Canonical, colosso aziendale che sta alle spalle di Ubuntu, hanno infatti proposto una versione di questo sistema operativo realizzato appositamente a tale scopo: Ubuntu Mobile and Embedeed. Annunciato l' anno scorso nella mailing list ufficiale da Matt Zimmerman, questo progetto mira alla diffusione di Ubuntu su palmari, smartphone, e ogni tipo di supporto tecnologico mobile.

Per la realizzazione di questa edizione di Ubuntu, il team di sviluppo si è preposto di realizzare addirittura una versione ad hoc del Kernel, che riesca a sfruttare a pieno le caratteristiche di questi dispositivi, non certamente paragonabili in termini di risorse ai comuni computer da desktop.

Anche l' ambiente desktop è realizzato appositamente per tale scopo: si tratta, infatti, di GNOME Mobile, una versione di GNOME per piattaforme mobili, che supporta schermi di diverse dimensioni e diverse risoluzioni, fino ad un limite di 7 pollici per la prima e di 1024 x 768 pixel per la seconda.

Figura 1. Ubuntu Mobile
Il desktop di Ubuntu Mobile

Ubuntu Mobile può godere anche del supporto di altri colossi aziendali, come ad esempio Intel: difatti, tale progetto è realizzato in collaborazione tra le due aziende, nel tentativo anche di diffondere i chipset Intel nel settore mobile. Il produttore di hardware, inoltre, ha promosso un progetto chiamato Moblin per lo sviluppo di versioni di Linux per dispositivi mobili: la comunione di interessi, quindi, ha portato Canonical ad accettare la partnership di Intel, organizzando un gruppo di sviluppo degno di nota.

Le applicazioni disponibili in Ubuntu Mobile sono davvero tante, e la maggior parte di queste necessita di una connessione ad Internet per funzionare: si tratta di applicazioni per servizi in stile Web 2.0 come Facebook, YouTube, MySpace, ma sono anche presenti giochi in 3D, un sistema di navigazione GPS, e tante altre. Il supporto alla tecnologia AJAX è pienamente integrato in questo sistema operativo, altamente personalizzabile dall' utente.

Sono disponibili, poi, differenti applicazioni per svolgere le operazioni più comuni: dall' ascolto della musica, grazie inoltre alla presenza di numerosi codec audio e video, alla visualizzazione di filmati, alla navigazione tra le pagine web, grazie all' inclusione del browser Firefox; è inoltre possibile sfruttare la rete per effettuare telefonate, grazie alla presenza di software di VoIP. Sono supportate applicazioni scritte in differenti linguaggi di programmazione e che sfruttano diverse tecnologie: da HTML a Flash, da Clutter a Python, passando per C/C++, GTK e Java.

Ubuntu Mobile, inoltre, si adatta anche ai dispositivi touch screen: è possibile utilizzarlo anche con il tocco delle dita, senza necessità di un apposita penna o strumento di sorta. Chi è dotato di una connessione wireless può essere felice: infatti, Ubuntu Mobile supporta le connessioni senza filo, rendendo la rete disponibile in qualsiasi momento.

Lo sviluppo di questa versione mobile di Ubuntu prosegue senza sosta, e per ora è stata predisposta un' apposita pagina nel Wiki di Ubuntu che mostra quali sono le sue principali caratteristiche. È disponibile, inoltre, un documento in formato PDF che le riassume in brevi linee, ed è possibile seguire la mailing list ufficiale del progetto per essere aggiornati ogni volta ci saranno progressi.

Ubuntu Mobile può rappresentare la chiave di volta per la diffusione di Linux nei dispositivi mobile, grazie all' impegno dei suoi sviluppatori: quanto realizzato nel settore desktop, può certamente ripetersi anche in questo campo. Chiunque sia interessato a questo progetto, può collaborare effettuando test e segnalando eventuali malfunzionamenti o problemi.

La lotta nel mondo dei sistemi operativi è sempre aperta, ora più che mai, in quanto c'è da guadagnarsi una posizione dominante nel settore: che vinca il migliore.


Ti consigliamo anche