Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Personalizzare Ubuntu

Quattro software per rendere davvero personale la propria Ubuntu: creare installazioni personalizzate, ottenere software aggiuntivo, modificare Gnome e altro
Quattro software per rendere davvero personale la propria Ubuntu: creare installazioni personalizzate, ottenere software aggiuntivo, modificare Gnome e altro
Link copiato negli appunti

Ubuntu è di certo la distribuzione Linux più amata e diffusa: grazie alla sua semplicità d'uso, alla sua stabilità e alla community di cui gode, grazie alla quale vengono forniti pacchetti aggiuntivi in maniera rapida e costane, è riuscita a scalare le classifiche in poco tempo, diventando la regina delle distro. Con un bacino di utenza così vasto sono nati tantissimi strumenti, più o meno utili, dedicati alla distribuzione di origini sudafricane: tra questi, sono molto apprezzati e ed utilizzati quelli per la personalizzazione del sistema operativo.

Applicazioni come Ubuntu Customization Kit, Ubuntu-Tweak e Ultamatix hanno raggiunto un notevole successo nel corso del tempo: grazie a loro, installare applicazioni aggiuntive o modificare le immagini ISO della distribuzione è diventato davvero semplicissimo e alla portata di tutti. Analizziamo quali sono le caratteristiche di questi tre comodi strumenti.

Ubuntu Customization Kit

UCK, acronimo di Ubuntu Customization Kit, è un ottimo strumento per modificare a piacimento le immagini ISO di installazione di Ubuntu. Grazie ad esso, è possibile creare versioni personalizzate e installabili della distribuzione, attraverso semplici passi. Permette di aggiungere e rimuovere pacchetti, così da arricchire o snellire il sistema, modificare la lingua di default del sistema, o implementare il supporto di altre lingue, e di rendere Ubuntu perfettamente idonea alle proprie esigenze. E' compatibile, oltre che con Ubuntu, anche con le sue derivate: è possibile, quindi, creare versioni personalizzate di Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu e così via.

La sua interfaccia grafica si presenta molto semplice e chiara. Una volta avviato tramite terminale con il comando uck-gui, verranno richieste le lingue da aggiungere alla nuova immagine che verrà creata, l'immagine di base da modificare, il nome da attribuire alla nuova versione creata, l'ambiente desktop da utilizzare, ed altre informazioni da fornire all'applicazione per la creazione dell'immagine ISO finale.

Ultamatix

Nato dalle ceneri di Automatix, ottimo progetto che purtroppo ha avuto vita breve, Ultamatix permette di installare software aggiuntivo all'interno della propria Ubuntu. Fornito di un'interfaccia grafica dal facile utilizzo, è in grado di installare le applicazioni in pochi click, senza la necessità di aggiungere manualmente i repository all'interno del file sources.list. Ultamatix è disponibile, oltre che per Ubuntu, anche per Debian, da cui nasce la stessa Ubuntu, e per tutte le sue derivate, come ad esempio Mepis o Linux Mint.

Le applicazioni che è possibile ottenere con Ultamatix sono davvero tante, per l'esattezza 101: tra queste, le più utili sono i codec multimediali, il plugin Flash, font aggiuntivi, Adobe Acrobat Reader, Google Picasa e Google Earth, Skype e tanti altri ancora, reperibili in un elenco sul sito ufficiale del progetto.

Ubuntu-Tweak

Probabilmente, Ubuntu-Tweak è il più apprezzato software della sua categoria: si tratta di uno strumento perfetto per la configurazione di Ubuntu, semplice da utilizzare e dotato di caratteristiche molto interessanti. Fornisce informazioni relative al sistema, dal Kernel in uso al processore, dalle risorse hardware alla versione di Ubuntu in uso, oltre che molti dati relativi alla sessione in corso e all'utente dal quale si è lanciato lo strumento.

Ubuntu-Tweak, però, non è solo questo: è anche una delle più complete applicazioni per la gestione e la modifica dell'ambiente desktop GNOME. Di questo, infatti, è possibile modificare alcune impostazioni relative alle sessioni, alle applicazioni da avviare, all'aspetto grafico, ed altri aspetti concernenti il desktop, come ad esempio le applicazioni predefinite o il menù dei programmi. Si tratta di uno strumento idoneo a chiunque non sia particolarmente pratico del terminale, o voglia avere a portata di click le impostazioni principali della propria distribuzione.

Figura 1: Ubuntu Tweak
Schermata di avvio di Ubuntu Tweak

Remastersys

Remastersys è uno strumento dalla duplice funzionalità: permette, infatti, sia di creare copie di backup della propria versione di Ubuntu, salvando tutti i dati e le impostazioni relative, sia di creare immagini avviabili dello stesso sistema operativo. Grazie a Remastersys è possibile distribuire copie personalizzate di Ubuntu, contenenti tutte le applicazioni da noi preferite o le impostazioni che utilizziamo, oppure avere sempre a portata di mano una copia di backup del proprio sistema: nel caso si presentasse la necessità di reinstallare Ubuntu, infatti, rende possibile evitare la rinstallazione delle applicazioni o la riconfigurazione del sistema operativo.

Le versioni disponibili sono due, una da riga di comando, l'altra dotata di un'eccellente interfaccia grafica. A differenza delle altre applicazioni in grado di creare copie personalizzate di Ubuntu, Remastersys non necessita dell'immagine ISO da modificare, in quanto si basa sulle informazioni e sulle applicazioni installate nel sistema in uso.

Tutte queste applicazioni sono gratuitamente scaricabili e distribuite dalla comunità Open Source in versione sorgente: in questo modo, è possibile compilarli da zero, oppure creare versioni modificate degli stessi. Tramite questi 4 software, personalizzare Ubuntu è un'operazione davvero semplice e rapida, oltre che comoda in eventuali casi di emergenza o se non si possiede sufficiente esperienza per installare applicazioni aggiuntive o modificare impostazioni in maniera manuale.


Ti consigliamo anche