Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Linux per Eee PC: eeeXubuntu

Le distribuzioni Linux da poter installare sull'Eee PC, il notebook portatile di Asus. Da Ubuntu Remix alla leggera eeeXubuntu
Le distribuzioni Linux da poter installare sull'Eee PC, il notebook portatile di Asus. Da Ubuntu Remix alla leggera eeeXubuntu
Link copiato negli appunti

Uno dei prodotti high-tech che negli ultimi tempi sta riscuotendo il maggior successo è senza dubbio l'Eee PC: il mininotebook di casa Asus creato con l'intenzione di offrire una soluzione portatile che occupi il minor spazio possibile senza però rinunciare a prestazioni quanto meno sufficienti. Il computer sta facendo tanto parlare di sé, e ogni qual volta la casa produttrice ne annuncia una nuova versione, l'intero mondo informatico si mobilita alla ricerca di informazioni a riguardo.

L'Eee PC, come detto, è un computer portatile dalle dimensioni notevolmente ridotte se confrontato con altri laptop, ma che presenta anche un consistente vantaggio: è possibile acquistarlo spendendo molto meno rispetto ad un normale portatile. Conseguentemente, però, anche le sue potenzialità sono ridotte: l'Eee PC 900, ultima versione attualmente disponibile in Italia, presenta un processore Intel Celeron M da 900MHz, 1GB di RAM e tra i 12 e i 20 GByte di spazio fisico a disposizione su un disco a stato solido.

Ogni tipologia di Eee PC è disponibile in due versioni, che differiscono tra loro per il sistema operativo installato: è possibile scegliere, infatti, tra Windows e GNU/Linux. La soluzione Linux prevede come distribuzione Xandros, precedentemente nota come Corel Linux: si tratta di una derivata commerciale di Debian, molto solida e completa, che permette un pieno utilizzo del pinguino. Basata sull'ambiente desktop KDE, risulta molto semplice da utilizzare anche per i meno esperti.

Ma non è solo Xandros la possibile scelta, se si preferisce utilizzare Linux sul proprio Eee PC: recentemente, infatti, la Canonical ha annunciato di voler realizzare una nuova versione della sua celebre distribuzione Ubuntu, chiamata Ubuntu Remix, per offrire una valida soluzione open source per i cosiddetti Mobile Internet Device, i dispositivi mobili capaci di collegarsi ad Internet. La distribuzione conterrà gran parte delle applicazioni disponibili con le normali edizioni di Ubuntu, un ottimo supporto hardware e codec multimediali per riprodurre i propri file in totale libertà. Ubuntu Remix sembra per ora orientata unicamente agli OEM, i produttori hardware che potranno installarla sui dispositivi che poi rivenderanno al grande pubblico.

Rimanendo sempre in ambito Ubuntu, una sua derivata, per la precisione Xubuntu, è diventata col tempo una delle soluzioni più apprezzate per Eee PC. Si chiama eeeXubuntu ed è una distribuzione dal semplice utilizzo - come Ubuntu - con i vantaggi in termini di leggerezza e fluidità che comporta l'utilizzo XFCE come ambiente desktop. Vediamola in dettaglio.

Figura 1: Il desktop di eeeXubuntuIl desktop di eeeXubuntu

eeeXubuntu è un LiveCD che permette l'installazione della distribuzione in maniera molto semplice e rapida; include un supporto hardware al mininotebook di casa Asus di tutto rispetto, integrandosi alla perfezione con questo gioiellino della tecnologia, e risulta essere molto fedele alla versione per computer dotati di maggiori potenzialità.

L'installazione di eeeXubuntu è un'operazione che si rivela essere più semplice di quanto si pensi: l'Eee PC, purtroppo, non ha in dotazione un dispositivo per la lettura di CD o DVD, e per tanto l'installazione di un nuovo sistema operativo dovrà avvenire tramite una periferica di archiviazione USB. Scaricata la ISO, infatti, è necessario masterizzarla su CD ed avviare lo stesso dal proprio computer principale: una volta caricato il LiveCD, ci si troverà di fronte eeeXubuntu.

È a questo punto che entrerà in gioco il dispositivo USB: una volta inserito all'interno di un apposito slot, verrà riconosciuto dalla distribuzione e sarà pronto per l'utilizzo. Bisogna, quindi, avviare il processo di installazione, e selezionare la penna USB come destinazione di installazione: verrà così creata un'immagine di eeeXubuntu, che sarà possibile utilizzare per installare la distribuzione sul notebook.

Terminata l'installazione su USB, infatti, sarà sufficiente inserire la stessa nel proprio Eee PC, selezionarla come dispositivo di avvio al momento dell'accensione del mini-computer, e selezionare la voce di installazione quando verrà chiesta. Il seguito dell'installazione risulterà molto semplice, e del tutto familiare a chiunque abbia installato almeno una volta Ubuntu in vita sua.

La comunità Linux, comunque, non è rimasta con le mani in mano di fronte ad un prodotto dalle notevoli potenzialità come Eee PC: diverse sono state le distribuzioni installate con successo sul gioiellino Asus, molte delle quali raccolte in una pagina del Wiki di eeeuser.com, con tanto di guida all'installazione.

Come al solito, il mondo GNU/Linux si dimostra molto dinamico e capace di adattarsi ad ogni situazione, anche quando c'è bisogno di una soluzione che riesca ad essere perfettamente funzionale avendo a disposizione pochissime risorse. Le distribuzioni realizzate appositamente per Eee PC sono tante, e col passare del tempo molte nuove faranno capolino. Chiunque necessiti di una soluzione estremamente portatile e non vuole abbandonare il caro pinguino, dunque, verrà pienamente soddisfatto dal lavoro svolto dall'intera comunità e dagli sviluppatori.


Ti consigliamo anche