Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Linux e Twitter

Client Twitter per Linux: come utilizzare il microblog più noto e diffuso sul Web direttamente dalla propria distribuzione Linux
Client Twitter per Linux: come utilizzare il microblog più noto e diffuso sul Web direttamente dalla propria distribuzione Linux
Link copiato negli appunti

Tra i fenomeni principali che hanno influenzato l'avvento del Web 2.0 vi è sicuramente quello del microblogging: diversi sono i siti che sono nati con tale scopo, ed il più celebre è certamente Twitter. Per molti, ormai, è uno dei principali mezzi di comunicazione con amici e colleghi sparsi in giro per il globo, ed oltre alla classica interfaccia del sito ufficiale, è possibile scegliere un client per gestire il proprio account: vediamo insieme quali sono le principali soluzioni per utilizzare al meglio le funzionalità offerte da Twitter in Linux.

gTwitter

Iniziamo subito da uno dei client Twitter per GNOME maggiormente diffusi: si tratta di gTwitter, che come lascia intuire il nome è un'applicazione basata sulle librerie GTK+ ed il cui cuore è interamente realizzato in Mono/C#. Disponibile comodamente nei repository delle principali distribuzioni Linux, al primo avvio permette di configurare subito il proprio account ed alcune preferenze di base dell'applicazione, così da poter entrare subito nel mondo di Twitter in pochi click.

L'interfaccia di base di gTwitter si presenta semplice e mirata all'essenzialità: quasi l'intera finestra dell'applicazione è occupata dai più recenti interventi dei propri contatti, e le possibilità di personalizzazione non sono moltissime. Tra le caratteristiche più interessanti di gTwitter vi sono la possibilità di ricevere gli aggiornamenti in maniera automatica ad intervalli prefissati dall'utente, la possibilità di leggere comodamente la timeline pubblica, ed un'icona posizionata nel pannello di GNOME grazie alla quale è possibile nascondere momentaneamente l'applicazione e controllare comunque le novità in arrivo.

twitux

Altro client per Twitter basato sulle librerie GTK+ è twitux, altrettanto semplice da utilizzare e dotato di un'interfaccia grafica leggera ed intuitiva. Grazie a twitux è possibile ricevere, oltre alla classifica notifica visuale tramite l'icona nel pannello di GNOME, anche un avviso sonoro ogni qual volta un proprio contatto aggiorna il proprio status,e tramite la finestra principale è possibile scorrere la cronologia di tutti gli ultimi aggiornamenti avvenuti.

Figura 1: L'interfaccia di Twitux

È possibile scegliere, poi, se visualizzare quest'ultima, la cronologia pubblica o quella personale, ed ogni quanto twitux deve controllare la presenza di nuovi messaggi. Una delle funzionalità più utili di twitux riguarda lo strumento per la correzione ortografica, che dopo la prima installazione presenta solo la lingua inglese, ma è possibile installare in seguito nuovi dizionari per aggiungere il supporto anche alla lingua italiana.

Qwit

Dopo aver trattato due client Twitter per GNOME, è il momento di dare uno sguardo anche alle soluzioni per KDE: per questo ambiente desktop una delle migliori soluzioni attualmente disponibili è qwit, un'applicazione basata sulle librerie Qt4 e perfettamente integrata con lo stile grafico dell'ultima versione di KDE. Piuttosto leggera in termini di memoria e risorse necessarie al suo funzionamento, qwit è dotata di alcune interessanti funzionalità: permette, infatti, di cliccare direttamente sui link proposti negli aggiornamenti di stato, presenta un sistema di caching delle immagini personali dei propri contatti, grazie al quale è possibile velocizzare il caricamento della cronologia, sia privata che pubblica,e la possibilità di modificare lo grafica dell'applicazione.

Figura 2: L'interfaccia di Qwit
L'interfaccia di Qwit

L'interfaccia grafica di qwit è divisa in schede, posizionate nella parte inferiore, grazie alle quali è possibile passare da un menù all'altro in maniera semplice e rapida. Rispondere ai twit ricevuti dai propri contatti è piuttosto semplice ed immediato, grazie ad uno strumento di risposta rapida molto comodo.

Twhirl

Passiamo adesso ad uno dei client per Twitter più utilizzati in assoluto: si tratta di Twhirl, ed il motivo di tale diffusione è probabilmente la compatibilità con la grande maggioranza dei sistemi operativi attualmente disponibili. Twhirl, infatti, è un'applicazione basata su Adobe Air, recente tecnologia sviluppata dal colosso Adobe, rilasciata anche per Linux ed in grado di fornire software leggeri e completi. Dotato di un'interfaccia grafica sicuramente più accattivante dei client trattati sin'ora, Twhirl permette di visualizzare, all'interno della stessa finestra, gli ultimi aggiornamenti di status,i messaggi ricevuti, l'elenco dei propri amici e followers, di effettuare ricerche e di inviare messaggi e risposte in maniera rapida e semplice. Per condividere link è possibile utilizzare uno strumento interno per renderli il più breve possibile attraverso servizi appositi online, ed è possibile inviare un'immagine caricandola direttamente dal proprio computer.

Per installare Twhirl è sufficiente scaricare il pacchetto in formato .air dal sito ufficiale, ed avviare lo strumento di installazione software di Adobe Air: in pochi passaggi sarà subito possibile effettuare il login con il proprio account Twitter ed entrare in contatto con i propri amici.Una delle note a favore di Twhirl è anche la possibilità di gestire più account, ed oltre a Twitter è possibile utilizzare account FriendFeed, Seesmic, identi.ca e laconi.ca, altri strumenti per microblogging.

Gwibber

Un altro client per GNOME è Gwibber: leggero e semplice, grazie alla sua struttura realizzata in Python e dotata di un'interfaccia grafica basata sulle librerie GTK+, permette di gestire, oltre al proprio account Twitter, anche altri strumenti di social networking come Facebook, Ping.fm, laconi.ca e altri, o addirittura account Digg o Flickr, feed in formato RSS e Atom ed offre anche un sistema di integrazione con Pidgin, il noto client di messaggistica istantanea.

Se da un lato Gwibber permette di gestire tutti questi servizi contemporaneamente, dall'altro è da evidenziare come le funzionalità messe a disposizione non siano certamente agli stessi livelli di quelle dei relativi siti, in quanto Gwibber è mirato all'essenzialità e alla semplicità. Nel complesso, comunque, risulta essere un'ottima soluzione per chi è alla ricerca di un client minimale che permetta di gestire le operazioni fondamentali senza altri strumenti.

TweetDeck

Ultimo client di questa rassegna è TweetDeck: si tratta di un'altra applicazione per Adobe Air, ancora allo stadio di beta ma già ricca di funzionalità e piuttosto stabile. Anche TweetDeck permette di gestire, oltre al proprio account Twitter, altri social network come Facebook, offrendo dunque la possibilità di stare in contatto con i propri amici ovunque essi siano registrati. La finestra principale di TweetDeck è organizzata per colonne, ognuna delle quali ha uno scopo, ed aggiungendo account di altri servizi verranno create nuove colonne.

Figura 3: L'interfaccia di TweetDeck
L'interfaccia di TweetDeck

Grazie a TweetDeck è possibile condividere foto e link in pochi click ed in maniera piuttosto rapida, creare gruppi per organizzare al megio i propri contatti, e le principali operazioni e menu sono subito a disposizione nell'interfaccia principale.


Ti consigliamo anche