Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Firefox 3 per Linux: immagini e presentazione

La versione per Linux di Firefox 3 introduce il supporto alle librerie GTK ed una maggiore integrazione con il sistema del pinguino. Presentazione e immagini del nuovo software della Mozilla Foundation
La versione per Linux di Firefox 3 introduce il supporto alle librerie GTK ed una maggiore integrazione con il sistema del pinguino. Presentazione e immagini del nuovo software della Mozilla Foundation
Link copiato negli appunti

Rivoluzionare il mondo della navigazione nel web: è questo l'intento che ha mosso tutti gli sviluppatori Mozilla in questi mesi di duro lavoro, mesi durante i quali ha preso forma quello che attualmente è uno dei migliori browser in circolazione. Si tratta di Firefox 3, ultimo nato in casa Mozilla che da lungo tempo sta facendo parlare di sé: sin dalla prima versione alpha, per tantissimi aspetti diversa da quello che è oggi Gran Paradiso, nome in codice dell'applicazione, l'intero Web è in cerca di novità, indiscrezioni, e in molti hanno azzardato pronostici riguardo quello che oggi, finalmente, abbiamo tra le nostre mani.

Firefox 3 è arrivato, disponibile, come sempre, per i tre sistemi operativi maggiormente diffusi, ovvero Windows, Mac OS X e Linux, ed in oltre 45 lingue diverse. Vediamo insieme quali sono i cambiamenti apportati dal team Mozilla, prendendo come base della nostra rassegna la versione per Linux del navigatore. Come sempre si può scaricare Firefox 3 per Linux dalla pagina di download del progetto.

Aspetto grafico

Uno degli argomenti che maggiormente ha tenuto banco è quello in merito alla questione dell'aspetto grafico della nuova versione del browser. Da sempre, infatti, la comunità di utenti Firefox è spaccata in due: c'è chi apprezza il lavoro fatto dagli sviluppatori, e chi invece è sempre alla ricerca di nuovi temi, non soddisfatto da quanto fornito di default. Per tanto, i programmatori Mozilla hanno deciso di apportare alcuni cambiamenti: l'obiettivo principale è stato quello di rendere Firefox il più possibile compatibile con l'aspetto grafico nativo del sistema operativo in cui gira.

Con Firefox 3 gli utenti Linux, ed in particolar modo coloro che utilizzano ed apprezzano GNOME, potranno finalmente avere dei form molto più eleganti: infatti, la terza versione del browser Mozilla aggiunge il supporto alle librerie GTK, tipiche di questo ambiente desktop, e per tanto non ci sarà più il problema di utilizzare metodi alternativi per avere uno stile quanto meno gradevole per i pulsanti presenti nelle pagine web.

I miglioramenti grafici, inoltre, coinvolgono anche le versioni per altri sistemi operativi: i set di icone presenti in ognuna di esse, infatti, sarà integrato con l'ambiente operativo in cui è stato installato.

Figura 1: L'interfaccia principaleL'interfaccia principale

Navigazione per il web

Interessanti novità vengono anche dagli strumenti che facilitano la navigazione tra le pagine web. La barra degli indirizzi è stata migliorata molto rispetto alle precedenti edizioni di Firefox, ed ora il completamento automatico risulta molto più semplice, completo e rapido: la barra degli indirizzi di Firefox 3, infatti, effettua ricerche anche oltre la cronologia, sfruttando anche le etichette ed i nomi delle pagine salvate nei segnalibri.

Una delle caratteristiche che di certo ha collaborato in maniera significativa a rendere Firefox uno dei browser più diffusi al mondo è di certo la navigazione a schede: anche questa funzionalità è stata sottoposta al lavoro di miglioramento attuato dagli sviluppatori Mozilla.

Ogni qual volta si chiuderà una finestra dell'applicazione, Firefox invierà un messaggio di avviso nel caso si abbiano diverse schede aperte, chiedendo se si è davvero sicuri di voler chiudere tutto o si vuole prima salvare la sessione; nell'eventualità che l'applicazione andasse in crash, inoltre, le schede aperte al momento del blocco verranno salvate, ed al riavvio di Firefox sarà possibile ripartire esattamente da dove si era arrivati.

Gestione dei segnalibri

Una delle novità principali riguardanti le funzionalità di Firefox 3 è sicuramente la ristrutturazione del sistema di gestione dei segnalibri: notevolmente più semplice da utilizzare e pieno di nuove caratteristiche, attraverso lo strumento Places, rende la navigazione tra i propri siti preferiti un gioco da ragazzi. Places, infatti, permette di effettuare ricerche tra tutti i siti salvati, di aggiungere descrizione agli stessi ed integra un sistema grazie al quale è possibile attribuire ad ogni sito delle etichette, per una migliore e più rapida catalogazione.

È possibile, inoltre, navigare attraverso la cronologia, e, come già in passato, esportare ed importare segnalibri in formato HTML, e tutte queste funzioni sono alimentate da un motore basato su SQLite.

Figura 2: La gestione dei segnalibriLa gestione dei segnalibri

Gestione dei download

Firefox 3 presenta un nuovo strumento per la gestione dello scaricamento dei file dal web: questo permette di sospendere momentaneamente il download di un qualsiasi file, per poi riprenderlo in secondo momento, dallo stesso punto in cui era stato sospeso. Oltre ad una notevole modifica all'aspetto grafico, il gestore dei download permette, nella versione per Windows, di effettuare una scansione dei file scaricati attraverso un antivirus interno.

Durante il processo di download, inoltre, è possibile avere traccia dello stato dello stesso, attraverso una voce che verrà visualizzata nella barra di stato in basso, e che indicherà quanti download sono in corso e quanto tempo manca al termine degli stessi.

Figura 3: La finestra di download
La finestra di download

Il gestore delle estensioni

Le funzionalità di Firefox, come noto, possono essere estese attraverso i componenti aggiuntivi, ovvero dei plug-in realizzati dalla comunità di utenti e messi a disposizione di tutti. Il gestore dei componenti aggiuntivi ha subito alcuni ritocchi, tra cui bisogna segnalare l'integrazione con l'archivio ufficiale dei plug-in, ed una nuova veste grafica, che aiuta molto nel processo di installazione/disinstallazione ed attivazione.

Figura 4: Il gestore delle estensioniIl gestore delle estensioni

Privacy e sicurezza

Un aspetto che gli sviluppatori Mozilla tengono più a cuore è di certo quello della sicurezza: ogni applicazione degna di questo nome deve rispettare certi standard e fornire ai propri utenti un grado di sicurezza quanto meno sufficiente. In questo senso, il lavoro del team di sviluppo è stato molto intenso, e Firefox 3 presenta alcune caratteristiche molto interessanti, che ne portano la stabilità e la sicurezza a livelli eccellenti.

Come anticipato in precedenza, il gestore dei download nella versione per Windows presenta un antivirus integrato, grazie al quale è possibile accertarsi che i file scaricati non contengano virus o stringhe di codice che possano mettere a repentaglio la sicurezza del proprio computer. Inoltre, Firefox 3 permette di svolgere azioni che meritano la dovuta attenzione, come operazioni bancarie online, nella più totale sicurezza, grazie al pieno supporto della tecnologia SSL per connessioni sicure.

Attraverso una collaborazione con StopBadware, inoltre, i siti considerati potenzialmente pericolosi verranno resi non accessibili, così da evitare sgradevoli sorprese.

La gestione delle password, poi, è realizzata in maniera notevolmente più sicura, ed è possibile salvare le proprie credenziali di accesso ai diversi portali internet senza temere che qualcuno possa appropriarsene indebitamente.

Prestazioni e consumi

Uno dei maggiori problemi emersi durante il tempo è di certo quello dell'utilizzo delle risorse da parte del "panda rosso": in particolar modo, gli utenti Linux hanno sempre visto nel browser di casa Mozilla una minaccia per la stabilità del proprio sistema operativo, a causa delle esose quantità di memoria e risorse richieste dall'applicazione per girare a pieno. Firefox 3, sotto questo punto di vista, sembra essere nettamente più maturo, garantendo un avvio rapido e prestazioni degne di nota anche quanto vengono aperte diverse schede contemporaneamente.

Conclusioni

Con la nascita di Firefox 3, la comunità che ruota attorno a questo browser si è mobilitata in maniera ancora più intensa ed assidua, e per tanto è possibile trovare negli altri utenti una via per risolvere i propri problemi o, se si vuole, dei collaboratori per aiutare lo sviluppo di questo ottimo progetto.

La terza versione di Firefox, dunque, si presenta come una delle più innovative soluzioni in termini di browser, ed uno dei punti a suo vantaggio è di certo il fatto di essere totalmente gratuito ed open source: è possibile, così, avere di fronte a sé il codice sorgente dell'applicazione, e collaborare in modo attivo al suo miglioramento. Le innovazioni introdotte in questa release non hanno fatto altro che migliorare un software già a livelli altissimi, e siamo certi che nel futuro gli sviluppatori Mozilla saranno in grado di migliorarsi ancora.

I mirror ufficiali, nel frattempo, sono già pronti per il download di Firefox 3, così da poter testare subito il suo effettivo funzionamento e vedere di persona quanto di buono ha realizzato il team di sviluppo; Firefox 3 è disponibile in Italiano, per piattaforme Linux, Mac e Windows.


Ti consigliamo anche