Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Beagle: il desktop search per linux

Beagle è uno strumento di Gnome che consente di cercare documenti e file all'interno del sistema Linux. Veloce e efficente, indicizza documenti di Office, Email e altri
Beagle è uno strumento di Gnome che consente di cercare documenti e file all'interno del sistema Linux. Veloce e efficente, indicizza documenti di Office, Email e altri
Link copiato negli appunti

Di solito quando abbiamo la necessità di cercare qualche informazione può capitarci di rovistare tra appunti, fogli, agendine e ogni altro tipo di supporto. Per poi iniziare ad avvertire una sensazione di panico quando non riusciamo a trovare quello che stavamo cercando. E allora iniziamo a scavare nella memoria...

Cercare qualcosa all'interno dei nostri file personali può essere un'impresa anche più dura. In che directory ho messo quel file che mi è stato mandato? O peggio: che fine ha fatto quel documento importantissimo di cui non ricordo il nome nel quale ho salvato quella ricerca? Tutte queste sono domande possibili, neanche così poco comuni. Trovare una risposta può non essere proprio facile: le informazioni personali presenti sul nostro PC possono essere veramente tantissime, disposte un po' ovunque, nei formati più disparati, distribuiti tra documenti, email, collegamenti, segnalibri, immagini, ecc. E a volte la ricerca può diventare una vera tortura...

Allora come fare? La risposta è semplice: servirebbe uno strumento che riuscisse a tenere un catalogo delle informazioni presenti sul nostro PC, in modo tale da consentire all'utente di fare ricerche. Non solo: questo strumento deve essere estremamente performante per consentire di fare delle ricerche in breve tempo. Sono nati diversi progetti alcuni che prevedono funzionalità dirette del filesystem, come MacOSX e il futuro WinFS di Windows.

Alcuni progetti di software libero hanno invece deciso di avere un approccio meno radicale. Ne è un esempio Beagle, un programma nato dentro GNOME che ha proprio lo scopo di consentire ricerche in modo efficiente e veloce. Il programma è caratterizzato da un demone che tiene traccia delle informazioni personali attingendole da un insieme veramente vasto di fonti. È quindi possibile creare un database da interrogare attraverso interfacce molto semplici che, cosa molto importante, sono distinte dal database stesso e dal demone che lo genera.

Questo consente di poter integrare Beagle anche in progetti differenti rispetto a Gnome, creando la propria interfaccia con le proprie librerie grafiche preferite. Attualmente Beagle è in grado di attingere le informazioni da: filesystem, programmi di posta (come Evolution e Kmail), browser (come Mozilla Firefox, Epiphany e Konqueror, log degli instant messenger (come ad esempio Gaim e Kopete), RSS feed (da Blam, Liferea e Akregator) e ovviamente da documenti come quelli scritti con OpenOffice.org, Abiword, o in semplice formato Txt o HTML. Veramente molto interessante la possibilità di gestire anche documenti (e ovviamente anche fogli di calcolo e presentazioni) scritte con Microsoft Office, oppure documenti in PDF. Completano il quadro le informazioni fornite ad esempio dalle pagine del manuale (man e info), oppure da immagini, file audio e collegamenti.

Attualmente, alla scrittura di questo articolo, Beagle è giunto alla versione 0.2.1 ed è già stato adottato da diverse distribuzioni. Penso che il suo sviluppo verrà ulteriormente accelerato dando così un ulteriore strumento di innovazione per GNU/Linux, visto un po' troppo spesso a rincorrere feature introdotte da altri sistemi operativi.


Ti consigliamo anche