Tipi primitivi e Riferimenti

Le differenze fondamentali per non incorrere in errori “incomprensibili”