Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le novità di Flash CS4

In attesa dell'imminente uscita della Adobe Creative Suite 4, vediamo quali novità saranno incluse in Flash.
In attesa dell'imminente uscita della Adobe Creative Suite 4, vediamo quali novità saranno incluse in Flash.
Link copiato negli appunti

Il 23 Settembre Adobe annuncerà ufficialmente la nuova Creative Suite 4: dopo alcune beta ufficiali (Dreamweaver, Firework e Soundbooth) e rumor sugli altri software che comporranno la suite, avremo la possibilità di scoprire ufficialmente le novità del pacchetto software.

Purtroppo, per quanto riguarda Flash, è possibile basarsi soltanto su rumor e notizie provenienti da fonti più o meno ufficiali: Adobe infatti è stata abbastanza avara e, se per Flash 9 (CS3) era stata resa disponibile in "public alpha", per Flash CS4, almeno finora, non è stata rilasciata alcune anteprima "toccabile con mano"; vi sono state però alcune feature annunciate nel corso di eventi Adobe, oltre al rilascio delle beta del Flash Player 10, che ha permesso di curiosare tra le probabili novità.

In questo articolo vedremo le feature che più probabilmente troveranno spazio in Flash CS4.

Nuovo motore di tweening: addio keyframe

Il cambiamento che probabilmente più "sconvolgerà" chi già utilizza Flash, specialmente lato design, sarà il cambiamento della linea temporale: non saranno più presenti i keyframe (fotogrammi chiave) abitualmente utilizzati per creare le interpolazioni di movimento e di forma, ma sarà presente un motore completamente rinnovato, sarà possibile modificare direttamente l'animazione in ogni suo istante senza la necessità di keyframe e tutte le proprietà dell'oggetto animato saranno modificabili; risulterà inoltre molto semplificata la creazione di guide di movimento e di effetti di accelerazione e decelerazione, dato che tutte queste opzioni saranno accessibili senza l'utilizzo di pannelli o la creazione di layer aggiuntivi: tutto potrà essere fatto dal layer in cui animiamo il nostro oggetto.

Questa è la prima feature annunciata ed è disponibile un video; la qualità delle riprese non è molto buona, ma possiamo notare come nonostante i numerosi cambiamenti di posizione, sulla timeline risulti un solo livello e come non siano più necessari fotogrammi chiave per regolare il movimento dell'oggetto.

Video anteprima su Flash CS4

Per modificare le proprietà dell'oggetto saranno disponibili nuovi pannelli, che insieme formano il Motion Editor. Basta osservare lo screenshot per rendersi conto delle potenzialità di questo nuovo strumento.

Figura 1. Il nuovo Motion Editor
Screenshot del pannello

Cinematica inversa

Un'altra novità, riguardante sempre il campo delle animazioni, è la disponibilità della cinematica inversa. Wikipedia definisce così la cinematica inversa: "Cinematica inversa è il processo di determinazione dei parametri di un oggetto articolato e flessibile, che soddisfino il raggiungimento di una posa desiderata, in base al posizionamento delle sole estremità. "

Semplificando il concetto e applicandolo a Flash, possiamo dire che la cinematica inversa consentirà di vincolare il movimento di più clip: spostando una sola clip, le altre verranno mosse di conseguenza basandosi su vincoli impostati in fase di authoring.

Questa feature rappresenta sicuramente una grossa evoluzione: se finora era necessario programmare righe e righe di codice Actionscript per vincolare il movimento di più oggetti, ora è possibile eseguire questa operazione in maniera molto semplice direttamente dallo stage.

Gli sviluppatori possono comunque stare tranquilli: le strutture per la cinematica inversa, stando a quando anticipato da Lee Brimelow sul suo blog, saranno accessibili anche via Actionscript, per cui anche la realizzazione di animazioni complesse via codice trarrà notevoli benefici da questa nuova caratteristica.

Lo stesso Lee Brimelow ha pubblicato un piccolo esempio (richiede il Flash Player 10), inoltre è disponibile un video che mostra tre elementi collegati tra loro e come i vincoli possano essere comodamente modificati dallo stage.

3D nativo

Finalmente il 3D approda in Flash in maniera nativa, dopo che con Actionscript 3, librerie come Sandy, Paperivision e Away3D hanno spopolato nel Web.

Smorziamo però subito gli entusiasmi: le possibilità che saranno offerte dal Flash Player 10 e nativamente in Flash CS4 non si avvicinano alle feature offerte da Papervision e soci: potremo eseguire rotazioni e traslazioni sull'asse Z, quindi ottenere migliori effetti di prospettiva, ma si tratterà comunque di oggetti 2D che agiscono su una terza dimensione, le simulazioni raggiungibili con le librerie dedicate (che pur utilizzano Actionscript) rimangono ancora su un altro livello; sarà probabilmente interessante vedere come Paperivision, Sandy e affini sfrutteranno le nuove proprietà presenti nel player per migliorare le proprie performance.

Rotazioni e spostamenti saranno impostabili sia tramite stage che tramite Actionscript (la proprietà rotation verrà sostituita da rotationX, rotationY e rotationZ, mentre per la posizione verrà aggiunta la proprietà z). Anche le drawing API verranno ampliate.

Di seguito è possibile vedere il video di presentazione di questa feature.

Filtri personalizzati

Dal punto di vista grafico, una delle novità di maggior interesse è sicuramente la possibilità di creare e riutilizzare filtri personalizzati, grazie ad Adobe Pixel Bender; la tecnologia usata per questo software è alla base di molti dei filtri presenti in After Effects CS3, e questo la dice lunga sulle potenzialità di questa tecnologia: in pratica Pixel Bender offre un linguaggio di programmazione tramite il quale è possibile creare dei filtri utilizzabili anche dal Flash Player per applicarli ad immagini, testi e video. I filtri realizzati con Pixel Bender saranno in grado di sfruttare la GPU e le performance dovrebbero quindi essere ottime.

Lee Brimelow sul suo blog (richiede Flash Player 10) mostra un esempio di filtro creato con Pixel Bender e caricato in Flash tramite Actionscript 3, ha inoltre creato un video tutorial in due parti disponibile su gotoandlearn.com, mentre Adobe ha creato il Pixel Bender Exchange dove è possibile inserire i propri filtri o scaricare quelli di altri utenti.

Salvataggio diretto di bitmap

Un'altra novità molto interessante è la possibilità di salvare parti del filmato come immagine: questo si può già fare attualmente, ma è necessario passare da linguaggi lato server come ad esempio PHP: con la prossima release sarà possibile invece salvare l'immagine direttamente dal Flash Player, evitando quindi passaggi intermedi e ottimizzando i tempi di attesa. A quanto pare sarà possibile salvare qualsiasi parte del filmato attualmente in esecuzione, in pratica come se si facesse uno screenshot (dell'intero filmato o solo di una parte). Ovviamente si potranno salvare anche immagini a cui siano stati applicati dei filtri, compresi quelli creati con Pixel Bender: diventerà quindi molto semplice creare ad esempio un'applicazione che carichi una foto dal PC dell'utente, applicarvi dei filtri e poi farla risalvare modificata, il tutto senza dover ricorrere a tecnologie o linguaggi oltre a Flash.

Altre novità annunciate

Abbiamo visto quali siano le principali novità che verranno introdotte in Flash CS4, vi sono comunque altre feature che Adobe ha annunciato, tra cui:

  • generazione dinamica di suoni;
  • introduzione in Actionscript dei vettori (particolari array che possono contenere solo elementi di uno stesso tipo, quindi solo numeri, risultando quindi più veloci da elaborare per la CPU;
  • la rimozione del limite di 2880x2800 pixel per le immagini dello stage (non è stato specificato se il limite verrà rimosso oppure solamente alzato);
  • Nuovo formato XFL (una sorta di documento XML che stabilisce il contenuto del sorgente di Flash);
  • Miglioramenti nella gestione di testi stranieri (greco, giapponese, arabo, etc), testo bidirezionale, maggiori possibilità di impaginazione (ad esempio testo su più colonne);
  • Supporto per i sistemi operativi a 64 bit;
  • Possibilità di anteprima completa del filmato direttamente sullo stage ("live stage rendering");
  • Possibilità di salvare e leggere file senza passare per linguaggi server-side.

Conclusioni

Questa release di Flash si prospetta ricca di novità, specialmente su aspetti che da diverse versioni venivano modificati solo in minima parte (basti pensare alle interpolazioni di movimento), inoltre è lecito aspettarsi una sempre maggior interazione tra i prodotti della suite (procedimento già avviato con la CS3), ma già soltanto le premesse finora conosciute lasciano supporre un ulteriore salto di qualità per Flash.


Ti consigliamo anche