Guida Bootstrap

7 aprile 2014

Il framework più utiizzato, il più imitato (20.000 fork su github), è nato nel nido di Twitter ed oggi è indipendente. Bootstrap può a buon diritto considerarsi il re dei framework per lo sviluppo di interfacce Web e lo standard de facto come punto di partenza in ambiti come la creazione di template HTML preconfezionati e temi per i principali CMS, soprattutto in un’ottica responsiva.

  1. 1. Introduzione a Bootstrap
  2. 2. Novità della versione 3 e supporto dei browser
  3. 3. Iniziare a usare Bootstrap: il download
  4. 4. Template HTML di partenza
  5. 5. Componenti di Bootstrap, una panoramica
  6. 6. Il progetto guida: la pagina Home
  7. 7. Il progetto guida: le pagine Portfolio e Contatti
  8. 8. Layout responsive con Bootstrap: la griglia
  9. 9. Layout responsivi: funzioni avanzate della griglia
  10. 10. La griglia, visibilità e disattivazione

Personalizzare Bootstrap

  1. 11. Personalizzare Bootstrap: strategie generali
  2. 12. Il pannello di personalizzazione di Bootstrap
  3. 13. Componenti aggiuntivi: generatori visuali di temi
  4. 14. Sovrascrivere i componenti di Bootstrap
  5. 15. Usare classi di modifica aggiuntive
  6. 16. Creare componenti custom a partire da quelli di Bootstrap
  7. 17. Uso dei componenti JavaScript: la Data API
    Inizializzazione e gestione dei plugin JavaScript
Se vuoi aggiornamenti su Guida Bootstrap inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
 
X
Se vuoi aggiornamenti su Guida Bootstrap

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy