Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

WordPress 6: le novità principali

WordPress 6: le feature principali della nuova versione per editing, gestione degli stili e utilizzo dei blocchi
WordPress 6: le feature principali della nuova versione per editing, gestione degli stili e utilizzo dei blocchi
Link copiato negli appunti

WordPress 6 ("Arturo") è la nuova major release del CMS Open Source realizzato in PHP creato da Matt Mullenweg, questa versione è il prodotto di mille interventi tecnici tra correzioni di bug, nuove feature e miglioramenti dedicati alle performance.

Come evidenziato dagli sviluppatori del progetto, la realizzazione di questo aggiornamento ha presentato diverse difficoltà connesse all'esigenza di rendere Gutenberg un editor ancora più completo, migliorare le funzionalità connesse ai blocchi e implementare il nuovo selettore di stile.

Analizziamo quindi le principali novità del progetto.

Editing con Gutenberg

L'esperienza di scrittura con Gutenberg risulta ora caratterizzata da un migliore gestione del workflow con la possibilità di selezionare più blocchi e apportare modifiche tramite una sola operazione.

Da segnalare anche la possibilità di trasformare i blocchi senza modificare lo stile scelto, creare nuovi pulsanti (conservando anche in questo caso lo stile utilizzato) e la possibilità di personalizzare icone social e tag cloud.

Selettore di stili

Fino ad ora per personalizzare un tema era necessario agire sul codice o ricorrere ad un builder come Elementor, diversamente l'unica scelta possibile era quella di cambiare tema.

Il selettore di stili permette invece di cambiare lo stile (forme, colori, posizionamento degli elementi, font..) di un layout con un semplice click, senza dover intervenire direttamente sul tema.

I template

WordPress 6 presenta 5 nuovi template: "Front Page", che mantiene lo stile della pagina principale, "Autore", per mostrare i post di un autore, "Categoria", per visualizzare gli ultimi articoli di un categoria, "Data", per mostrare i post pubblicati in un data specifica, e "Tag", per mostrare gli ultimi post legati ad un tag.

Interessante anche il miglioramento della procedura di modifica dei template con il pannello di inserimento sempre disponibile per includere velocemente componenti di layout e pattern.

I pattern

Il file theme.json permette la registrazione dei pattern dalla directory di questi ultimi consentendo di assegnare maggiore priorità a pattern specifici.

Essi saranno sempre disponibili per tutte le operazioni che richiedono l'utilizzo di pattern come per esempio la realizzazione di intestazioni o footer.

Controllo dei blocchi

La nuova versione permette di bloccare i blocchi, un'opzione che può essere comunque disattivata nel caso in cui si voglia spostare o addirittura eliminare un blocco.

Si tratta di una funzionalità pensata per gli sviluppatori che, dovendo consegnare un sito Web, desiderano che l'utente finale possa lavorare tranquillamente senza alterare il layout.

Modalità elenco

La modalità elenco è stata migliorata in modo da poter essere aperta o chiusa a seconda delle esigenze, di default apparirà chiusa ma si aprirà nel momento in cui verrà selezionato un blocco.

Sono disponibili delle scorciatoie per la selezione di più blocchi in contemporanea direttamente dalla modalità elenco.

 

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche