Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Fedora 37: in arrivo l'accesso illimitato Flathub

Fedora 37: Alcuni developer della distribuzione hanno proposto di rimuovere le limitazioni d'accesso ai Flathub package tramite GNOME Software
Fedora 37: Alcuni developer della distribuzione hanno proposto di rimuovere le limitazioni d'accesso ai Flathub package tramite GNOME Software
Link copiato negli appunti

Quest'oggi torniamo a parlare del ramo di sviluppo di Fedora 37, ovvero la futura stable release del progetto. I developer hanno in programma svariate novità interessanti per tale versione, come ad esempio la transizione completa ai pacchetti software RPM 4.18, ovvero la più recente versione del RPM Package Manager. Oltretutto è in programma l'implementazione di un nuovo default compilation flag, di un miglior supporto per gli zero touch onboarding/edge device oltre che di un sistema di firma dei pacchetti software. In questo articolo invece vogliamo parlavi delle novità che sono state proposte per quanto concerne la gestione dei pacchetti software Flatpak provenienti da Flathub. Alcuni mantainer infatti hanno proposto di abilitare l'accesso illimitato ai programmi presenti su Flathub direttamente da GNOME Software o dalla shell.

Il team di coder della distribuzione infatti filtra l'accesso a Flathub, l'app store dedicato ai programmi pacchettizzati tramite il formato Flatpak, tramite alcune impostazioni implementate all'interno del tool GNOME Software. In buona sostanza gli utenti del sistema non hanno accesso illimitato a tutte le applicazioni presenti su Flathub ma solo a quelle selezionate dai mantainer di Fedora. Si tratta di un'impostazione applicata per evitare che i pacchetti presenti nei repository della distribuzione possano sovrapporsi a quelli presenti su Flathub e vice versa.

Per evitare tale problematica dovrebbe essere presto inserita una regola in GNOME Software che indicherà al tool, in caso di sovrapposizioni, di privilegiare i Fedora Flatpak, bypassando dunque quelli presenti su Flathub. Tale scelta, se approvata in via definitiva, permetterà agli utenti Fedora di accedere direttamente dal proprio desktop ad un enorme bacino di applicativi.

Tuttavia non tutti i mantainer di Fedora sono d'accordo con tale impostazione. Questo perché i pacchetti su Flathub non devono rispettare i medesimi standard qualitativi e di sicurezza dei software presenti nei repository della distribuzione e questo potrebbe comportare in certi contesti una degradazione delle prestazioni del sistema oppure l'insorgere di bug o falle di sicurezza.

Ti consigliamo anche