Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Gmail: IA in arrivo, individuate tracce nel codice

Nel codice dell'app di Gmail per Android sono state trovate tracce di nuove funzioni che consentono di sfruttare l'IA generativa.
Nel codice dell'app di Gmail per Android sono state trovate tracce di nuove funzioni che consentono di sfruttare l'IA generativa.
Link copiato negli appunti

Ebbene sì, anche su Gmail è in dirittura d’arrivo l’intelligenza artificiale, che ormai tutte le aziende tech sembrano essere intenzionate a integrare in maniera più o meno capillare nei propri prodotti. La scorsa settimana, infatti, Google ha annunciato di voler introdurre l’IA generativa nel suo servizio di posta elettronica e nel corso delle ultime ore sono state rinvenute le prime tracce della cosa nel suo codice.

Gmail: tante nuove funzioni basate sull'IA generativa in arrivo

Il team di 9to5Google ha infatti decompilato l’app di Gmail per Android e ha individuato alcune delle novità relative all’AI che saranno implementate in futuro.

Andando più in dettaglio, è stato scovato un pulsante denominato “Aiutami a scrivere” nella schermata di composizione delle email, il quale permette di aprire una casella di testo con la scritta “Dì a Gmail cosa scrivere per te” in cui è possibile comporre una frase del tipo "Scrivi un'email di compleanno ad Alex che compie 23 anni" e altre richieste simili. Una volta completata la richiesta, è sufficiente sfiorare il tasto “Crea” per finalizzare l’operazione.

Google sta inoltre lavorando a una funzione denominata “Migliora il mio messaggio” che aiuta gli utenti ad ottimizzare un testo che è stato già scritto. La funzione è anch’essa accessibile tramite un tasto dedicato e una volta adoperata permette di creare una nuova versione di un messaggio già composto e di dare un voto all’IA. Il concetto è di rendere il messaggio più formale, di accorciarlo, elaborarlo meglio o ridurlo in un elenco puntato.

Un’altra funzione in arrivo è quella chiamata, come da tradizione in casa Google, “Mi sento fortunato” , la quale concede maggiore libertà all'IA, e pare debba venire implementata pure una feature denominata "Scrivi una bozza" per ricevere uno spunto iniziale.

Ti consigliamo anche