Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le migliori VPN per iOS (iPhone e iPad) del 2022

Link copiato negli appunti

Chi si muove spesso fuori casa per motivi di lavoro, studio o piacere farebbe bene a usare una VPN per iPhone e iPad se vuole proteggere il proprio dispositivo, soprattutto se ci si collega spesso alle reti Wi-Fi pubbliche presenti in aeroporto o in albergo, o se si accede ai siti italiani quando si è all'estero.

Nei capitoli che seguono è possibile trovare tutte le informazioni sul perché usare una VPN su iPhone e su iPad, quale Virtual private network scegliere per ottenere una protezione efficace e su come configurarne una sui dispositivi Apple.

Perché usare una VPN su iPhone o iPad

VPN su iPhone e iPad

Con una connessione VPN attiva possiamo proteggere qualsiasi iPhone o iPad efficacemente, evitando gli hacker, che spesso spiano le reti Wi-Fi pubbliche. Inoltre, cambiando l'indirizzo IP pubblico, si cifrerà il traffico in entrata e in uscita dal dispositivo, ottenendo così una navigazione anonima (se abbinata a un browser con modalità anonima).

Le connessioni VPN sono ottime anche per superare i blocchi geografici impostati da alcuni servizi, e per accedere ai servizi italiani quando siamo all'estero: chi programma un viaggio fuori dall'Italia deve puntare su una VPN per poter ottenere un indirizzo IP italiano e risultare sempre in Italia, da qualsiasi parte del mondo.

Una VPN è ottima anche per superare eventuali blocchi di rete basati sull'analisi dei pacchetti e per evitare i rallentamenti sulle connessioni filtrate: se un provider limita la velocità dei siti di streaming basandosi sul tipo di pacchetti scambiato, possiamo facilmente aggirare questo tipo di blocco avviando una connessione VPN e visitando il sito dove abbiamo riscontrato dei rallentamenti (problema tipico dei siti di streaming).

Quale VPN scegliere: le migliori per iPhone e iPad

Utilizzare una connessione VPN sicura è una priorità per la protezione dell’iPhone o iPad e, di conseguenza, per quella dei propri dati sensibili. È quindi opportuno scegliere un servizio VPN che sia all’altezza, per essere sicuri di navigare sul web senza correre alcun rischio (soprattutto se si usano spesso reti wifi pubbliche o condivise).

Abbiamo inserito qui di seguito una selezione dei migliori provider VPN premium che mettono a disposizione un’app per il sistema operativo iOS, quindi scaricabile su tutti i dispositivi mobile Apple.

Server
Dispositivi massimi supportati
Funziona con
Versione di prova gratuita
Server:
5400+ in 60 paesi
Dispositivi massimi supportati: fino a 6
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • Chrome OS
  • iOS
Versione di prova gratuita: Sì (rimborso garantito a 30 giorni)
Server:
3200+ in 65 paesi
Dispositivi massimi supportati: illimitati
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Versione di prova gratuita: Sì (rimborso garantito a 30 giorni)
Server:
750+ in 38 paesi
Dispositivi massimi supportati: illimitati
Funziona con:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
  • Smart TV
Versione di prova gratuita: Sì (rimborso garantito a 30 giorni)
Server:
7900+ in 91 paesi
Dispositivi massimi supportati: fino a 7
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
  • Smart TV
Versione di prova gratuita: Sì (rimborso garantito a 45 giorni)
Server:
6500+ in 78 paesi
Dispositivi massimi supportati: fino a 10
Funziona con:
  • Windows
  • Linux
  • Mac
  • Android
  • iOS
Versione di prova gratuita: Sì (rimborso garantito a 15 giorni)

NordVPN

NordVPN iPhone

Tra i migliori servizi VPN che è possibile attivare su iPhone e iPad spicca sicuramente NordVPN, un servizio dotato di server veloci e disseminati in ogni parte del mondo, con un'app studiata per la connessione rapida al miglior server disponibile e servizi di sicurezza aggiuntivi come la protezione dai leak DNS, monitor del Dark Web e filtraggio dei contenuti indesiderati dai siti.

Pro
Contro
Pro
  • Server VPN numerosi e veloci
  • Dark Web Monitor
  • Blocco dei contenuti web
Contro
  • Inutilizzabile in Cina
  • Split tunneling poco pratico
  • Login tramite interfaccia web

Surfshark VPN

Surfshark VPN

La configurazione di una VPN su iPhone e su tutti i dispositivi Apple può essere fatta anche tramite un altro valido servizio, Surfshark, che ha come principale vantaggio la possibilità di connettere un numero illimitato di dispositivi, caratteristica molto rara nel panorama delle VPN. Tra le altre caratteristiche troviamo un sistema di blocco per i contenuti web, sistema per il superamento dei firewall governativi (Camouflage Mode), connessione rapida al server più vicino, doppia connessione VPN e kill switch automatico.

Pro
Contro
Pro
  • Blocco dei contenuti web
  • Numero di dispositivi connessi illimitato
  • Supera facilmente i firewall governativi (Camouflage Mode)
Contro
  • Nessun indirizzo IP dedicato
  • Numero di server buono ma non eccezionale
  • Velocità medie buone ma non all'altezza dei concorrenti

Atlas VPN

AtlasVPN su iPhone

Uno dei servizi emergenti su cui è possibile puntare per proteggere la connessione su iPhone e iPad è Atlas VPN, un servizio completo dotato di server gratuiti (per testing), sistema di sblocco dei servizi di streaming, blocco dei malware e dei contenuti web indesiderati e server con un'ottima velocità, nonostante la rete non sia molto estesa.

Pro
Contro
Pro
  • Prova gratuita senza limiti
  • Blocco dei malware e dei contenuti web indesiderati
  • Dispositivi connessi illimitati
Contro
  • Servizio con sede negli Stati Uniti
  • Rete di server VPN piccola
  • Qualche problema di connessione nelle ore di punta

CyberGhost VPN

Cyberghost

Un altro dei migliori servizi per chi si sta chiedendo come e quale VPN attivare su iPhone e su iPad è senza ombra di dubbio CyberGhost, che unisce un prezzo d'abbonamento molto concorrenziale a caratteristiche degne di un servizio VPN di prima fascia, tra cui spicca una rete VPN molto estesa, velocità elevata in qualsiasi condizione di rete, server No Spy dedicati, indirizzo IP dedicato, sistema di blocco dei contenuti web e sblocco dei servizi di streaming.

Pro
Contro
Pro
  • Abbonamenti a prezzi competitivi
  • Split tunneling pratico ed efficace
  • Rete server molto estesa, con velocità elevate
Contro
  • Inutilizzabile in Cina
  • Limite di 7 dispositivi connessi contemporaneamente
  • Contatore delle ore e del traffico generato dal dispositivo

ExpressVPN

ExpressVPN su iPhone

Il servizio VPN più veloce che possiamo attivare sui dispositivi Apple è ExpressVPN, che vanta una rete di server molto estesa, ottimizzazioni mirate per la massima velocità, sblocco rapido dei servizi di streaming e sistema di generazione automatica di password sicure (da usare per iscriversi a nuovi servizi o per fare cambio di password).

Pro
Contro
Pro
  • Velocità eccezionale
  • Generatore di password incluso
  • Cifratura VPN avanzata (ChaCha20)
Contro
  • Abbonamenti costosi
  • Non funziona bene in Cina
  • Nessun indirizzo IP dedicato

Come configurare una VPN su iPhone e iPad

Configurare VPN Apple

La configurazione di una connessione VPN su iPhone e iPad è davvero molto semplice, al punto che anche utenti che non hanno mai impostato prima una VPN possono farlo in pochi passi.

Prima di tutto è necessario scegliere il servizio VPN preferito per iPhone e iPad, gratis o meno, creare un account utente (è fondamentale utilizzare un indirizzo di posta elettronica reale) e sottoscrivere un abbonamento per accedere a tutte le funzionalità previste e ai server più veloci. L'account utente può essere creato sia da Mac che da PC, anche se non è raro trovare i moduli da compilare direttamente dall'app del servizio (tutto dipende dal servizio VPN che si sceglie).

Dopo aver creato l'account sarà necessario aprire l'app desiderata, effettuare l'accesso con le credenziali e premere sul tasto di connessione per stabilire subito una connessione VPN sicura. Se l'account è stato creato direttamente all'interno dell'app, l'accesso alle funzioni sarà immediato, con il login effettuato automaticamente.

Dalle app VPN si può stabilire una connessione rapida (sarà l'app a scegliere il server migliore), aprire una mappa o una lista di nazioni, in modo da poter scegliere il server VPN a cui connettersi e quale indirizzo IP anonimo utilizzare.

Problemi ricorrenti nella configurazione e nell'utilizzo

I servizi VPN per iOS possono presentare qualche piccolo problema durante l’accesso o durante la connessione cifrata, rendendo quindi impossibile beneficiare della protezione. I problemi che coinvolgono le app VPN per iPhone e per iPad sono:

  • Impossibile connettersi al server VPN scelto
  • Impossibile avviare la VPN manuale
  • Server VPN lento
  • Chiusura inaspettata dell’app

Tutti i problemi elencati possono essere risolti con facilità disconnettendosi al server in uso e provando a riconnettersi alla stessa nazione, oppure specificando un diverso server.

Se il servizio VPN lo consente, si potrà scegliere un'altra città nella stessa nazione oppure uno degli altri server disponibili, preferendo quelli con un carico (load) inferiore.

La chiusura inaspettata dell'app può essere causata da un problema imprevisto dell'app stessa o del sistema operativo. In questi casi basterà aprire nuovamente l'app per ottenere di nuovo protezione. In questo scenario è di vitale importanza la funzione kill switch, che deve funzionare indipendentemente dallo stato dell'app: se l'app VPN si blocca o salta la connessione al server, il traffico in entrata e in uscita dal telefono o dal tablet è bloccato, evitando quindi fughe di dati o di informazioni fuori dalla VPN.

VPN gratis sono sicure su iPhone?

VPN free iPhone

Molti utenti utilizzano servizi VPN gratuiti per proteggere la connessione su dispositivi Apple. Questi servizi non permettono di raggiungere velocità elevate durante la connessione, oltre a presentare altri problemi anche gravi o limitanti, come la presenza di una scarsa scelta di server o l'utilizzo di protocolli di sicurezza poco efficaci o obsoleti.

I servizi gratuiti sono anche i più utilizzati per la loro natura, ma spesso forniscono così pochi server che bastano pochi utenti per rendere il servizio VPN free lento, al punto da renderlo del tutto inservibile.

A questo si aggiunge anche il problema della privacy: visto che mantenere dei server VPN costa (per le infrastrutture, la connessione Internet e per la corrente elettrica necessaria), molte aziende che offrono solo connessioni VPN gratuite non adottano una chiara politica no log, lasciando il sospetto che adottino come business plan la rivendita dei dati raccolti durante le connessioni.

Come usare una VPN free su iPhone o iPad

Se si vuole beneficiare della massima protezione anche con una VPN gratuita è necessario puntare sui servizi VPN che offrono una versione di prova gratuita o una chiara politica di reso (la classica garanzia "soddisfatti o rimborsati").

Analizzando la lista dei servizi VPN visti nella guida possiamo dirvi che Atlas VPN è l'unico che offre una versione totalmente gratuita, da utilizzare per testare i server dell'azienda e per prendere confidenza con l'app. I server non sono molti e non hanno velocità elevate, ma offrono un'ottima protezione e rispettano la politica no log dell'azienda.

In alternativa è possibile sottoscrivere un abbonamento con uno degli altri servizi analizzati in alto e beneficiare della garanzia soddisfatti e rimborsati entro 30 giorni: basterà acquistare l'abbonamento desiderato, provare tutte le funzioni del servizio e, se non si soddisfa o non vogliamo proseguire, annullare l'abbonamento e chiedere il rimborso della cifra spesa all'assistenza clienti.

Conclusioni

Anche su iPhone e iPad è possibile beneficiare di una protezione avanzata contro gli attacchi informatici, contro gli hacker o contro gli spyware utilizzando un servizio VPN premium, fornito tramite comode app facili da configurare e da utilizzare in ogni scenario. L'utilizzo di app dedicate rende molto più semplice avviare la connessione VPN quando si è fuori casa e si desidera connettersi a una rete Wi-Fi pubblica sconosciuta.

Molte app permettono anche di avviare automaticamente la connessione VPN quando ci si connette a nuove reti Wi-Fi, così da non subire mai una perdita di dati, un furto d'identità o un attacco informatico. NordVPN e CyberGhost sono senza ombra di dubbio i migliori servizi VPN per numero di server e funzionalità, mentre ExpressVPN è ottimo per chi vuole accedere ai servizi di streaming bloccati o vuole proteggere la connessione durante il gaming.

Atlas VPN e Surfshark sono due servizi economici e accessibili, con buone velocità di connessioni e funzioni avanzate pensate per l'utilizzo in qualsiasi scenario domestico o aziendale.

Domande frequenti sulle VPN per iPhone e iPad

Cosa vuol dire VPN su iPhone?

Con VPN su iPhone intendiamo una connessione cifrata effettuata tramite un tunnel dedicato tra il telefono e il server scelto, in modo da poter proteggere tutti i dati in transito ed ottenere un nuovo indirizzo IP (fondamentale per risultare anonimi in rete).

Qual è la migliore VPN per streaming su iPhone?

La migliore VPN per lo streaming su iPhone è senza ombra di dubbio ExpressVPN, che garantisce velocità molto elevate con qualsiasi server scelto e sistema di sblocco dei servizi di streaming bloccati in Italia.

Delle ottime alternative sono CyberGhost e NordVPN, che se la cavano bene con lo streaming in generale ma non raggiungono le velocità medie viste su ExpressVPN.

Qual è la migliore VPN per iPhone?

La migliore VPN da provare su iPhone è Surfshark, che può essere installata su un numero illimitato di dispositivi e fornisce degli strumenti di protezione aggiuntivi che fanno la differenza quando usiamo un iPhone.

Subito dopo Surfshark vi consigliamo di provare anche CyberGhost e NordVPN, davvero ottimi e con una rete VPN molto estesa. Il più veloce è ExpressVPN, mentre il più economico è Atlas VPN.

Una VPN può eludere le restrizioni dell'App Store per iPhone?

Anche se la VPN permette di ottenere un indirizzo IP diverso da quello ottenuto normalmente questo non è sufficiente per superare le restrizioni dell’App Store per iPhone, visto che Apple recupera le informazioni necessarie dall’account ID Apple (creato scegliendo la nazione Italia) e, nel caso di app a pagamento, analizzando il sistema di pagamento fornito in fase d’acquisto.

Se avevamo in mente di usare una VPN per ricevere subito gli aggiornamenti dell’iPhone o per installare delle app non disponibili su App Store dobbiamo per forza rinunciare a questa prospettiva, visto che l’unico metodo efficace per eludere le restrizioni dell’App Store per iPhone prevede la creazione di un nuovo account ID Apple, scegliendo la nazione desiderata nel form che si aprirà.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.