Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Dark web: cos'è, che contenuti si trovano, perché è pericoloso

Vediamo cosa sono Dark Web e Deep Web, che contenuti ospitano, come si accede e cosa fare per proteggere la propria sicurezza.
Vediamo cosa sono Dark Web e Deep Web, che contenuti ospitano, come si accede e cosa fare per proteggere la propria sicurezza.
Link copiato negli appunti

Tutto ciò che vediamo sul web tradizionale è solo la punta di un grande iceberg virtuale: "sotto" i siti più famosi ne sono presenti molti altri nascosti o accessibili solo a determinate condizioni che spesso possono nascondere insidie, contenuti illegali e quant'altro. La parte nascosta di Internet è nota con il termine Deep Web (o Web profondo), ma ancor più in profondità troviamo il Dark web (conosciuto anche con in nomi Darkweb, Dark net e Webdark) su cui ci concentreremo i questa guida.

Continuando nella lettura è possibile scoprire cos'è il dark web, cosa contiene al suo interno, come è possibile accedere al dark web, quali sono i rischi che si corrono e cosa possiamo fare per proteggerci durante la navigazione, oltre ad evitare di finire in qualche informazione o database illegittimo presente nel darkweb.

Cos'è il Dark Web

Composizione Dark web

Con questo termine indentifichiamo la parte di Internet dove sono presenti i siti nascosti, accessibili solo con un determinato browser e utilizzando connessioni speciali (Tor).

Non è possibile quindi accedere ai siti oscuri utilizzando un semplice browser e digitando il nome del sito su un motore di ricerca come Google: questi siti non vengono indicizzati dai motori di ricerca e i creatori di contenuti del darkweb si impegnano affinché la situazione resti così.

Queste caratteristiche li differenziano dai siti presenti invece nel deep web: questi ultimi possono anche essere indicizzati dai motori di ricerca (anche se nella maggior parte dei casi manca l'indicizzazione) ma non è possibile accedere al loro contenuto se non con account dedicati. Rientrano nel deep web i siti di home banking, la pagina personale di PayPal, la pagina personale di Amazon, la sezione staff di un forum o di un sito e molti altri siti simili.

Questi siti non hanno nulla a che fare con il dark web, dove sono presenti contenuti nascosti alla vista delle autorità e delle forze di polizia e dove è possibile trovare anche contenuti illeciti scambiati in completo anonimato.

Che siti e contenuti si trovano sul Dark Web

Contenuti Dark web

Come accennato nel capitolo precedente all'interno del "web oscuro" è possibile trovare siti che garantisco un alto livello di anonimato e sono accessibili solo a determinate condizioni (spesso fuori portata per un utente alle prime armi). I principali contenuti del darkweb sono:

  • armi, vendute e scambiate illegalmente tra gruppi di terroristi e gruppi paramilitari di tutto il mondo;
  • droga, anch'essa venduta al dettaglio e pagata con criptovalute non rintracciabili (come per esempio il Bitcoin);
  • database di password e account, trafugati dai PC, dai siti compromessi o dagli account online (tramite attacchi informatici) e messi in vendita dagli hacker;
  • carte di credito clonate, utilizzabili per frodi, per furti di denaro o per acquistare su Internet sotto falso nome;
  • documenti falsi di qualità, realizzati con strumenti talmente avanzati da poter ingannare i sistemi di riconoscimento e risultare perfettamente legali in ogni parte del mondo;
  • pornografia, con particolare enfasi alle categorie perseguite per legge e non accessibili sui siti pornografici tradizionali;
  • exploit basati su vulnerabilità non ancora scoperte, utilizzati dagli hacker per violare i sistemi informatici e per infettare nuovi dispositivi;
  • servizi illegali su commissione, con schiere di professionisti dediti alle attività illegali più disparate (dal semplice hacking fino all'omicidio su commissione);
  • malware, scaricabili liberamente o preparati su misura (dietro compenso) per colpire un determinato individuo, azienda o ente;
  • siti di controinformazione, specializzati nella diffusione di notizie censurate dai media internazionali, delle attività governative segrete e nella lotta alle censure dei più grandi paesi dittatoriali al mondo.

Tutte le attività indicate sono illegali nella maggior parte dei paesi del mondo, per questo motivo i gestori o gli organizzatori dei "siti oscuri" restringono notevolmente la cerchia di persone che può accedervi, per evitare infiltrazioni da parte delle forze dell'ordine o delle organizzazioni governative.

Come accedere al Dark Web

Darkweb

 

Accedere al darkweb non possiamo utilizzare un browser qualsiasi come Google Chrome o Microsoft Edge, così come non è possibile accedere ai siti oscuri semplicemente digitando un numero o un indirizzo nella barra superiore dei browser: questi siti non vogliono essere trovati ed è necessario prendere alcune precauzioni prima di poter anche solo "sbirciare" all'interno dell'angolo più oscuro di Internet.

Dark Web e browser

Per accedere ai siti oscuri è necessario disporre di uno speciale browser come Tor Browser, in grado di stabilire la connessione sicura e cifrata sulla rete Tor. Quest'ultima è una rete libera e accessibile a tutti in grado di mascherare l'IP di partenza di qualsiasi utente, in maniera del tutto simile ad una VPN (anche se con prestazioni inferiori).

Oltre a nascondere la connessione degli utenti la rete Tor offre accesso alla parte di dark web composto da siti .onion, che rappresentano la maggior parte dei contenuti presenti sul web oscuro.

Per riassumere quindi è possibile accedere al dark web utilizzando Tor browser come punto di partenza e, una volta aperto il browser e connessi alla rete Tor, digitare l'indirizzo .onion (di solito preceduto da stringhe alfanumeriche) per accedere al sito specifico del dark web, senza utilizzare motori di ricerca.

Anche se sembra molto semplice accedere a questi siti, la riservatezza e l'anonimato sono caratteristiche a cui gli organizzatori di siti oscuri tengono particolarmente: molti di essi forniscono l'indirizzo .onion solo a pochissimi membri selezionati e, nella maggior parte dei casi, questi siti vengono scambiati  senza lasciare tracce (annunci nascosti, scambio di biglietti, chiamate pubbliche, incontri dal vivo etc.) ed per evitare che un indirizzo possa essere intercettato e visionato dalle autorità.

Come accedere al Dark Web in sicurezza

Per accedere al dark web in sicurezza non è sufficiente utilizzare Tor Browser e la rete Tor: essi possono mascherare il nostro IP ma nulla possono contro gli attacchi informatici, i siti .onion spia e contro i malware che circolano spesso sui siti nascosti.

Per ottenere  il massimo della sicurezza è possibile scegliere una delle suite di sicurezza presenti qui in basso, in modo da poter navigare sui siti dark web senza compromettere il proprio computer e la privacy.

Caratteristiche
Sistemi Operativi
Versione di prova gratuita
Caratteristiche:
  • Fino a 5 dispositivi
  • Parental control
  • Protezione webcam
  • Leggero e affidabile
  • Protezione phishing
  • Backup su cloud da 50 GB
Sistemi Operativi:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Versione di prova gratuita:
Caratteristiche:
  • Dispositivi illimitati
  • Parental control
  • Protezione acquisti online
Sistemi Operativi:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Versione di prova gratuita:
Caratteristiche:
  • Fino a 10 dispositivi
  • Protezione webcam
  • Strumento anti-phishing
  • Leggero e affidabile
  • Parental control
Sistemi Operativi:
  • Windows
  • Mac
  • Android
  • iOS
Versione di prova gratuita:

I pericoli del Dark Web

Pericoli darkweb

Navigare sul dark web è molto pericoloso: basta anche un clic sbagliato per commettere un crimine o trovarsi in un mare di guai. Oltre alla navigazione il web oscuro è pericoloso anche per la mole di informazioni che ci circolano all'interno, di cui spesso siamo vittime inconsapevoli.

Il furto di identità

Molti utenti che subiscono un attacco informatico, un attacco malware, un attacco phishing o un furto d'identità rischiano di trovare le loro informazioni rivendute sul dark web. Nel web oscuro sono disponibili milioni di database di dati trafugati illegalmente contenenti username, password, indirizzi email, numeri di telefono e molto altro ancora e sono sempre di più i malintenzionati interessati a questa grande mole di dati (utile per portare a termine nuovi attacchi informatici, per violare velocemente i sistemi e per ricattare le persone).

L'unico modo per proteggersi dalla fuga di informazioni e dal furto d'identità è utilizzare una suite di sicurezza dotata di analisi del dark web. Le aziende di sicurezza informatica che offrono questo servizio scansionano periodicamente il web oscuro alla ricerca di informazioni associabili ai clienti paganti, inviando un avviso quando uno dei clienti è rimasto esposto e segnalando quali sono gli account  a rischio "hacker".

Conclusioni

Il dark web è una parte di Internet a cui non è possibile accedere facilmente e in cui è possibile cadere facilmente nell'illecito. L'elevato livello di riservatezza, la difficoltà d'accesso e il grande grado di omertà che gira dietro questi siti li ha resi molto pericolosi per qualsiasi utente, indipendentemente dal fatto che esso decida volontariamente di accedere al web oscuro o meno.

Molti degli attacchi informatici, dei furti d'identità e dei furti di denaro vengono portati avanti grazie alle informazioni e agli strumenti presenti all'interno del dark web: non è quindi sufficiente evitare di navigare su questi siti per stare al sicuro, ma dovremo giocoforza aumentare il nostro livello di sicurezza e proteggere adeguatamente la privacy dei nostri account online (e dei nostri dispositivi) per evitare di finire all'interno di qualche database illegale, prono per essere utilizzato dai pirati informatici per i più svariati scopi.

Il consiglio che possiamo dare è di evitare l'uso di un semplice antivirus o antimalware per i dispositivi di uso comune (come PC e smartphone) e di affidarci ad una suite di sicurezza che includa strumenti di controllo della privacy e del dark web: in uno dei capitoli della guida abbiamo mostrato una tabella dove sono presenti le migliori suite di sicurezza al mondo, in grado di proteggere anche dai pericoli del dark web.

Domande frequenti sul Dark Web

Che cosa si può trovare nel Darkweb?

Nel web oscuro (o darknet) possiamo trovare davvero di tutto: dalla droga alle armi fino ai virus e ai malware più avanzati per portare avanti attacchi informatici. All’interno del dark web troviamo anche le informazioni trafugate durante precedenti attacchi hacker, che vengono rivenduti al miglior offerente per rubare l’identità delle persone o per rubare denaro.

Perché il Dark Web (o il Deep web) è pericoloso?

Il web oscuro è molto pericolo da visitare, visto che nella maggior parte dei casi si avrà a che fare con delinquenti informatici che sfruttano questo angolo nascosto di Internet per vendere e acquistare prodotti illegali.

Il dark web è pericoloso anche per i database di informazioni illegali raccolte al suo interno: senza saperlo possiamo finire nelle mani di criminali informatici senza scrupoli, in grado di accedere a tutti i nostri account (con le credenziali trafugate in attacchi precedenti e rivendute nel web oscuro).

Il deep web non è di per sé pericoloso, visto che in esso troviamo tutti i siti che non vengono normalmente indicizzati dai motori di ricerca e a cui è possibile accedere solo conoscendo l’indirizzo giusto e le credenziali d’accesso (come per esempio siti di home-banking o le pagine personali dei siti di e-commerce).

Cos'è il deep web e come si accede?

Il deep web è la parte sommersa di Internet ed è accessibile solo dai siti a cui fanno riferimento o conoscendo precisamente l’indirizzo da visitare. Nel deep web troviamo quindi anche tutti i siti legittimi che ospitano un “dietro le quinte”, come il gestionale di un sito d’informazioni o una pagina personale di un determinato sito.

Solo una piccola parte del deep web è pericolosa e viene appunto identificata con il termine “dark web”.

Quanto è grande il Dark Web?

Rispondere a questa domanda è molto difficile, visto che molti contenuti del dark web sono conosciuti solo ai membri approvati (tipo “setta”). Il dark web è sotto costante vigilanza da parte delle autorità, delle aziende di sicurezza informatica e dei governi di tutto il mondo, che insieme stanano qualsiasi tipo di criminale o contenuto illecito nell’arco di pochi mesi.

Questo significa che ciò che funziona oggi potrebbe non funzionare domani o cambiare totalmente indirizzo o scopo d’attività: vista la “fluidità” mostrata da questo angolo del deep web viene facile immaginare che gran parte dei siti facili da raggiungere o con una certa fama  criminale sia ormai chiuso o non funzionante, mentre una piccolissima parte di siti illegali e nascosti continua a funzionare senza problemi.

Volendo a tutti i costi tirare i numeri viene facile immaginare che meno dell’1% dei siti presenti su Internet appartiene al dark web e, di questa percentuale, forse lo 0,1% è ancora funzionate e operativo.

Dare numeri precisi è impossibile ma anche analizzando le stime viene facile arrivare alla conclusione che il fenomeno per fortuna è molto circoscritto e che subisce cambiamenti così velocemente da non poter essere monitorato con efficacia.

Questo non significa che il dark web sia ormai spacciato o che non sia pericoloso: quei pochi siti funzionanti sono spesso luoghi di ritrovo per hacker di tutto il mondo e nessuno sa veramente cosa si scambiano, cosa si dicono e cosa stanno per organizzare.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.