Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Microsoft Teams ora è ottimizzato anche per i PC di fascia bassa

Microsoft Team ha spiegato come il processo di aggiornamento della sua app di videoconferenze sia ora compatibile con quasi tutti i dispositivi
Microsoft Team ha spiegato come il processo di aggiornamento della sua app di videoconferenze sia ora compatibile con quasi tutti i dispositivi
Link copiato negli appunti

Microsoft ha ridotto drasticamente i requisiti per poter utilizzare Microsoft Teams nelle chiamate e nelle riunioni da giugno 2020, migliorando la coerenza dell'esperienza e rendendola più compatibile con i dispositivi di fascia bassa.

Robert Aichner, Principal Group Program Manager di Microsoft, ha affermato oggi che Microsoft Teams ora utilizza fino al 50% in meno di energia durante scenari ad alta intensità energetica come riunioni tra più di 10 partecipanti in cui tutti hanno il video attivato.

Questi miglioramenti sono il risultato dell'isolamento e dell'ottimizzazione dei processi ad alta intensità energetica come l'acquisizione, la codifica e il rendering dei contenuti.

"Durante la nostra valutazione del processo di acquisizione video, ci siamo concentrati sull'ottimizzazione della fotocamera per ridurre le richieste alla CPU quando si utilizza il video nelle riunioni, migliorando le configurazioni, riducendo la complessità del codice per l'esposizione automatica, il bilanciamento del bianco automatico, l'alias automatico, con conseguente potenza ottenere una riduzione dalla fotocamera di bordo, miglioramenti della stabilità e processi di rilevamento dei volti", ha spiegato Aichner.

L'aggiornamento si è diviso in più fasi

I video in entrata possono avere risoluzioni diverse". Da giugno 2020, Microsoft ha lavorato per ridurre i requisiti di Teams e ha implementato miglioramenti in più fasi:

Ottobre 2020: acquisizione e ottimizzazione hardware e video (riducendo i carichi della CPU quando si utilizzano videocamere);
Febbraio 2021: consolidamento di più elementi dello schermo per un unico processo di rendering (miglioramenti nell'elaborazione di più flussi video nelle chiamate in conferenza);
Giugno 2021: rendering video diretto (rendering video direttamente sullo schermo anziché sul livello Web);
Novembre 2021: ottimizzazione del rendering con GPU (miglioramenti nell'utilizzo della scheda grafica per il rendering video);
Dicembre 2021: miglioramenti al rendering delle anteprime (ottimizzazione del rendering delle anteprime video delle videochiamate);

Microsoft ha ridotto significativamente i requisiti di potenza di rendering video combinando i flussi risultanti da operazioni di rendering video separate per ciascuna cella nella griglia video di una riunione e componendoli tutti in un unico video.

La casa produttrice di Redmond ha anche concentrato i suoi sforzi di ottimizzazione del consumo energetico per consentire ai team di sfruttare le risorse dell'unità di elaborazione grafica dedicate per migliorare ulteriormente le prestazioni di rendering video.

"Guardando al futuro, continueremo a lavorare a stretto contatto con i fornitori di chipset CPU e GPU per garantire che la prossima generazione sia ulteriormente ottimizzata per le videoconferenze ", ha aggiunto Aichner.

Ti consigliamo anche