Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

L'FBI conferma di aver acquisito lo spyware Pegasus

L'FBI ha confermato di aver comprato lo spyware Pegasus dell'israeliana NSO Group a scopo di test, non è mai stato usato nelle indagini.
L'FBI ha confermato di aver comprato lo spyware Pegasus dell'israeliana NSO Group a scopo di test, non è mai stato usato nelle indagini.
Link copiato negli appunti

Pegasus è un famigerato tool venduto dall'azienda israeliana NSO Group, adoperato per la messa a segno di una vasta campagna spyware attuata da diversi governi a partire dal 2006 con l'intento di spiare attivisti, giornalisti, avvocati e politici, sfruttando le vulnerabilità di WhatsApp e iMessage. Addirittura, alla fine del 2021, lo spyware è stato inserito nella Entity List del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti.

L'FBI ha comprato Pegasus, ma solo a scopo di test

Considerando i trascorsi, potrebbe quindi non sorprendere più di tanto sapere che l'FBI ha dichiarato di aver testato il noto spyware, facendo però ben presente che non è mai stato usato nelle indagini, ma solo ed esclusivamente per sperimentarne il funzionamento.

Riguardo alle motivazioni relative al test condotto, è stata rilasciata la seguente dichiarazione al The Washington Post.

L'FBI lavora in modo diligente per stare al passo con le tecnologie emergenti - non solo per esplorare un potenziale uso legale, ma anche per combattere la criminalità e per proteggere sia il popolo americano che le libertà civili. Ciò significa che identifichiamo, valutiamo e testiamo regolarmente soluzioni per una serie di motivi, inclusi possibili problemi di sicurezza che potrebbero finire nelle mani sbagliate. Non c'era uso operativo a sostegno di alcuna indagine, l'FBI si è procurata una licenza limitata solo per il test e la valutazione del prodotto.

Quello che non è chiaro è se l'FBI abbia utilizzato la versione "base" di Pegasus oppure quella modificata, denominata Phantom, in grado di intercettare anche le chiamate effettuate con numeri statunitensi e relativamente alla quale si sostiene che il Federal Bureau of Investigation abbia pagato 5 miliardi di dollari a NSO Group per la licenza.

Ti consigliamo anche