Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Fedora 36 beta rilasciata

Fedora 36 beta: ecco tutte le novità
Fedora 36 beta: ecco tutte le novità
Link copiato negli appunti

Il team di Fedora ha rilasciato una nuova release di testing del progetto. Fedora 36 beta consente agli utenti più curiosi di avere un assaggio delle novità che saranno presenti nella futura versione stabile della distribuzione. Uno degli update più interessanti che troviamo in tale build è il nuovo font di default chiamato Noto, che rende l'intero ambiente grafico più gradevole esteticamente rispetto al passato. In Fedora 36 beta il team di sviluppatori ha deciso di migrare completamente al nuovo display server Wayland nelle configurazioni hardware che adottano schede video Nvidia. Gli utenti che possiedono GPU AMD o Intel saranno invece invitati ad utilizzare la sessione di lavoro con Xorg.

Il desktop environment di riferimento di Fedora 36 beta è GNOME 42, ovvero l'ultima incarnazione del progetto software realizzato da Red Hat, la stessa azienda che supporta attivamente anche lo sviluppo di Fedora e la sua community di developer.

Ovviamente all'interno dei repostiory della distribuzione è possibile reperire anche Plasma KDE 5.24 ed LXQt 1.0. Quindi gli utenti interessanti ad ambienti grafici alternativi al classico GNOME troveranno tutto il necessario senza problemi.

Altre novità riguarda Cockpit, la web-based graphical interface sviluppata dal team di Fedora. Grazie a dei recenti aggiornamenti introdotti nel ramo di sviluppo ora tramite tale interfaccia web è possibile gestire facilmente i dischi condivisi in rete con i protocolli Samba ed NFS (Network File System).

Questo è un update che farà davvero felici gli amministratori di sistema che utilizzano Fedora Server Edition, ovvero l'edizione della distribuzione dedicata al mondo delle imprese. Con le nuove funzioni di Cockpit File Sharing è dunque possibile gestire i file presenti su più dischi e computer collocati all'interno della medesima rete locale da un unico pannello disponibile tramite browser web.

In Fedora 36 beta troviamo anche una serie di upgrade per i diversi pacchetti "core" del sistema, come ad esempio: Glibc 2.35, Autoconf 2.71, Golang 1.18, OpenJDK 17, LLVM 14, OpenSSL 3.0, PHP 8.1, Postman 4.0, PostgreSQL 14, Ruby e Rails 7.0.

 

Ti consigliamo anche