Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Debian 11.6: arrivati diversi security fix

Debian 11.6: i coder della "distribuzione universale" hanno rilasciato un nuovo update per il media d'installazione
Debian 11.6: i coder della "distribuzione universale" hanno rilasciato un nuovo update per il media d'installazione
Link copiato negli appunti

Il team di coder della "distribuzione universale" ha annunciato alla propria community di utenti ed appassionati il rilascio della nuova maintenance release di Debian "Bullseye". In tale upgrade possiamo reperire un vasto numero di security fix e bugfix di varia tipologia, che consentono concretamente di stabilizzare ed irrobustire maggiormente il codice dei pacchetti software contenuti nei file ISO del progetto. Debian 11.6 incorpora tutti gli aggiornamenti già presenti nel ramo stabile della distribuzione. Debian infatti è suddivisa in tre rami di sviluppo: stable, testing ed unstable.

In genere Debian stable è quello più indicato per le aziende in cerca di una piattaforma software dove poter sviluppare ed amministrare il proprio parco applicativi o di servizi web. Mentre Debian testing è l'edizione che viene più spesso utilizzata dalle distribuzioni derivate, come ad esempio Ubuntu o Linux Mint, perché contiene pacchetti più aggiornati rispetto a stable.  Per quanto concerne invece unstable, spesso chiamato anche Sid, questo è il vero e proprio ramo di testing di Debian ed è di fatto sconsigliato per gli ambienti di produzione.

Debian 11.6 beneficia ad esempio di una serie di regression fix per glibc, ovvero la libreria standard del C del progetto GNU (GNU Is Not Unit), e le CPU (Central Processing Unit) della serie Intel Haswell, inoltre gode di diversi upgrade per: i driver delle GPU (Graphics Processing Unit) Nvidia, delle build del kernel Linux 5.10, di PostgreSQL 13, un DBMS open source, e Postfix, un demone di posta SMTP (Simple Mail Transfer Protocol).

Si tratta quindi di una serie di aggiornamenti dedicati al media d'installazione del sistema operativo. Chi usa già in pianta stabile Debian non dovrà preoccuparsi di nulla, basta infatti aggiornare normalmente la distribuzione tramite la CLI (Command Line Interface) del gestore di pacchetti APT (Advanced Packaging Tool), oppure con uno dei tanti front-end come Synaptic o GNOME Software, per ricevere tutte le novità sopracitate nell'articolo.

Ti consigliamo anche