Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Full Stack Developer: Cosa fa, Competenze e Formazione

Il full stack developer conosce tutti gli aspetti della programmazione. Vediamo i compensi e le competenze che deve avere questa figura.
Il full stack developer conosce tutti gli aspetti della programmazione. Vediamo i compensi e le competenze che deve avere questa figura.
Link copiato negli appunti

Tra le competenze più ricercate degli ultimi anni ci sono sicuramente quelle del Full Stack Developer, una figura ormai fondamentale per lo sviluppo di applicazioni e siti web per ogni azienda che vuole posizionarsi all’interno del mercato odierno.
In sostanza un Full Stack Developer è la figura in grado di svolgere tutto il processo per lo sviluppo di applicativi web, non solo lato Front-End ma anche Back-End, per i quali ci sono anche delle figure specifiche, il Front-End Developer e il Back-End Developer.

Com’è facile intuire, le competenze di una figura del genere sono svariate, e comprendono la capacità di creazione dell’interfaccia di un Front-End e la progettazione di database, servizi e librerie software di un Back-End. Non a caso, lo stipendio di un Full Stack Developer e la sua formazione sono ben diversi dai classici sviluppatori.

In questo articolo daremo uno sguardo approfondito alla figura dello sviluppatore Full Stack, partendo dal suo significato e dalle sue mansioni principali.

Full stack developer: cosa significa e cosa fa

Full stack developer working

Il significato di Full Stack Developer si può comprendere partendo dalla definizione di Full Stack, ovvero l'insieme di un sistema o di un'applicazione informatica, comprendente sia il Front-End che il Back-End. Quindi, questa figura è un mix tra i Front-End Developer e i Back-End developer, come abbiamo accennato sopra.
Non a caso, il Full Stack Developer conosce tutta una serie di linguaggi di programmazione e, anche da solo, potrebbe iniziare e concludere lo sviluppo di un qualsiasi applicativo. Tuttavia, avendo diverse competenze trasversali, egli collabora generalmente col team di sviluppo, che comprende di solito figure specializzate in un certo ambito (ad esempio UX Design, Front-End o Back-End).
Anche dal punto di vista economico, lo stipendio di un Full Stack Developer è più elevato delle altre figure, in quanto rappresenta un punto di riferimento per l’intero team di sviluppo.
Lo sviluppatore Full Stack sa infatti gestire un DBMS, o Database management system, usare tecniche di debugging, progettare la UX degli utenti e operare con il data modeling.
Vediamo però più nel dettaglio quali sono le sue reali competenze.

*Paghi solo quando trovi lavoro

Competenze di uno sviluppatore full stack

 

Full Stack Developer. Competenze

Oltre alle competenze citate nel precedente paragrafo, un Full Stack web Developer deve ovviamente conoscere i linguaggi di programmazione. Tra questi citiamo sicuramente Java, Ruby, Python e PHP per il Back-End, mentre lato Front-End la figura dovrà essere preparata almeno su HTML, CSS e JavaScript.
Ci sono poi le librerie, senza le quali un Full Stack Developer non riuscirebbe a completare alcune fasi della progettazione. Tra queste citiamo React, che usa un linguaggio JavaScript e serve alla progettazione dell’interfaccia.

Ma non finisce qui, perché lo sviluppatore Full Stack è anche in grado di usare piattaforme per la costruzione di app web come Angular, o code editor per lo scripting come Visual Studio Code.
Quest’ultimo ha una grandissima varietà di funzioni, come il supporto per la code completion, che consentono al Full Stack web Developer di essere flessibile in base alle varie necessità del progetto commissionato.

Ci sono inoltre alcune piattaforme di base che tutti gli sviluppatori, sia Full Stack che non, dovrebbero conoscere: Github e Node.js.
La prima è una piattaforma che consente agli sviluppatori di confrontarsi con la stesura di codici, tant’è che viene definita come piattaforma di code sharing.
Node.js, invece, è un sistema open-source che permette di eseguire i codici JavaScript.

La lista continua con altri linguaggi di programmazione, librerie e framework che, generalmente, sono essenziali per diventare un Full Stack Developer.

    • Framework in base al linguaggio di programmazione:
      • Laravel (PHP);
      • Django (Python Full Stack);
      • Spring (Java Back-End);
      • Hibernate (Query);
      • Flask (Python Back-End).
    • Linguaggi di programmazione:
      • MySQL;
      • LAMP;
      • REST API.
    • Librerie:
      • Mustache;
      • EJS;
      • HandleBars;
      • Svelte;
      • Next.js.

In aggiunta, un Full Stack web Developer che si rispetti deve possedere determinate soft skill che, unite alle sue competenze dal punto di vista tecnico, sono cruciali per lavorare con il team di sviluppo.

Soft skill

Come in ogni lavoro, le soft skill aiutano ad ottenere risultati di maggiore qualità, soprattutto quando si lavora in gruppo. Un Full Stack Developer che non sa comunicare con il proprio team, per esempio, potrebbe avere seri problemi con la realizzazione finale di un prodotto, servizio o applicativo web.

In più, la figura dovrebbe possedere delle buone doti organizzative per assegnare i compiti ad ogni membro del team e gestire le proprie mansioni nel migliore dei modi.

Da ciò scaturisce il time-management, ovvero la gestione del tempo.

Se il progetto ha una scadenza nel breve termine, ad esempio, bisogna ottimizzare al massimo le tempistiche, visto che queste possono essere talvolta molto lunghe.
Ovviamente, non possono mancare creatività e senso estetico, in quanto il Full Stack Developer deve anche occuparsi dell’interfaccia utente, conosciuta ormai come UX Design.

Ultime ma non per importanza, la pazienza e l’attenzione al dettaglio giocano un ruolo essenziale: mantenere un atteggiamento calmo e positivo aiuta infatti a rimanere focalizzati al massimo sul progetto.
In sintesi, quindi, le soft skill richieste per diventare Full Stack Developer sono:

  • Time-management;
  • Pazienza;
  • Attenzione al dettaglio;
  • Capacità di lavorare in team e, quindi, di comunicazione;
  • Problem solving per risolvere bug o imprevisti;
  • Curiosità e creatività per sviluppare interfacce e dar vita a nuovi prodotti.

Ovviamente non tutte le soft skill si possono imparare con un corso Full Stack Developer, ma seguirne uno come quelli offerti da Html.it può dare molto di più delle semplice competenze tecniche.

Come diventare full stack developer

Adesso che conosciamo tutti gli aspetti principali del lavoro dello sviluppatore Full Stack, vediamo qual è il percorso che bisogna seguire per acquisire le competenze giuste.
Visto quanto guadagna un Full Stack Developer, infatti, sono tantissimi i giovani appassionati di informatica che vogliono cimentarsi in questa mansione ed essere soddisfatti sia dal punto di vista personale che economico.

La cosa più interessante è che non è necessario un titolo accademico, in quanto si può seguire un corso di Web Developer Full Stack fornito da Html.it. Con questi percorsi formativi si possono imparare non solo le basi, ma anche tutti gli aspetti specifici di questo lavoro richiesto dalle maggiori aziende internazionali.

D’altronde, il mercato del lavoro è sempre in costante evoluzione, e ci sono ad oggi oltre 100.000 posizioni aperte come programmatori Full Stack Web. Tra l’altro, i corsi di formazione di Html.it sono 100% online e possono essere seguiti da qualsiasi parte del mondo.

Come se non bastasse, la formula 0 rischi consente di seguire il corso e pagare dopo due anni dal termine dello stesso, in modo da non doversi sentire limitati economicamente per migliorare la propria posizione professionale.

Ecco alcune delle principali competenze che si possono acquisire:

  • Costruzione siti web dinamici
  • Creare applicazioni web complesse
  • Utilizzare framework front-end e back-end
  • Interagire con i database

In più, sono presenti simulazioni, challenge e persino un career coach personale.

Strumenti di lavoro del Full Stack Developer

Ci sono alcuni strumenti di lavoro che, anche se sembrano poco utili, possono risultare essenziali per questo lavoro. D’altronde, non bisogna soltanto diventare Full Stack Developer per essere riconosciuti come esperti, ma anche usare i tool giusti al momento giusto.

Uno strumento come Backbone.js, per esempio, consente di aggiungere struttura al codice JavaScript. Converte quindi i dati in modelli, potendoli gestire con maggiore facilità e riuscendo di conseguenza a sviluppare applicativi mantenendo il codice organizzato e lineare.

CodePen, invece, è un ambiente di sviluppo web creato generalmente per web designer e sviluppatori front-end e, in qualità di sviluppatori Full-Stack web, sappiamo già che è necessario essere competenti sia nello sviluppo Front-End che Back-End.
CodePen facilita appunto la creazione di siti web e la loro distribuzione, riuscendo a supportare numerosi framework e librerie come React, ottenendo quindi maggiore versatilità e supporto.

Un terzo tool da non sottovalutare, soprattutto per progetti di grandi dimensioni, è TypeScript. Si tratta di un superset di Javascript compilabile in JS, ed eseguibile su qualsiasi browser o dispositivo. Con questo si può compilare un codice sfruttando diverse librerie JS, visto che si tratta di uno strumento open-source in costante aggiornamento.

Stipendio e carriera del full stack developer

Abbiamo già accennato che lo stipendio di un Full Stack Developer è elevato rispetto alle figure di Back-End e Front-End e, com’è facile intuire, è molto più alto dello stipendio di un dipendente medio di altri settori.

Se un normale sviluppatore junior può aspirare ad una RAL di circa 25.000€, uno sviluppatore Full Stack Web parte da una base che si aggira intorno ai 30.000€ lordi annui. Ovviamente, più si avanza con la carriera più i guadagni possono salire.

Una figura mid-level, ad esempio, può aspirare ai 35-40.000€ annui, mentre una figura senior può arrivare a guadagnare fino a 50-55.000€. Questo, logicamente, senza contare i benefit delle varie aziende che, nella maggior parte dei casi, offrono computer aziendali e possibilità di lavorare completamente da remoto.

Le carte in tavola cambiano se si viene assunti all’estero o, comunque, da un’azienda estera. Nel Regno Unito, infatti, lo stipendio può toccare le 60.000 sterline annue, mentre negli Stati Uniti un Full Stack Developer con anni di esperienza alle spalle può guadagnare anche 100.000$ all’anno.

Per quanto riguarda la carriera, invece, tutto varia in base alla propria personalità. Alcuni seguono un percorso lineare passando dalla figura Junior alla figura Senior.
Altri, però, preferiscono specializzarsi in un ramo specifico, come per esempio il Front-End o il Back-End. Tutto dipende, in poche parole, dalla propria attitudine e dai propri obiettivi professionali ed economici.

Chi vuole ottenere soddisfazioni dal punto di vista dello stipendio preferirà sicuramente diventare una figura Senior, soprattutto dopo aver visto le cifre che abbiamo appena mostrato.

*Paghi solo quando trovi lavoro

Conclusioni

Abbiamo appurato che diventare un Full Stack Developer, magari seguendo uno dei corsi di Html.it che propone soluzioni molto vantaggiose, può portare tantissime soddisfazioni sia a livello professionale che economico.

Essendo un lavoro che richiede tante competenze, infatti, uno sviluppatore del genere può prendere spesso le decisioni in quanto è l’unico a conoscere determinati aspetti di un progetto. Ovviamente si tratta di un lavoro di grossa responsabilità, e proprio per questo motivo tantissime aziende cercano personale qualificato che possa sviluppare i loro prodotti.

D’altronde, nell’era di Internet e della tecnologia, ogni società ha bisogno di siti funzionanti e app reattive e scattanti, in modo da soddisfare tutte le richieste dell’utente. Ecco perché sia il Full Stack Developer che gli sviluppatori Front-End e Back-End sono tra le figure più ricercate del momento.