Tailwind CSS è un framework CSS che si propone come alternativa a soluzioni più tradizionali ed abbondantemente diffuse come Bootstrap o w3.css. Rispetto a questi ultimi, Tailwind CSS si contraddistingue per l’approccio diverso, non più basato su classi che realizzano elementi già preconfenzionati, bensì sfruttando una serie di classi di utility per implementare le nostre idee direttamente nelle pagine HTML.

Nonostante Tailwind offra un ampio insieme di funzionalità, è comunque possibile aggiungere nuove funzionalità tramite plugin esterni: vediamo come fare.

Il design della user experience (UX) e delle interfacce (user interface, UI) è il primo passo verso la realizzazione di siti web moderni e professionali. Questa guida introduce il lettore al mondo delle interfacce web responsive, coprendo vari aspetti multidisciplinari: dalla progettazione allo sviluppo, con focus sul flusso di lavoro, gli strumenti, i trend ed i design pattern moderni.

I principali strumenti per il design di un’interfaccia web: dai wireframe ai principal tool di editing grafico, quali Photoshop, Sketch e Gravit.

Impariamo a gestire correttamente il responsive design, sfruttando nel modo più opportuno le classi fornite dal framework Tailwind CSS

I colori sono fondamentali in Tailwind CSS. Ci sono molti colori e palette già pronti, ma è bene configurarli opportunamente, alleggerendo il CSS generato.

Impariamo cosa rappresentano i temi su Tailwind CSS, e come possiamo modificarli e/o estenderli agendo su specifiche sezioni del file di configurazione.

Impariamo ad installare il framework Tailwind CSS, conoscendone i file di configurazione ed in che modo essi possono essere generati automaticamente.