Guida GraphQL
  • 7 lezioni
  • Facile

GraphQL è un query language nato per superare le limitazioni di REST, e spesso usato insieme ai database NoSQL. Questa guida ne descrive le principali caratteristiche nei dettagli, mostrando come realizzare un servizio GraphQL e come implementare un client con i principali linguaggi di programmazione moderni.

Sfruttare la libreria Nodes per implementare un client GraphQL su Java: ecco tutto ciò che serve per eseguire query e mutation.

Git è uno dei principali sistemi di versioning, ma può essere sfruttato anche per archiviazione, nonché come database NoSQL chiave-valore: ecco come.

Imparare a definire un semplice client Javascript in grado di interagire con un servizio GraphQL, sfruttando o meno Node.js.

Come realizzare un semplice servizio di esempio basato sul paradigma di GraphQL, utilizzando Javascript ed il framework Node.js.

GraphQL è un query language nato per superare le limitazioni di REST, e spesso usato insieme ai database NoSQL: eccone le principali caratteristiche.

Le principali caratteristiche di base di GraphQL: i tipi di dato supportati, ed i concetti di query e mutation, che sostituiscono i metodi HTTP su REST.

I database più usati nell’ambito dell’IoT sono in genere NoSQL. Eppure, anche i DB relazionali possono essere ottimizzati: ecco alcuni consigli utili.

Un esempio completo ed esaustivo che esemplifica il funzionamento di un database non relazione (NoSQL), basato sul DBMS Redis.