Alcuni semplice esempi pratici che mostrano come gestire le date quando programmiamo su Kotlin, sfruttando (in modo analogo a Java) le DateTime API.

Così come avviene in Java, anche Kotlin supporta l’utilizzo degli Stream, mediante le Stream API: in questa lezione vedremo come utilizzarli.

Kotlin supporta una serie di strutture dati (mutabili e non), derivate da Java: ecco quindi come utilizzare liste, set e mappe.

Su Kotlin, le classi unificano ciò che in altri linguaggi è implementato con costrutti distinti: ecco cosa sono data class, enum class e sealed class.

Usare il progetto Apollo per implementare un client GraphQL per Android: ecco tutto ciò che serve per generare codice Java ed eseguire query e mutation.

Il linguaggio Kotlin supporta la programmazione orientata agli oggetti, e quindi l’ereditarietà: dall’estensione delle classi, all’override dei metodi.