Tramite la costruzione di un semplice web responder passo passo avremo modo di configurare opportunamente un ambiente di lavoro java EE che utilizzi sia hibernate che struts 2 (e i relativi bean).

Gli Interceptor di Struts 2, classi stateless, che non mantengono uno stato tra invocazioni successive e che possono essere invocate automaticamente prima e dopo una Action

Creazione di un’applicazione Web in grado di cambiare la lingua di visualizzazione, in base alle impostazioni del browser, sfruttando il framework Struts 2

Primo esempio d’uso con la nuova versione del framework Struts, molto diverso rispetto alla versione precedente

Alla fine di questo articolo saremo in grado di reperire dati persistenti da database MySQL utilizzando il progetto Jakarta Commons DBCP con il framework Struts.

Può essere necessario creare un applicazione in più lingue, in questo caso, il framework Struts ci mette a disposizione due componenti i18n

Esaminiamo come applicare i tag dalla libreria di Struts, utilizzare bean ActionForm e DynaActionForm e incorporare viste in applicazioni Struts

Vediamo come può essere estesa la classe ActionMapping per fornire informazioni di mapping specializzate all’ActionServlet