Apache Karaf, la guida
  • 4 lezioni
  • Difficile

Una guida dettagliata sui concetti di base di Apache Karaf, un container leggero, flessibile e scalabile implementazione di OSGi (Open Service Gateway Initiative, specifica che consente di creare applicazioni modulari). Come installare e lanciare il container, come deployare le componenti (bundle) e come gestire il ciclo di vita di queste ultime.

Una panoramica delle principali funzionalità della console di amministrazione Web. Gli strumenti per gestire le features del container, i bundle installati, i file di configurazione e i file di log.

Scopriamo l’importanza delle feature in Apache Karaf a partire dal ruolo svolto dal descrittore nell’installazione delle componenti. I comandi più importanti per la gestione delle feature e un esempio di installazione della webconsole.

Scopriamo le operazioni necessarie per la creazione di un primo bundle “hello-world” per Apache Karaf utilizzando Maven e automatizzando la creazione del file MANIFEST.MF. I comandi per visualizzare la lista dei bundle, avviare l’ultimo bundle creato e arrestarlo.

Introduzione ad Apache Karaf: le principali caratteristiche di questo container per la gestione del ciclo di vita dei moduli OSGi, la struttura delle directory, la sua semplice procedura d’installazione e i principali comandi da utilizzare tramite la Console di amministrazione.

Apache Ant è uno degli strumenti di build più diffusi: permette di definire diverse operazioni (task) per la gestione del […]

Cobertura è un tool di code coverage, assai utile se si sviluppa con approccio test-driven in quanto permette di analizzare […]