Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Flusso di lavoro

I primi passi con il flusso di lavoro di Lightroom, tra l'importazione delle immagini e la raccolta delle stesse nel Catalogo.
I primi passi con il flusso di lavoro di Lightroom, tra l'importazione delle immagini e la raccolta delle stesse nel Catalogo.
Link copiato negli appunti

In questa lezione impareremo come avviare un flusso di lavoro in Lightroom, partendo dall'importazione di un catalogo di fotografie, come ad esempio il trasferimento di immagini da una scheda SD, fino all'esportazione di un file.

Quella proposta sarà una panoramica molto generica del flusso di lavoro, poi approfondita nelle future lezioni, tuttavia essenziale per cominciare a comprendere come iniziare a muoversi nell'interfaccia di Lightroom Classic CC.

Importare i file

Si tratti di una fonte esterna, come appunto una scheda SD, oppure dell'aggiunta di una cartella già presente sul computer, per inserire i file fotografici in Adobe Lightroom bisognerà selezionare l'icona "+" dal pannello Cartelle, nel riquadro di sinistra.

Intuitivamente, appare evidente come questa funzione permetterà di inserire i file nel nostro Catalogo di lavorazione. In Figura 1 possiamo apprendere come aggiungere una cartella di lavoro, scegliendola dalla finestra di dialogo Gestione Risorse: nel nostro esempio, abbiamo 5 foto che verranno caricate virtualmente nel software e, quindi, visualizzate nell'area centrale dell'interfaccia.

Figura 1. Aggiungere una cartella al Catalogo (click per ingrandire)

Aggiungere una cartella al Catalogo

A questo punto Lightroom ci indirizza alla finestra di dialogo di importazione, dove potremo vedere un'anteprima degli scatti e impostare alcune opzioni relative all'importazione stessa dei file. Ad esempio, il comando "Non importare i possibili duplicati", ci permette di evitare doppioni di una stessa foto, oppure possiamo inserire parole chiave al gruppo di scatti, come riportato in Figura 2.

Figura 2. Opzioni d'importazione (click per ingrandire)

Opzioni d'importazione

Dopo aver definito le modalità di importazione che preferiamo, basterà selezionare il tasto Importa per passare all'ambiente di lavoro Libreria.

Vediamo ora nel dettaglio gli elementi che contraddistinguono questo ambiente di lavoro. La colonna a sinistra, come abbiamo visto, serve principalmente a determinare la scelta dei file da importare, mostrarci lo stato del nostro catalogo fotografico e offrire dei servizi di pubblicazione online. Inoltre nella parte alta vediamo il Navigatore, strumento che ci permette di ingrandire lo scatto singolo, di visualizzarlo adattato allo schermo e, attraverso il mirino, di trovare la nostra posizione sulla foto. Questa funzione è utile in caso di importanti ingrandimenti, come mostrato in Figura 3.

Figura 3. Elementi di gestione delle risorse (click per ingrandire)

Elementi di gestione delle risorse

Nella parte centrale dell'interfaccia abbiamo a disposizione le anteprime delle nostre foto. Se passiamo con il mouse su una di queste anteprime, possiamo visualizzare alcune opzioni applicabili velocemente: la possibilità di aggiungere uno scatto alla Raccolta Rapida, ovvero un gruppo temporaneo di foto, l'opportunità di assegnare delle stelle di apprezzamento che fungano da filtro e quella di ruotare uno scatto.

Nella parte bassa dell'area centrale è posizionata una barra per determinare la modalità di visualizzazione dei file: la vista griglia mostra tutte le foto presenti all'interno della cartella, la vista lentino ingrandisce uno scatto selezionato, la vista confronto mette affiancati lo scatto originale e quello che stiamo elaborando, la vista persone indicizza tutti i volti presenti nei nostri scatti.

Inoltre sono presenti le opzioni del tool Spray. Bisognerà per prima cosa impostare delle opzioni - tra le quali Parola chiave, Etichetta, Valutazione - quindi, selezionando l'icona bomboletta spray, potremo propagare queste impostazioni a tutti i file che desideriamo. Una panoramica dell’area centrale dell'interfaccia è illustrata in Figura 4.

Figura 4. Area centrale dell'interfaccia (click per ingrandire)

Area centrale dell'interfaccia

Il flusso di lavoro si conclude con l'interazione con gli strumenti della colonna a destra. Nel nostro caso, ovvero l'ambiente Libreria, abbiamo a disposizione strumenti di sviluppo rapido e di inserimento dei metadati per una futura ricerca nell'archivio, come evidenziato in Figura 5.

Figura 5. Pannello Sviluppo rapido e Metadati (click per ingrandire)

Pannello Sviluppo rapido e Metadati

In definitiva, il flusso di lavoro illustrato in questo articolo si articola in questo modo: importazione dei file da fonte esterna o da disco fisso, impostazione dei parametri di scrematura degli scatti e, infine, inserimento di metadati utili a una ricerca futura.Questo per quanto riguarda l'ambiente Libreria che, in effetti, è l'ambiente di costituzione di un catalogo di foto sulle quali lavorare.


Ti consigliamo anche