Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Selezione ad aree attive

Con la selezione ad aree attive, Photoshop CC 2014 rende immediato scontornare e isolare un elemento di una foto da uno sfondo complesso.
Con la selezione ad aree attive, Photoshop CC 2014 rende immediato scontornare e isolare un elemento di una foto da uno sfondo complesso.
Link copiato negli appunti

L'isolamento di una sagoma dal suo sfondo è una delle operazioni più difficili, e forse più noiose, che il designer si trova a dover compiere. Nonostante negli anni Adobe abbia introdotto diversi strumenti per facilitare il compito, in particolare dalla CS5 in poi, per le fotografie dai colori complessi non resta che armarsi di buona pazienza con la gomma, la bacchetta magica, la selezione rapida e centinaia di maschere di livello. Photoshop CC 2014 risolve questo problema con uno strumento che ha del magico: la selezione ad aree attive.

Con questa nuova feature, Photoshop è in grado di analizzare tonalità e ombre per individuare ogni singola forma presente in un immagine, da selezionare o isolare in pochissimi click. Veloce, rapida ed efficiente, di seguito il suo funzionamento.

Selezione ad aree attive: istruzioni

Si ipotizzi di dover gestire uno scatto naturale, come la farfalla su sfondo verde in Figura 1, dove le varie sfumature non permettono agli strumenti rapidi - come la bacchetta - di tratteggiare in modo definito la sagoma. La soluzione non è armarsi di gomma e maschera di livello, bensì scegliere Area di Interesse dal menu Selezione.

Figura 1. Aree di interesse (click per ingrandire)

Aree di interesse

Verrà mostrata a schermo un'apposita finestra, con diverse opzioni. Se si presta attenzione all'angolo inferiore di sinistra, si noterà una rotella di caricamento: Photoshop sta analizzando l'immagine e, dopo pochi secondi, ne fornirà una prima elaborazione approssimativa.

Figura 2. Interfaccia e caricamento (click per ingrandire)

Interfaccia e caricamento

Il primo passaggio automatico, così come già accennato, porta alla definizione di un'iniziale approssimazione: come mostrato chiaramente in Figura 3, gran parte della farfalla è stata isolata ma rimangono delle parti di sfondo ancora da eliminare.

Figura 3. Isolamento automatico (click per ingrandire)

Isolamento automatico

Per rimuovere le parti in eccesso, non si procede ovviamente con la gomma. Dalla finestra dell'interfaccia, alla sinistra della sezione Parametri, si trovano due icone a pennello: una con il segno "+", l'altra con il suo opposto "-". Questi strumenti permetteranno di aggiungere o rimuovere elementi a piacere dall'isolamento. Ma non serve affatto seguire il profilo della sagoma, in questo caso le ali della farfalla, basta effettuare un piccolo segno - anche solo un puntino - sull'area da gestire: Photoshop capirà come quella parte sia da rimuovere o aggiungere e farà il resto. In Figura 4 la farfalla completamente scontornata, con pochissimi click e senza fatica alcuna.

Figura 4. Isolamento completo (click per ingrandire)

Isolamento completo

Trattandosi di una prima operazione, è normale che i contorni appaiano ruvidi e quadrettati: in questo caso, tornano utili le opzioni presenti nell'interfaccia. Semplicemente spuntando Sfuma Bordo si ha un notevole miglioramento, così come mostrato in Figura 5, ma in caso non si fosse soddisfatti basta cliccare sul tasto Migliora Bordo per accedere alla canonica funzione introdotta già ai tempi della CS5. La leva Intervallo di Fuoco sotto a Parametri, invece, permette di regolare a piacere la sensibilità del riconoscimento effettuato dal programma.

Figura 5. Bordi sfumati (click per ingrandire)

Bordi sfumati

Non a tutti, però, quello sfondo bianco risulterà utile, anche perché eventuali piccoli errori tendono a confondersi con un layout così chiaro. Per risolvere questo intoppo, e procedere a un isolamento ancora più fedele, basta agire sul menu a tendina Anteprima e scegliere una delle opzioni disponibili. Fra le tante la cornice tratteggiata, la maschera a sovrapposizione, la sagoma bianca su fondo nero, su fondo trasparente e molte altre ancora.

Figura 6. Anteprima (click per ingrandire)

Anteprima

Raggiunto un livello di precisione adeguato, non resta che utilizzare quanto isolato nel proprio layout. Anche in questo caso Photoshop fornisce una lunga serie di funzionalità utili, per adattarsi alle più svariate esigenze: si può realizzare una semplice selezione sull'immagine originale, elaborare una maschera di livello, un nuovo livello con maschera e addirittura un nuovo documento. Una soluzione comodissima e immediata, considerato come l'intero processo - dall'apertura dell'immagine al risultato finale - non richieda più di cinque minuti.

Figura 7. Usi finali (click per ingrandire)

Usi finali

Nelle prossime lezioni, si continuerà a esplorare le novità di Photoshop CC versione 2014, in particolare sulle nuove feature contestuali e sulle sfumature legate ai tracciati.

Credit immagine:
Farfalla Blu -
Pixabay


Ti consigliamo anche