Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Gli aggiornamenti di macOS

Come utilizzare il tool "Aggiornamento Software" per mantenere aggiornato macOS e tutti i software Apple presenti nel sistema
Come utilizzare il tool "Aggiornamento Software" per mantenere aggiornato macOS e tutti i software Apple presenti nel sistema
Link copiato negli appunti

Quarto appuntamento con la nostra serie di articoli dedicati al tuning delle prestazioni di macOS. Nella precedente lezione abbiamo affrontato il discorso riguardante le metodologie migliori per rimuovere il software inutilizzato, liberando dunque spazio sul disco e massimizzando le performance del sistema.

Oggi invece affronteremo le operazioni di aggiornamento del sistema operativo.

Scaricare ed installare gli upgrade di macOS permette di accedere alle più recenti innovazioni tecniche sviluppate dai developer Apple, quindi quella di verificare la disponibilità di nuovi update è un'operazione che andrebbe svolta con regolarità per assicurarci di ottenere sempre le massime prestazioni dal nostro Mac.

Tramite gli aggiornamenti del sistema, oltre a massimizzare le performance del computer, è possibile accedere sempre alle ultime funzionalità disponibili. Non di rado infatti Cupertino implementa nuove feature tramite i minor upgrade.

Installare gli update ci da accesso anche a bugfix e patch che migliorano la sicurezza del dispositivo, questo perché nel tempo vengono scoperte nuove vulnerabilità software, anche gravi, normalmente etichettate dai ricercatori di sicurezza con la sigla CVE (Common Vulnerabilities and Exposures).

In alcuni casi, quando non corrette, tali falle potrebbero consentire ad un attaccante di eseguire un'escalation dei privilegi da remoto e di prendere possesso del device tramite exploit che sfruttano difetti nel codice di macOS o di un software di terze parti.

Una volta all'interno del sistema gli attaccanti possono operare sottrazioni di dati o installare malware. Purtroppo esistono diversi virus informatici anche per macOS, come ad esempio i temuti ransomware, eseguibili malevoli che bloccano l'accesso ai dati tramite cifratura richiedendo un riscatto per riabilitare la lettura.

Ovviamente, oltre al sistema operativo è necessario tenere aggiornate le applicazioni di terze parti che abbiamo installato sul Mac. Dunque se vogliamo ottenere il massimo delle performance da parte di un applicativo, e al contempo tutelarci da possibili furti di dati o instabilità, dobbiamo tenerlo aggiornato tramite l'App Store o sfruttare le funzioni dedicate agli upgrade al suo interno.

Eseguire un aggiornamento di sistema in macOS è davvero semplice e l'intera operazione viene svolta tramite un comodo tool integrato. L'utente deve unicamente immettere le sue credenziali per richiedere il download e l'installazione degli update.

Solitamente al termine della procedura viene richiesto un reboot del Mac, dunque è bene eseguire gli aggiornamenti solo quando non si stanno svolgendo dei task essenziali, diversamente il riavvio del dispositivo potrebbe comportare una perdita di tutti i dati che non sono stati salvati in precedenza.

Il nostro consiglio quello è di svolgere tale operazione al termine della giornata lavorativa, cosi da poter lasciare lavorare macOS senza problemi.

Tenere aggiornato macOS

Aggiornare il sistema operativo è un'operazione che può essere svolta da chiunque, anche da coloro che sono appena approdanti nel mondo Mac.

Il tutto infatti viene svolto tramite la pratica utility chiamata "Aggiornamento Software". Questo potente tool integrato si occupa di eseguire il download, l'installazione ed ovviamente la configurazione dei pacchetti di update.

L'utente quindi non deve fare altro che avviare questo servizio ed attendere che il computer esegua tutta la procedura autonomamente.

Quindi per controllare la disponibilità di un aggiramento rechiamoci sul pannello di controllo del sistema e apriamo il Launchpad tramite l'apposita icona sul dock in basso a sinistra.

Fatto questo, digitiamo "Preferenza di Sistema" nella barra di ricerca.

Preferenze di Sistema

In alternativa possiamo cliccare sul menu "Mela" presente in alto a sinistra sul Desktop e successivamente selezionare l'omonima voce.

Preferenze di Sistema

Arrivati a questo punto ci ritroveremo davanti ad una finestra con una serie di sezioni, quella che ci interessa è quella chiamata "Aggiornamento Software". Clicchiamo su di essa con il mouse per eseguire il tool dedicato all'update di macOS. 

Possiamo richiamare questo programma anche tramite Spotlight, premendo quindi il tasto F4 e scrivendone il nome.

aggiornamento software

Dopo aver aperto l'utility partirà in automatico la ricerca di un nuovo upgrade.

Prima di avviare gli aggiornamenti è consigliabile assicurarsi che tutte le voci presenti all'intero della sottosezione "Avanzate", presente in basso a destra, siano spuntante.

Dunque, tramite il tasto sinistro del mouse o con un singolo dito sul trackpad, clicchiamo sulla voce relativa a tale opzione per verificare che tutto sia stato selezionato correttamente.

aggiornamento software

Ora possiamo dare finalmente il via all'update cliccando sull'apposita voce "Aggiorna Ora" posizionata in alto a destra nel pannello.

Nel caso in cui il livello della batteria sia troppo basso macOS ci consiglierà di collegare il caricatore per poter proseguire. Inoltre prima di avviare il download ci verrà richiesto di accettare il contratto di servizio del software.

aggiornamento software

aggiornamento software

Dopo aver cliccato su "accetta" macOS inizierà a scaricare i pacchetti necessari.

Il tempo di attesa dipende dal tipo di connessioni ad Internet di cui si dispone, se si ha accesso a reti FTTC (Fiber to the Cabinet) o FTTH (Fiber to the Home) le tempistiche saranno brevi.

Al contrario con una disponibilità di banda ridotta l'attesa potrebbe rivelarsi anche molto prolungata.

aggiornamento software

Come scritto in precedenza il procedimento è completamente automatizzato e l'utente non dovrà intervenire ulteriormente.

Basterà quindi attendere il termine del download e dell'installazione per ricevere un messaggio da parte di macOS che ci comunicherà la necessità di un riavvio del sistema per concretizzare l'update.

Clicchiamo dunque su "Riavvia" ed attendiamo che il Mac completi l'operazione, in ogni caso non dovrebbe essere necessario attendere più di qualche minuto.

aggiornamento software

Oltre a maOS, tramite il tool "Aggiornamento Software" vengono aggiornate anche tutte le applicazioni sviluppate da Apple presenti nel sistema, come ad esempio: il browser Safari, l'app Messaggi, il client di posta Mail, il programma Musica, l'applicativo Foto, FaceTime ed il Calendario.


Ti consigliamo anche