Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Cloud Hosting monodominio e multidominio

Impariamo a conoscere in cosa differiscono le offerte Cloud Hosting di Aruba Business monodominio e multidominio.
Impariamo a conoscere in cosa differiscono le offerte Cloud Hosting di Aruba Business monodominio e multidominio.
Link copiato negli appunti

Il servizio Cloud Hosting offre una grande configurabilità e possibilità di gestione, grazie ai pannelli di cui si è parlato nella lezione precedente.

Uno degli aspetti più interessanti consiste nella possibilità di richiedere un servizio monodominio o multidominio. Questi hanno molte caratteristiche in comune, ma ci sono dei tratti distintivi che li differenziano notevolmente. Un’opportunità simile va letta come l’occasione che Aruba offre per usufruire di tale servizio a livello differente, passando dalla gestione di un singolo sito Internet fino alla gestione di molti domini differenti.

Entriamo nel dettaglio.

Monodominio e multidominio: cosa hanno in comune

Ciò che sarà comunque offerto indipendentemente dalla scelta del servizio consiste in:

  • Spazio disco illimitato. Aruba Business offre tale risorsa su disco a stato solido, cosiddetto SSD (solid-state drive), aumentando così le prestazioni e riducendo rischi di guasto;
  • Database illimitati da 1 Gigabyte su SSD;
  • Stessi pannelli di gestione. Per l’amministrazione dei domini si può utilizzare Plesk – per Linux e Windows – o cPanel, solo per Linux;
  • Avanzati protocolli di Rete. L’hosting Aruba Business è incentrato al massimo sulla sicurezza e l’efficienza pertanto contempla tutti i protocolli più sicuri come FTPS e HTTP/2;
  • Traffico illimitato, opzione molto importante per poter sfruttare al massimo e senza costi aggiuntivi le risorse che vengono offerte;
  • sistema integrato per la gestione dei picchi che permette, impostando almeno 128 MB di RAM sul dominio, di avere a disposizione 1 GB in più per affrontare adeguatamente situazioni critiche;
  • Linguaggio PHP4 e versioni precedenti (fino alla 5.6);
  • tool e applicazioni tra cui WordPress toolkit per Plesk Obsidian, FileManager, Cron Jobs e Softaculous.

Monodominio e multidominio: cosa li differenzia

Tutto ciò che differenzia le due offerte è ravvisabile proprio nella possibilità di gestire più domini. Ecco una descrizione dettagliata delle differenze:

  • Domini e sottodomini: come si può immaginare questo, è un punto focale della questione. Al momento dell’attivazione del servizio viene fornito un dominio di partenza in entrambi i casi, ma proseguendo l’attività l’accesso multidominio offre fino a 10 sottodomini e siti web illimitati, mentre nel caso monodominio si potrà avere un solo sito web e al massimo dieci sottodomini;
  • Le caselle di posta elettronica verranno anche queste proporzionate all’occorrenza. Mentre chi ha un accesso monodominio potrà usufruire di 10 e-mail da 2 Gigabyte (suddivise in 1 Gigabyte Inbox ed un altro in web storage), nel caso del multidominio si avrà la medesima quantità di indirizzi ma per ogni singolo dominio gestito;
  • La memoria RAM totale assegnata consisterà in 1 Gigabyte per il monodominio e sarà configurabile da un minimo di 2 Gigabyte ad un massimo di 8 Gigabyte per un pacchetto multidominio (il singolo dominio potrà arrivare fino a 4 GB di RAM).

 Gestione del piano hosting

Una volta che si accede al pannello di gestione, si può visualizzare l’elenco dei servizi seguendo il menù GESTISCI > Servizi. Apparirà una tabella in cui ogni riga specificherà un servizio acquistato e all’estrema destra presenterà il link Dettagli ed in alcuni casi Strumenti.

Tramite tali link si potrà accedere a funzionalità importanti tra cui:

  • upgrade del servizio hosting sia per monodominio sia per multidominio;
  • distribuzione della RAM, solo per multidominio.

Entriamo nel dettaglio di queste possibilità distinguendo nei vari casi.

Upgrade di hosting monodominio

Nel caso di un upgrade di un hosting monodominio, dal link Dettagli si giunge alla pagina di gestione dove si potrà attivare il link Upgrade per la sezione Utilizzo RAM:

In questo modo, potremo accedere al pannello di configurazione della RAM:

Tramite un menu a tendina, si potrà scegliere la quantità di RAM da avere a disposizione. Si noti, però, che ciò ricalcolerà il prezzo del servizio; inoltre – come spiegato chiaramente dall’annotazione visibile in figura – ciò trasformerà il proprio piano in multidominio.

Upgrade di hosting multidominio e distribuzione della RAM

Per un hosting multidominio, si passerà dal link Utilizzo RAM ottenibile dal sottomenu di Strumenti per giungere alla pagina Distribuzione RAM

Qui verranno mostrati i comandi per la nuova impostazione della memoria RAM:

Notiamo che la RAM totale per questo hosting consta di 2048 MB di cui disponibili 1536. I 512 MB impiegati sono stati suddivisi nei due server riportati nella tabella.

Si potrebbe procedere all’upgrade della RAM mediante il pulsante arancione Upgrade il che porterà ad un’interfaccia con menù a tendina per la nuova assegnazione oppure si potrà ridistribuire la RAM sui vari server semplicemente agendo sui relativi controlli e confermando con il pulsante APPLICA.

Qualora ve ne fosse la possibilità il pulsante Upgrade potrebbe essere accompagnato anche dall’analogo Downgrade per la riduzione della RAM.


Ti consigliamo anche