Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Introduzione a Photoshop CS6 e Photoshop CC

Note introduttive alla guida di Photoshop CS6 e CC, con le novità sui programmi, le differenze con la CS5 e le istruzioni di download.
Note introduttive alla guida di Photoshop CS6 e CC, con le novità sui programmi, le differenze con la CS5 e le istruzioni di download.
Link copiato negli appunti

Photoshop CS6 nasce per migliorare e rendere immediata l'esperienza di editing e fotoritocco per tutti gli appassionati che, da decenni, si avvalgono della suite creativa Adobe per le loro necessità grafiche. Sia legato al passato che immerso nel futuro della fotografia digitale, il programma semplifica le operazioni classiche, ne introduce di inedite e ottimizza la gestione delle risorse del computer, per risultati più precisi ma anche decisamente più rapidi. Nel giugno del 2013, inoltre, Adobe ha introdotto Photoshop CC, il successore della CS6 incluso nella sua Creative Cloud, che proprio con la precedente edizione condivide gran parte delle feature.

Da Photoshop CS5 a Photoshop CC

Photoshop CS5 ha segnato una vera rivoluzione nel mondo Adobe, con la facilità con cui ha reso immediate operazioni solo pochi anni fa complesse e dispendiose in termini di tempo e di risorse. Basti pensare, ad esempio, come la suite permetta di scontornare figure irregolari in pochi click o al riempimento in base al contenuto, uno strumento che praticamente ha reso obsoleto il timbro clone.

Photoshop CS6 si inserisce - e migliora notevolmente - sul percorso del suo predecessore, prendendone le funzioni più gettonate e rendendole ancora più performanti. Gli strumenti in grado di operare in base al contenuto diventano ora sensibili al contesto, ovvero in grado di "leggere" cosa sia rappresentato nell'immagine per spostamenti, modifiche al volo, patch di porzioni di uno scatto davvero indolori. L'elaborazione dei filtri più complicati diventa immediata grazie al nuovo Adobe Mercury Graphics Engine, un metodo proprietario di accelerazione hardware che combina la capacità di calcolo di CPU e GPU per risultati visivi fulminei. Un'interfaccia ammodernata, il miglioramento di funzioni tradizionali come quella del ritaglio, la piena compatibilità con le gesture di trackpad multitouch e tavolette grafiche professionali, ne completano infine la dotazione, trasformando il grafico - e soprattutto le sue mani - in un artista padrone del software.

Photoshop CC inaugura invece una nuova modalità per l'utilizzo dei software Adobe: non più il pagamento del programma in un'unica soluzione, bensì un abbonamento mensile ricco di opzioni aggiuntive, come la condivisione sulla nuvola o lo sharing semplificato di Behance. Decisamente simile a Photoshop CS6, di cui eredita anche l'interfaccia, il programma di fotoritocco vede l'introduzione di nuovi filtri dalle alte performance - come il magico effetto antimosso - e altre novità minori.

Contenuti

Date le premesse descritte poc'anzi, per questa guida si è deciso di concentrarsi sulle innovazioni di Photoshop CS6 e CC piuttosto che sulla disanima completa di tutte le parti. Per le operazioni di base, o comunque quelle rimaste immutate nel tempo, si consiglia la lettura della precedente guida a Photoshop CS5.

Indice

  • Capitolo 1 - Strumenti per le immagini in Photoshop CS6: dall'interfaccia rinnovata agli strumenti di taglio facilitato, passando per i filtri web-oriented, le funzioni sensibili al contesto e per qualche nozione di pittura;
  • Capitolo 2 - Le innovazioni di Photoshop CC: una breve disamina dei punti di sovrapposizione tra CS6 e CC, con l'aggiunta delle feature innovative del filtro antimosso, dell'upscaling intelligente e molto altro ancora;
  • Capitolo 3 - Strumenti per il 3D: rapido excursus delle funzioni di 3D facilitato del software Adobe, con l'elaborazione di scritte e immagini prospettiche.

Download e installazione

Per gli scopi di questa guida, si sfrutterà prima la CS6 per passare alla CC in un secondo momento. Photoshop CS6 è disponibile per il download dalle pagine ufficiali del sito Adobe: il software è distribuito sia per Windows che per Mac, mentre per Linux sarà necessario avvalersi di Wine, con tutte le limitazioni del caso.

Per poter procedere allo scaricamento, bisogna assicurarsi che il proprio browser disponga di Javascript attivato, necessario per avviare il downloader ufficiale di Adobe. Una volta scaricato il file, della dimensione superiore a 1 Gb, basterà lanciare l'apposito installer sia su Windows che su Mac, seguendo le istruzioni a schermo. Per terminare la procedura, è necessario che tutti i browser Web siano chiusi.

Photoshop CS6 è disponibile sia in versione standard che Extended, quest'ultima comprensiva delle feature video e 3D. Il pacchetto scaricato sarà una versione trial funzionante senza limitazioni per 30 giorni, dopodiché sarà necessario inserire l'apposita seriale di conferma dell'acquisto.

Qualora si preferisse installare direttamente Photoshop CC, si seguano le specifiche istruzioni riportate nella lezione 11.


Ti consigliamo anche