Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Gestione cartelle

La gestione delle cartelle in Canva, sia per la versione gratuita che per quella a pagamento, per riordinare facilmente i propri progetti.
La gestione delle cartelle in Canva, sia per la versione gratuita che per quella a pagamento, per riordinare facilmente i propri progetti.
Link copiato negli appunti

Canva è basato su un workflow di tipo agile: questo significa che permette di creare e gestire i nostri contenuti come se si fosse sul computer personale, approfittando di una gestione a cartelle direttamente dal browser e delle potenzialità della connessione alla Rete. Questo ci permette di avere sempre accesso ai nostri lavori da qualsiasi posizione e dispositivo, si tratti di un computer, di un tablet o di uno smartphone.

Nella sua versione gratuita, Canva offre la possibilità di creare due cartelle, tuttavia le alternative aumentano quando si passa a un account premium.

Essendo uno strumento web, la sua migliore caratteristica è la possibilità di condividere il nostro lavoro con altre persone, senza sforzo: è davvero semplice creare una cartella e condividerla con altri utenti. Inoltre, una cartella può essere utile per organizzare il lavoro, ad esempio per cliente, e per archiviare i nostri file e averli sempre a disposizione, senza dover usare memorie esterne o altri sistemi di salvataggio.

Vediamo ora il procedimento di gestione delle cartelle in Canva. Come possiamo notare in Figura 1, i comandi di gestione sono raggruppati nella colonna sinistra. Per creare una cartella basterà premere il tasto Aggiungi Cartella.

Figura 1. Creare una cartella (click per ingrandire)

Creare una cartella

Non appena selezioniamo la creazione di una cartella, appare un campo nel quale inserire il nome del progetto. Basterà digitare l’etichetta e premere invio per confermare la nostra scelta. Se non effettuiamo subito questa azione, la cartella verrà semplicemente chiamata Cartella senza Titolo.

A questo punto, sembrerebbero mancare tutte le opzioni di gestione della cartella. In realtà, per effettuare azioni di modifica, cancellazione e condivisione bisognerà entrare nella cartella stessa, posizionandosi sull’etichetta appena creata, come illustrato in Figura 2.

Figura 2. Gestione opzioni della cartella (click per ingrandire)

Gestione opzioni della cartella

Una volta entrati nella cartella, possiamo notare una fascia in alto, dove sarà possibile inserire, o modificare, il nome, la sua descrizione e quanti progetti sono stati inseriti al suo interno. Da qui è anche possibile eliminare la cartella appena creata ed eseguire l’opzione di condivisione, come illustrato in Figura 3.

Figura 3. Eliminare e condividere una cartella (click per ingrandire)

Eliminare e condividere una cartella

Tornando alla Figura 1, possiamo notare come, a fianco del tasto Aggiungi Cartella, sia presente un contatore che ci segnala il numero di cartelle create. Questa indicazione è utile soprattutto quando si usa la versione gratuita, per tenere sotto controllo il limite di cartelle fornite dall’account senza costi aggiuntivi.

Vediamo ora come inserire in una cartella un contenuto creato in precedenza.

Torniamo alla pagina iniziale, cliccando il tasto Tutti i tuoi Progetti, e cerchiamo l’anteprima del file che desideriamo inserire nella cartella appena creata. Come possiamo vedere in Figura 4, quando passiamo il mouse sull’immagine appaiono tre sfere nell’angolo in alto a destra della stessa. Quando selezioniamo questa icona, appare un menu specifico per l'immagine. Tra le opzioni a disposizione, dobbiamo selezionare Sposta nella Cartella. Questo comando comporta l'apertura di una seconda tendina con ulteriori opzioni: la possibilità di cercare una specifica cartella, nel caso fossero molte, e la lista delle cartelle create. Selezionando l’etichetta di una cartella, il file viene di fatto inserito al suo interno.

Figura 4. Spostare un file in una cartella (click per ingrandire)

Spostare un file in una cartella

Spostandoci all’interno della cartella, possiamo notare come il contatore dei contenuti al suo interno si sia aggiornato automaticamente.


Ti consigliamo anche