Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Come e quale linguaggio scegliere

Linguaggi e tipologie di applicazione
Linguaggi e tipologie di applicazione
Link copiato negli appunti

Adesso è opportuno parlare delle varie applicazioni dei linguaggi di programmazione che, per loro natura, possono fare benissimo alcune cose e male altre. Per questo qui di seguito verranno menzionati i maggiori campi in cui viene applicata la programmazione e i linguaggi più adatti a tale campo:

  • Applicazioni Matematiche o di Ricerca: per questo tipo di programmazione i linguaggi più adatti sono ancora il Fortran e l'Algol, non tanto perché non si possano creare linguaggi più versatili o potenti, ma solo perché dalla loro creazione è stato scritto ogni genere di programma matematico basato e quindi non è economicamente pensabile convertire tutto il codice già esistente per un altro linguaggio di programmazione. Ad oggi esistono però molti applicativi (il più famoso di tutti è il Matlab) usati in ambito universitario che hanno potenzialità maggiori in termini di prestazioni e di rappresentazione grafica, ma rimangono solamente ad uso e consumo dei pochi interessati che studiano materie scientifiche/ingegneristiche. Naturalmente per soluzioni o sviluppi proprietari viene molto usato anche il C++.
  • Sistemi Operativi: La programmazione di un sistema operativo richiede il controllo di tutte le risorse del computer e ciò è possibile solamente scrivendo il motore del sistema operativo nel linguaggio più vicino al linguaggio macchina, ovvero l'Assembler il quale è estremamente potente, ma anche estremamente difficile da imparare e, soprattutto, da usare bene; le parti restanti del sistema operativo (ad esempio l'interfaccia con l'utente) generalmente vengono scritte in C o in C++.
  • Programmi Gestionali: La programmazione di gestionali segue due filoni ben distinti; da una parte c'è chi scrive i programmi utilizzando Visual Basic, e che quindi girano solo su Windows; dall'altra parte, invece, c'è chi utilizza il C/C++ su sistemi operativi Unix (o come si chiama ora, OpenServer) o Linux.
    La scelta su quale linguaggio usare è totalmente libera, bisogna però considerare quale sistema operativo useranno maggiormente i nostri clienti.
  • Programmi per Windows: Oggi come oggi per creare un programma Windows esistono molti linguaggi, primo tra tutti il Visual Basic, i più famosi poi sono il Visual C++, Delphi (l'evoluzione visuale del Pascal) e Java. Insomma per Windows la scelta è libera vista l'ampia fetta di mercato ricoperta da questo Sistema Operativo.
  • Programmi MultiPiattaforma: Ad oggi l'unico vero linguaggio di programmazione MultiPiattaforma rimane il Java, che pur con le sue pecche, permette di creare programmi che possono girare indistintamente su Windows, su Macintosh, su Linux (con molti problemi), in remoto su pagine internet o, addirittura, su elettrodomestici o cellulari. Il punto di forza di Java rimane la Java Virtual Machine che, una volta installata su una periferica o un sistema operativo permette di eseguire i programmi Java senza problemi legati all'hardware o alla diversa impostazione dei sistemi operativi.
    Bisogna però dire che si stanno affacciando sul mercato possibili realtà concorrenti come Kylix, il Delphi per Linux, o la piattaforma .NET, nata da e per Windows, ma che sta subendo il porting su Linux.
  • Programmi di Apprendimento: Nei licei e nelle università per insegnare a programmare utilizzano principalmente tre linguaggi, l'HTML, il Pascal e il C++. Premesso che ciò varia molto da scuola a scuola e da università ad università, si può dire che questi linguaggi sono ottimi per imparare a programmare, soprattutto il Pascal, che come abbiamo detto la precedente lezione, è nato proprio per insegnare le basi della programmazione.
  • Creazione di Giochi: Lo sviluppo di videogiochi avviene principalmente utilizzando il C++ e in alcune occasioni (per migliorare la velocità della grafica) anche l'Assembler. Bisogna dire però che possono essere creati semplici videogiochi anche utilizzando il Java ed il Flash, anche se quest'ultimo non può essere considerato un vero linguaggio di programmazione.
  • Sviluppo Siti Dinamici: Per lo sviluppo di siti dinamici, invece, si possono utilizzare molti linguaggi, come il Perl, l'Asp o il Php. Recentemente stanno emergendo anche Python, Zope (che utilizza il Python) e Jsp, un linguaggio di scripting che utilizza le librerie di java.

Il succo della storia è che la scelta è vostra e và ponderata considerando "cosa" e "per chi" volete iniziare a programmare.


Ti consigliamo anche