Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le impostazioni per il sistema

Vediamo le impostazioni per il debug, per la cache, per i log e le sessioni
Vediamo le impostazioni per il debug, per la cache, per i log e le sessioni
Link copiato negli appunti

Le impostazioni per il sistema

Sempre nel menu "Global Configuration" dell'area di amministrazione di Joomla è disponibile la sotto-sezione "System" attraverso la quale sarà possibile definire alcune impostazioni relative al sistema; sulla sinistra della finestra è presente il modulo intitolato "System Settings".

Figura 16. Impostazioni per il sistema
(clic per ingrandire)


Impostazioni per il sistema

In esso, la voce "Secret" è relativa ad una stringa alfanumerica composta da maiuscole e minuscole che viene prodotta automaticamente ad ogni nuova installazione di Joomla, si tratta di un valore che viene utilizzato per questioni legate alla sicurezza.

Grazie a questo form sarà possibile definire anche il percorso alla cartella in cui dovranno essere salvati i file di log (registrazione cronologica) relativi all'attività dell'applicazione. Di particolare interesse è il campo relativo alla voce "Web services", attraverso di esso sarà possibile stabilire se utilizzare il supporto di Joomla per l'RPC (Remote Procedure Calls) tramite il protocollo di comunicazione HTTP e il metalinguaggio XML come standard per l'encoding; di default questa possibilità è disattivata.

Infine, sarà possibile definire il server di aiuto con le informazioni necessarie per l'amministrazione di Joomla tramite il Pannello di controllo, in questo caso il valore predefinito è quello relativo al Wiki di Joomla in lingua lingua Inglese.

Sulla destra della schermata sono disponibili alcune opzioni di configurazione più interessanti dal punto di vista tecnico, il primo form riguarda nello specifico i settaggi relativi al debugging, cioè l'attività di rilevazione di bug (errori e in alcuni casi vulnerabilità) all'interno dell'applicazione.

Figura 17. Impostazioni per il debug
(clic per ingrandire)


Impostazioni per il debug

In questo caso le opzioni disponibili sono due:

  1. "Debug System": se abilitata consente di visualizzare le informazioni prodotte dalle operazioni di debugging, queste verranno stampate a fondo pagina sia nell'area di amministrazione che nelle pagine del front-end; è chiaro che attivare questa opzione durante la fase di produzione (messa on line) di un sito Web, non è consigliabile in quanto, oltre a "sporcare" le pagine con notifiche che non sono di particolare interesse per gli utenti, possono fornire ad eventuali utenti malintenzionati delle informazioni utilizzabili per condurre degli attacchi da remoto;
  2. "Debug Language": permette di selezionare gli indicatori di debugging per i file di lingua del Content Manager; se abilitata, questa impostazione funziona anche nel caso in cui sia stata disattivata l'opzione "Debug System", in tal caso però non verranno messe a disposizione informazioni utili per il debugging.

Al di sotto del modulo precedente è posizionato il form per le impostazioni riguardanti il sistema di cache dell'applicazione, cioè la "memoria temporanea" che ha il compito di memorizzare tutti quei dati, per esempio i risultati dell'esecuzione delle query, che potranno essere velocemente recuperati in seguito per fornire risorse in risposta alle richieste da parte dei browser.

Figura 18. Impostazioni cache
(clic per ingrandire)


Impostazioni cache

La cache di Joomla è disabilitata come impostazione predefinita, se si desidera attivarla sarà possibile scegliere tra caching conservativa e caching progressiva, la seconda è una novità della versione 1.6 del CMS, essa permette di generare uno snapshot ("istantanea") di ciascun modulo impostato e di ciascuna pagina, questo settaggio, che coinvolge praticamente tutti i moduli, opera come una sorta di livello al di sopra del modulo per la gestione della cache e memorizza un set di moduli per il rendering (resa grafica).

I dati della cache potranno essere memorizzati su file, in questo caso sarà necessario che alle cartelle in cui essi vengono registrati siano associati i necessari permessi per la scrittura; l'utilizzatore potrà determinare la durata del "ciclo di vita" dei file di cache prima che questi vengano ricreati, di default il valore impostato è di 15 minuti.

Infine, è disponibile il modulo per le impostazione riguardanti le sessioni.

Figura 19. Impostazioni sessioni
(clic per ingrandire)


Impostazioni sessioni

Il valore relativo alla durata prevista per le sessioni potrà essere definito in minuti, se per esempio si imposta questo parametro su "15", una sessione di autenticazione scadrà automaticamente (auto-logout) dopo un quarto d'ora di inattività; il "Session Handler" (Gestore di Sessioni) è un meccanismo utilizzato dal Content Manager per identificare un utente al momento dell'identificazione senza la necessità di generare cookies persistenti, se questa impostazione è abilitata, per la memorizzazione delle sessioni sarà possibile utilizzare il database di Joomla.


Ti consigliamo anche