Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Introduzione a Microsoft Application Hub

Come funziona il marketplace Microsoft e come iniziare a creare un account
Come funziona il marketplace Microsoft e come iniziare a creare un account
Link copiato negli appunti

Questo capitolo introduce il Marketplace di Windows Phone 7 che è stato aperto al pubblico l'11 ottobre 2010 e le novità introdotte con l'arrivo della seconda versione, nome in codice Mango. Vedremo insieme, dopo una breve introduzione, le varie pagine di gestione delle applicazioni utilizzando il nostro account reale e dimostrandone l'utilizzo con immagini reali di nostre applicazioni pubblicate.

Dal 21 ottobre 2010, data in cui Microsoft ha lanciato Windows Phone 7 è passata diversa acqua sotto i ponti:

  • Il 7 novembre 2010 sono arrivati in Italia i primi device in vendita nei negozi
  • L'11 ottobre 2010 ha aperto il MarketPlace denominato App Hub (Application Hub)
  • A metà agosto 2011 il Marketplace conta oltre 25.000 applicazioni
  • A breve Nokia rilascerà alcuni device con a bordo Windows Phone 7
  • Mango è in arrivo e siamo di fronte ad una versione ricca di nuove feature

La nuova piattaforma mobile rompe gli schemi con il passato e con i diretti concorrenti ed è pronta al lancio.

In questo capitolo, a differenza dei precedenti, affrontiamo un argomento non tecnico, ma comunque molto importante. Senza il marketplace, infatti, non esisterebbe il meccanismo principale (e per adesso unico) con cui distribuire le nostre applicazioni e, perché no, portare a casa qualche soldo.

Iniziamo subito a vedere come funziona: la prima cosa da fare è collegarsi al sito create.msdn.com e registrare il proprio account Windows Live ID. Se non si ha a disposizione un account si può passare dalla classica maschera di registrazione.

Figura 5. Home page dell'Application HUB

(clic per ingrandire)

Home page dell'Application HUB

Da questa schermata possiamo accedere semplicemente al download degli strumenti di sviluppo, vedere le ultime notizie pubblicate, gli esempi più interessanti, le risposte più recenti sul forum e, ovviamente, si può accedere alla sottoscrizione per pubblicare applicazioni.

Quest'ultimo punto è quello che ci interessa approfondire in queste pagine, quindi possiamo procedere con il link "Join to submit your apps & games". La prima volta che accediamo, oppure se non abbiamo deciso di effettuare un login automatico, atterriamo su una pagina riepilogativa sui meccanismi di funzionamento.

Figura 6. Pagina di ripilogo

(clic per ingrandire)

Pagina di ripilogo

Possiamo utilizzare indipendentemente "Join now" o "Sign in" per accedere alla pagina di login o di registrazione nuovo account. I due link sono equivalenti in quanto il primo passo, come si nota dall'immagine seguente, necessita di un login effettuato con Windows Live prima di accedere all'account del Marketplace.

Figura 7. Login con Windows Live

(clic per ingrandire)

Login con Windows Live

Creazione account APP HUB

Il primo passo che mostriamo è il collegamento con un account Windows Live che non ha mai avuto nessun accesso al Marketplace.

In realtà non dovremmo chiamarlo Marketplace, in quanto il nome ufficiale è APP HUB (sottotitolato da "DEVELOP FOR WINDWOS PHONE & XBOX 360"), tutto rigorosamente maiuscolo. Maiuscolo e minuscolo, battute a parte, sono molto importanti su Windows Phone 7 come abbiamo avuto modo di dire nell'articolo introduttivo e, ovviamente, sono stati rispettati anche all'interno del sito Web.

L'immagine seguente mostra il primo step di registrazione nel caso di utilizzo di un account mai utilizzato. L'account utilizzato in questa prima serie di passi è un account individuale, mentre successivamente vedremo all'opera un account business.

Figura 8. Registrazione di un account individuale, primo step

(clic per ingrandire)

Registrazione di un account individuale, primo step

Completato il primo passo occorre indicare le classiche informazioni personali come Nome, Cognome, Indirizzo, email, contatto. Nel caso di account aziendale, oltre a queste informazioni occorre fornire il nome dell'azienda, il relativo sito Web e le informazioni sui contatti interni all'azienda. In entrambi i casi la voce Publisher Name sarà il nome associato all'account per la presentazione delle applicazioni.

Una volta inserite queste informazioni occorre scegliere una immagine che rappresenti il contatto nel marketplace (oops) nell'APP HUB. Questa immagine viene assegnata al profilo e verrà utilizzata anche nei forum disponibili: l'Application Hub infatti fornisce anche informazioni, documentazione e forum per sviluppatori e utenti. Omettiamo questi passi in quanto semplicissimi.

Il quarto passaggio è invece fondamentale in quanto consente di creare un abbonamento all'Application Hub. Il costo attuale è 75 Euro l'anno se non si dispone di un codice promozionale o se non si è studenti abbonati al programma DreamSpark. Ecco cosa dice il testo ufficiale, che ovviamente è da verificare al momento dell'abbonamento:

«L'abbonamento annuale di € 75,00 IVA inclusa ti consente di pubblicare le app di Windows Phone mediante Silverlight o XNA Framework per il Marketplace di Windows Phone e di sviluppare e verificare i giochi su Xbox 360 per la pubblicazione sul Marketplace di Xbox LIVE. Tieni presente che l'abbonamento annuale verrà rinnovato automaticamente al prezzo corrente, a meno che il rinnovo non venga modificato o annullato prima della scadenza dell'abbonamento. Per ulteriori dettagli sui prezzi e informazioni sulla modifica o l'annullamento dell'abbonamento, visita il sito Web billing.microsoft.com».

Figura 9. Acquisto dell'abbonamento

(clic per ingrandire)

Acquisto dell'abbonamento

Nel passo successivo occorre fornire una carta di credito, come è facile intuire.

Nell'abbonamento annuale è possibile pubblicare un numero infinito di giochi e applicazioni a pagamento, mentre le applicazioni gratuite possono essere al massimo 5.

Una volta creato l'abbonamento è possibile entrare nel portale. Procediamo quindi con il login tramite il Windows Live ID che è stato legato all'account di ThinkAhead (l'azienda degli autori ndr).

Una volta effettuato il login possiamo iniziare a pubblicare applicazioni: vedremo, nella prossima lezione, le pagine e le modalità di pubblicazione. Per poter essere pagati, a meno di non avere una succursale negli Stati Uniti, servono due cose fondamentali. Non occorre procedere immediatamente alla compilazione dei moduli che vi indichiamo in quanto le royalty vengono comunque accumulate in attesa di questa parte burocratica.


Ti consigliamo anche