Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 6 di 13
  • livello principiante
Indice lezioni

Tipi speciali di Sitemap

Superare le limitazioni del formato nei siti di grandi dimensioni
Superare le limitazioni del formato nei siti di grandi dimensioni
Link copiato negli appunti

Google non è solo la società che ha creato e promosso il formato Sitemaps. Google è senza dubbio l'azienda più attiva nello sviluppo del formato stesso.

In questi ultimi due anni, sfruttando l'uso dei namespace XML, Google ha creato ben 4 tipi di sitemap differenti, oltre alla Sitemap classica ed alla Sitemap Index che abbiamo visto nei capitoli precedenti. Ciascuno di questi formati è, a tutti gli effetti, un file Sitemap valido arricchito con alcune funzioni e dettagli specifici. La loro gestione e segnalazione avviene direttamente dal pannello Google Webmaster Tools.

Figura 1 - Screenshot: Tipi di Google Sitemaps disponibili
Screenshot

Google Mobile Sitemap

La Mobile Sitemap è un'estensione del formato Sitemap utile chi distribuisce contenuti appositamente creati per la consultazione con dispositivi mobile, come cellulari o palmari. E' molto importante non confondere pagine che possono essere navigate con un dispositivo mobile da pagine appositamente create per lo scopo. Solo quest'ultime sono indicate per la segnalazione in una Google Mobile Sitemap.

La documentazione Google è abbastanza chiara e fornisce indicazione su quali sono i formati supportati per lo sviluppo di contenuti mobile oltre ad alcuni consigli per chi desidera trovare informazioni sulla creazione di un sito mobile.

La segnalazione di contenuti mobile ha, come scopo principale, l'inserimento del sito e delle pagine indicate nel motore di ricerca Google Mobile Search.

Esempio di Google Mobile Sitemap

<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9"
        xmlns:mobile="http://www.google.com/schemas/sitemap-mobile/1.0">
<url>
    <loc>http://mobile.example.com/article100.html</loc>
    <mobile:mobile />
</url>
</urlset>

Elementi di una Mobile Sitemap

namespace

Il namespace XML da utilizzare nella dichiarazione XML è

xmlns:mobile="http://www.google.com/schemas/sitemap-mobile/1.0"

<mobile:mobile>

Obbligatorio. Indica che l'URI contenuto nel tag loc è una pagina concepita per la navigazione con dispositivi mobile. E' un tag unico, non sono previsi attributi o sotto elementi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la documentazione del formato Mobile Sitemap.

Google Code Search Sitemap

Nell'ottobre 2007 Google ha annunciato l'introduzione di Code Search Sitemap. Una Code Search Sitemap è, essenzialmente, una mappa che contiene informazioni addizionali rilevanti per il motore di ricerca Google Code Search.

Come dimostra la pagina della guida di Google dedicata al formato, la sitemap per Code Search è estesa dal modulo codesearch che consente di specificare URL di file ed archivi di codice sul vostro sito come il tipo di file, il linguaggio di programmazione utilizzato, la licenza con la quale è distribuito e dettagli sul nome della libreria.

Google Code Search Sitemap è particolarmente utile per i siti dedicati alla programmazione e allo sviluppo che offrono script e librerie.

Esempio di Google Code Search Sitemap

<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9"
        xmlns:codesearch="http://www.google.com/codesearch/schemas/sitemap/1.0">
<url>
   <loc>http://example.org/download/myfile.c</loc>
   <codesearch:codesearch>
       <codesearch:filetype>C</codesearch:filetype>
       <codesearch:license>LGPL</codesearch:license>
   </codesearch:codesearch>
</url>
<url>
   <loc>http://example.org/download/myproject.tgz</loc>
   <codesearch:codesearch>
       <codesearch:filetype>archive</codesearch:filetype>
       <codesearch:license>Apache</codesearch:license>
       <codesearch:packagemap>packagemap.xml</codesearch:packagemap>
   </codesearch:codesearch>
</url>
<url>
   <loc>http://example.org/download.php?id=123</loc>
   <codesearch:codesearch>
       <codesearch:filetype>archive</codesearch:filetype>
       <codesearch:filename>archive.tgz</codesearch:filename>
       <codesearch:license>Mit</codesearch:license>
       <codesearch:packagemap>packagemap.xml</codesearch:packagemap>
   </codesearch:codesearch>
</url>
</urlset>

Elementi di una Code Search Sitemap

namespace

Il namespace XML da utilizzare nella dichiarazione XML è

xmlns:codesearch="http://www.google.com/codesearch/schemas/sitemap/1.0"

<codesearch:filetype>

Obbligatorio. Indica il tipo di file e può corrispondere a archive per indicare un file di archivio o ad un qualsiasi linguaggio supportato, come ad esempio C, Python o Ruby.

<codesearch:license>

Facoltativo. Indica la licenza con il quale il file è distribuito. E' possibile specificare una qualsiasi delle license supportate.

<codesearch:filename>

Facoltativo. Indica il nome reale del file. Utile nel caso in cui l'URI inserito nella sitemap non sia il reale target del file ma, ad esempio, un URL intermedio per il tracciamento come download.php?id=123.

<codesearch:packageurl>

Facoltativo. Indica l'URI dell'archivio di cui il file è parte. Ad esempio, se il file indicato in loc è parte di un programma, è possibile indicare come valore l'URI dell'intero pacchetto che contiene il programma. Tutti i file che fanno parte di quel pacchetto dovrebbero avere lo stesso packageurl.

<codesearch:packagemap>

Facoltativo. Se il file indicato è un archivio, è possibile indicare con questo tag il nome di un file all'interno dell'archivio che corrisponde alla packagemap. Una Google Search Code packagemap è una mappa molto simile ad una Sitemap, con il compito di elencare tutti i file presenti all'interno dell'archivio.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la documentazione del formato Code Search Sitemap.

Google Geo Sitemap

La Geo Sitemap è un'estensione del formato Sitemap classico che consente di segnalare a Google la presenza sul nostro sito di risorse con collocazione geografica. Questi elementi possono così essere indicizzati e resi disponibili su Google Earch e Google Maps.

Per pubblicare indicazioni geografiche sono disponibili diversi formati come, ad esempio, KML e GeoRSS. E' possibile consultare la documentazione di Google per la lista dei formati supportati dalle Geo Sitemap.

Esempio di Google GEO Sitemap

<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9"
        xmlns:geo="http://www.google.com/geo/schemas/sitemap/1.0">
<url>
   <loc>http://www.example.com/download?format=kml</loc>
   <geo:geo>
       <geo:format>kml</geo:format>
   </geo:geo>
</url>
<url>
   <loc>http://www.example.com/download?format=georss</loc>
   <geo:geo>
       <geo:format>georss</geo:format>
   </geo:geo>
</url>
</urlset>

Elementi di una GEO Sitemap

namespace

Il namespace XML da utilizzare nella dichiarazione XML è

xmlns:geo="http://www.google.com/geo/schemas/sitemap/1.0"

<geo:format>

Obbligatorio. Indica il formato dei GEO contenuti del file. Solo i formati supportati sono presi in considerazione.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la documentazione del formato GEO Sitemap.

Google News Sitemap

La News Sitemap è un formato rivolto esclusivamente ai siti che pubblicano notizie o articoli e che sono inclusi in Google News. Se quest'ultima condizione non è verificata, la creazione di una Google News Sitemap è del tutto inutile poiché non avrete a disposizione alcuna interfaccia per eseguire la submission a Google.

La submission di una News Sitemap avviene solo ed esclusivamente dal pannello di Google Webmaster Tools previa abilitazione da parte del team di Google News. Infatti, ogni News Sitemap inviata può essere associata ad un solo canale news che deve essere abilitato singolarmente.

A differenza degli altri formati, questo tipo di sitemap è indicata per segnalare a Google gli ultimi aggiornamenti il più velocemente possibile e non deve corrispondere necessariamente all'intero archivio di notizie. Il numero di elementi consentiti, infatti, è decisamente più basso: ogni sitemap news può contenere al massimo 1000 news.

Esempio di Google News Sitemap

<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9"
        xmlns:news="http://www.google.com/schemas/sitemap-news/0.9">
<url>
    <loc>http://business.webnews.it/news/leggi/8684/un-nuovo-pianeta-per-microsoft-e-htc/</loc>
    <news:news>      
        <news:publication_date>2008-06-27T15:55:00Z</news:publication_date>
        <news:keywords>Business, Microsoft, HTC</news:keywords>
    </news:news>
</url>
<url>
    <loc>http://www.webnews.it/news/leggi/8686/la-net-neutrality-secondo-i-padri-di-internet/</loc>
    <news:news>      
        <news:publication_date>2008-06-27T13:44:00Z</news:publication_date>
        <news:keywords>Net, Internet</news:keywords>
    </news:news>
</url>
</urlset>

Elementi di una News Sitemap

namespace

Il namespace XML da utilizzare nella dichiarazione XML è

xmlns:news="http://www.google.com/schemas/sitemap-news/0.9"

<news:publication_date>

Obbligatorio. Indica la data di pubblicazione della news, nel formato data W3C.

<news:keywords>

Facoltativo. Una lista di keyword, separate da virgola.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la documentazione del formato News Sitemap.

Google Video Sitemap

La Video Sitemap è un'estensione del formato Sitemap per la segnalazione di contenuti multimediali da includere nell'indice di Google Video. Permette di indicare alcuni metadati aggiuntivi per il video come un titolo, una descrizione ed una thumbnail personalizzata.

Esempio di Google Video Sitemap

<urlset xmlns="http://www.sitemaps.org/schemas/sitemap/0.9"
        xmlns:video="http://www.google.com/schemas/sitemap-video/1.0">
<url>
   <loc>http://www.site.com/videos/some_video_landing_page.html</loc>
   <video:video>
      <video:content_loc>http://www.site.com/video123.flv</video:content_loc>
      <video:player_loc allow_embed="yes">http://www.site.com/videoplayer.swf?video=123</video:player_loc>
      <video:title>My funny video</video:title>
      <video:thumbnail_loc>http://www.site.com/thumbs/123.jpg</video:thumbnail_loc>
   </video:video>
</url>
<url>
   <loc>http://www.site.com/videos/some_other_video_landing_page.html</loc>
   <video:video>
      <video:content_loc>http://www.site.com/videos/video1.mpg</video:content_loc>
      <video:description>A really awesome video</video:description>
   </video:video>
</url>
</urlset>

E' importante notare come, a differenza degli altri tipi speciali di Sitemap, per le Video Sitemap il contenuto del tag loc non indica l'URI del video

, bensì della landing page che lo contiene o che lo rappresenta. Questo significa che è possibile segnalare devi video senza far riferimento al file moultimediale stesso ma, eventualmente, alla sua versione con il player integrato così come avviene per la maggior parte dei siti multimediali.

Elementi di una Video Sitemap

namespace

Il namespace XML da utilizzare nella dichiarazione XML è

xmlns:video="http://www.google.com/schemas/sitemap-video/1.0"

<video:video>

Obbligatorio. Il tag contenitore dei metadati del video.

<video:content_loc>

Facoltativo. L'URI del file multimediale, in uno dei seguenti formati: .mpg, .mpeg, .mp4, .mov, .wmv, .asf, .avi, .ra, .ram, .rm, .flv.

<video:player_loc>

Facoltativo. L'URI del player video da utilizzare per riprodurre il file. Se presente, va specificato anche l'attributo allow_embed che indica se il video può essere incluso (embed) da Google nei risultati delle ricerche. I valori consentiti sono yes o no.

<video:thumbnail_loc>

Facoltativo. Indica l'URI di una thumbnail rappresentativa per il video. Se non presente, Google tenterà di crearne una a partire dal contenuto del video.

<video:title>

Facoltativo. Indica il titolo del video, massimo 100 caratteri.

<video:description>

Facoltativo. Indica la descrizione del video, massimo 2048 caratteri.

<video:family_friendly>

Facoltativo. Indica se il video è adatto alla visione di bambini. I valori consentiti sono yes o no.

<video:duration>

Facoltativo. Indica la durata del video in secondi.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la documentazione del formato Video Sitemap.


Ti consigliamo anche