Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Installazione rapida su Windows

Come installare Ruby on Rails su un sistema operativo Windows utilizzando pacchetti unici
Come installare Ruby on Rails su un sistema operativo Windows utilizzando pacchetti unici
Link copiato negli appunti

L'alternativa per lo sviluppatore frettoloso è usare InstantRails. Si tratta di nuovo di un pacchetto autoinstallante, che contiene però  non solo Ruby e RubyGems, ma anche Rails, Apache, MySQL, PhpMyAdmin e alcune applicazioni web dimostrative. Attenzione, c'è un'altra differenza chiave tra questo pacchetto e l'uso del One-Click installer: nel primo caso Ruby non viene integrato nel sistema (ovvero non vengono modificate variabili d'ambiente né il registro di configurazione), mentre nel secondo caso sì. 

Questo significa che, usando InstantRails, se volete poter usare Ruby comodamente da riga di comando dovrete inserire a mano alcune funzioni aggiuntive, in particolare aggiungere ;C:CartellaDiInstantRailsrubybin al path (accessibile tramite Risorse del Computer / Proprietà / Avanzate / Variabili D'ambiente).

È consigliabile anche creare una nuova variabile d'ambiente chiamata "RUBYOPT" che abbia per valore "rubygems", la quale farà si che Ruby provveda sempre a caricare il supporto per i pacchetti installati da RubyGems. Per farlo andate di nuovo nel pannello precedente e cliccate su Nuova, poi inserite nome e valore come appena detto.

L'alternativa è accedere alla console sempre tramite la piccola GUI di InstantRails, tramite il menu  contrassegnato da una "I" e scegliendo poi  "Rails Applications" e "Open Ruby Console Window". Ad ogni accesso le variabili verranno impostate correttamente, e l'utente si troverà nella directory rails_apps  nella quale sono presenti gli esempi e nella quale creare le proprie applicazioni. 

Per verificare che InstantRails sia correttamente installato vi basterà avviare l'applicazione con lo stesso nome. A questo punto dovrebbe aprirsi una piccola finestra di colore rossiccio, contraddistinta da una area di testo che contiene un log delle operazioni, da due bottoni che permettono di avviare/fermare/riavviare Apache e MySql e da un quadratino con una  "I" in alto a sinitra che permette di accedere al menu di InstantRails. Cliccando su I / Rails Applications / Manage Rails Applications potrete vedere che alcune applicazioni d'esempio sono già installate e selezionandole potrete avviarle, andare a lavorare sui file  o aprirne la console di lavoro.

Poiché è probabile che dopo l'ultima revisione di InstantRails sia stata rilasciata una versione più recente di Rails può essere consigliabile effettuare un aggiornamento delle librerie tramite RubyGems.  Per farlo aprite la console come spiegato precedentemente, e poi usate il comando gem update -y.


Ti consigliamo anche