Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial
  • Lezione 43 di 81
  • livello principiante
Indice lezioni

Cosa è e come si crea un bordo condiviso

Un ottimo strumento per informare le pagine del nostro web
Un ottimo strumento per informare le pagine del nostro web
Link copiato negli appunti

Immaginiamo di voler rendere uniforme l'aspetto di un sito web. Potremmo, ad
esempio, avere l'esigenza di rendere uguale la parte iniziale di tutte le
pagine.

La funzione Bordi condivisi che troviamo nel menu Formato è
appositamente concepita per questa evenienza.

tramite questa funzione possiamo rendere comune il contenuto dei bordi di una
pagina a quello di tutte le altre pagine del sito web.

Potremmo ad esempio inserire nel bordo superiore un'immagine con il logo del
sito e nei bordi laterali i pulsanti per raggiungere le varie sottopagine.
Usando i bordi condivisi ci basterà formattare solo una pagina e,
automaticamente, i bordi di tutte le altre pagine si adegueranno.

Passiamo ad esaminarne il funzionamento.

  • Apriamo una pagina del sito web
  • selezioniamo Bordi condivisi dal menu Formato
figura
  • le prime opzioni ci permettono di decidere se applicare i Bordi condivisi

    a tutte le pagine del web o solo alla pagina corrente (scegliamo la prima
    opzione)
  • le opzioni sulla destra ci permettono di scegliere quali dei quattro bordi
    vogliamo applicare alla pagina corrente (selezioniamo almeno un bordo)
  • confermiamo con Ok e torniamo alla visualizzazione pagina.

Come possiamo notare sono comparse delle linee tratteggiate che evidenziano i
bordi che abbiamo selezionato nella finestra precedente.

All'interno dei bordi condivisi possiamo trovare del testo che ci consiglia
di modificare le proprietà della barra di spostamento e di aggiungere la pagina
corrente alla struttura.

Cancelliamole e verifichiamo subito il funzionamento del Bordo condiviso
inserendo un oggetto all'interno di essi (ad esempio un immagine).

Salviamo la pagina.
Ora FP2000 ha inserito l'oggetto da noi scelto nel bordo
condiviso di tutte le pagine del web corrente.

A questo punto l'unico limite alle possibili combinazioni è dato solo dalla
nostra fantasia. Possiamo inserire all'interno dei Bordi condivisi una
moltitudine di oggetti che FP2000 provvederà automaticamente a riprodurre in
tutte le pagine.

 

Le modifiche successive


Per apportare delle successive modifiche dei bordi condivisi possiamo
agire indifferentemente su qualunque pagina del web che possiede un bordo
condiviso

 

Eliminare i Bordi condivisi da alcune pagine del sito web


Se alcune pagine del nostro sito web non devono incorporare i bordi
condivisi possiam facilmente disattivare queste funzione.

  • Apriamo la pagina che non deve contenere i Bordi Condivisi
  • scegliamo Bordi condivisi dal menu Formato
  • quindi selezioniamo Pagina corrente
  • ed infine togliamo il segno di spunta da tutte le caselle
  • confermiamo con Ok

 

La lentezza


Consideriamo che ogni volta che effettuiamo un operazione in un Bordo
condiviso FP2000 deve "copiare" la nostra azione in tutte le altre
pagine del sito web che condividono lo stesso bordo.

Se il numero delle pagine con i Bordi condivisi sarà altro, quindi,
questo implicherà un rallentamento nella velocità di FP2000.


Ti consigliamo anche