Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Le VPN vanno via dall'India

Il governo dell'India contro le VPN con una legge: lo scontro allontana i principali provider dal paese asiatico.
Il governo dell'India contro le VPN con una legge: lo scontro allontana i principali provider dal paese asiatico.
Link copiato negli appunti

Dopo ExpressVPN è stato il turno di Surfshark, Windscribe e NordVPN: i principali provider si stanno muovendo, uno dopo l'altro, lasciare l'India. Il fuggi fuggi generale è figlio di alcune nuove politiche, adottate dal paese asiatico lo scorso 29 aprile, legate alla sicurezza informatica.

Secondo la legge indiana infatti, i fornitori di servizi VPN saranno obbligati per legge a mantenere un registro dei clienti, con nomi e relativo indirizzo IP, per un periodo di 5 anni. La soluzione, in pieno contrasto con la politica delle VPN più affidabili, sta vedendo gli stessi provider prendere provvedimenti abbandonando i server presenti nel paese.

Secondo quanto affermato dalle piattaforme stesse, questa mossa è alquanto inutile sotto il punto di vista della sicurezza: gli utenti indiani infatti, possono tranquillamente utilizzare VPN di altri paesi e server situati ovunque.

La speranza, perlomeno da parte di chi apprezza privacy e sicurezza online, è quella che nessun altro paese cominci ad attuare politiche di questo tipo.

VPN contro il governo indiano: l'importanza della privacy

Le VPN svolgono diverse funzioni importanti ma, la sicurezza, rappresenta uno dei principali motivi per cui sono così diffuse e apprezzate.

In tal senso, svolgono un compito di "filtraggio" dell'IP dell'utente che viene sostituito da quello di un server (situato anche dall'altra parte del mondo). Ciò comporta la protezione rispetto ad occhi indiscreti, ma anche il potenziale accesso a servizi di streaming audiovisivo.

Affinché una VPN sia fruibile anche in questo senso però, vi è necessità di prestazioni sopra la media. Sotto questo punto di vista ExpressVPN rappresenta uno dei servizi più interessanti del settore.

Questa piattaforma infatti, oltre alle più moderne tecnologie legate alla crittografia, non appesantisce la connessione e si dimostra uno strumento molto duttile. Attraverso app specifiche infatti, ExpressVPN funziona in ambiente Windows, macOS e Linux nonché su mobile (sia iOS che Android).

A rendere ancora più attraente questa soluzione è l'attuale offerta. Grazie al 49% di sconto infatti, è possibile effettuare un abbonamento annuale pagando solo 6,67 dollari al mese.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche