Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Visual design: quali trend per il 2017?

Link copiato negli appunti

Quando si parla di tendenze e novità creative, si è soliti focalizzare la propria attenzione sul webdesign, sulla progettazione di interfacce e lo sviluppo di app. Sul fronte dell'estetica e dello stile, è utile uno sguardo al visual design più in generale, poiché un'attenzione globale aiuta anche la comprensione del webdesign. D'altronde, la progettazione web non può esimersi dal raccogliere gli elementi della vita reale, siano essi rappresentati dalla fotografia o dall'architettura, passando anche dal branding dei prodotti. Quali sono le tendenze più attese in fatto di visual design?

Nel 2017 potrebbero essere consolidate alcune delle tendenze incontrate negli scorsi anni, integrate però con una piacevole rivisitazione del passato. E l'imperativo sembra essere quello della freschezza, quello della semplicità, per dei design ridotti forse all'essenziale, ma non per questo meno affascinanti. Dalla fotografia alla stampa, ecco gli ambiti di maggior successo per i prossimi mesi:

  • Colori profondi: dopo molti anni di tinte pastello, nonché di gradienti ancora in voga per il design minimalista, il 2017 segnerà il primo ritorno dei colori pieni e profondi. Non a caso, Pantone ha eletto "Greenery” come colore dell'anno: si tratta di un verde intenso ma fresco, tipico della vegetazione e della natura, ideale per sottolineare un importante processo in corso. Dopo un periodo di isolamento tecnologico, almeno in senso lato, l'universo del design è pronto a tornare al reale, senza dimenticare le comodità dovute a Internet e ai suoi device, ma inglobandole in una nuova esperienza. È probabile, quindi, che in tutte discipline dominino colori immediatamente riconoscibili, profondi, dal forte richiamo alla natura;
  • Zero filtri e ritocchi: secondo gli esperti di arti visuali, il 2017 sarà anche l'anno del ritorno a fotografie più naturali, un trend che sarebbe stato già inaugurato dall'universo della moda. Si tratti di un materiale per la stampa, oppure di una condivisione sui social, si ricorrerà sempre meno ai filtri fotografici e al fotoritocco, giocando invece maggiormente sul potere della luce. Una delle tendenze in atto è quella di rinvigorire i ritratti in pieno stile anni '90, quindi dal flash intenso e dalle luci chiare, quasi a ricordare la pellicola. Ma anche i primi piani, l'effetto bokeh per i ritratti, la scelta di toni naturali anziché la desaturazione o la rincorsa alle lomo dell'ultimo lustro;
  • Branding minimalista: una tendenza già cominciata nel 2016, sia online che offline, vede il ricorso a un branding minimalista per i prodotti di largo consumo. Le etichette si fanno meno ingombranti, tanto che spesso diventano trasparenti con scritte bianche direttamente serigrafate sulle confezioni, e lo stesso avviene per la promozione. Addio a banner invadenti e ultracolorati, basterà un'immagine del prodotto, magari ripresa in una scena di quotidianità, per attirare le curiosità di tutti i potenziali acquirenti, anche per l'advertising social;
  • Loghi monolitici: molti marchi potrebbero optare, nel corso del 2017, per una rivoluzione dei loro loghi, affinché diventino più semplici ma anche altrettanto monolitici. Adagiati su sfondi pieni, tanto per riallacciarsi alla questione colori poc'anzi citata, vi sarà un ritorno all'essenzialità, quasi un richiamo ai primi anni '60;
  • Grafica editoriale: uno dei percorsi più attesi per l'anno, infine, riguarderà la grafica in ambito editoriale, sia sul web che sulla carta stampata. Il 2017, infatti, potrebbe essere l'anno del ritorno in grande stile delle illustrazioni, a discapito delle fotografie (soprattutto di stock). Rendono il prodotto più raffinato e identificabile fidelizzando il lettore.

Via: DigitalArtsOnline

Ti consigliamo anche