Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Ubuntu GNOME, distro di default a partire da Ubuntu 18.04

Link copiato negli appunti

Dopo il recente rilascio di Ubuntu 17.04 (nome in codice "Zesty Zapus") il team di Canonical si sta riassestando in vista dei progetti futuri; gli annunci da parte del gruppo non sono ancora finiti e nelle scorse ore è stato confermato che Ubuntu GNOME diventerà la versione di default della distribuzione a partire da Ubuntu 18.04.

Quindi per la prossima LTS il team di Ubuntu GNOME e quello della versione principale verranno unificati con lo scopo di ottimizzare quanto più possibile l'esperienza utente con il desktop environment GNOME.

Ubuntu GNOME 17.04 sarà dunque l'ultima build ad avere un team separato e, tra 12 mesi, gli utenti che utilizzano Ubuntu 16.04 LTS con Unity saranno costretti a migrare al "nuovo" ambiente grafico, sarà dunque un ritorno al passato per gli utenti di vecchia data che videro la nascita del progetto Unity (ora in fase di dismissione) e l'abbandono di GNOME 2 come desktop environment di riferimento.

In questi mesi gli utenti affezionati a questo ambiente grafico potranno testare le alterative disponibili e iniziare a capire quale desktop environment si adatta maggiormente alle loro esigenze. GNOME Shell può ricordare Unity in certi aspetti anche se per molti utenti risulta essere più avanzato, inoltre, avendo una vasta community alle proprie spalle, dispone di una vasta scelta di add-on che ne potrebbero completare le già ampie funzionalità.

Con l'abbandono di Unity termineranno anche i cronici ritardi nell'update dei pacchetti di GNOME sui repository di Ubuntu. Unity 7 era un "fork" di GNOME 3 e lavorava, rispetto alla versione mainstream di GNOME, con versioni di librerie e API spesso obsolete. Tale situazione costringeva il team di Ubuntu GNOME a mantenere una rlease più datata, rispetto alle altre distribuzioni, dell'ambiente grafico dello "gnomo".

Via Ubuntu Gnome

Ti consigliamo anche