Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Safari: Fetch in alternativa a XMLHttpRequest

Link copiato negli appunti

Safari, il browser Web della Casa di Cupertino, giunge alla versione 10.1 grazie ad un interessante lavoro d'implementazione che ha coinvolto soprattutto le API supportate, con particolare attenzione per l'introduzione della compatibilità con Fetch, un'interfaccia di programmazione request-and-response concepita per rimpiazzare XMLHttpRequest, API che tradizionalmente consente ai browser di trasferire dati bidirezionalmente con i server senza l'aggiornamento delle pagine.

Safari 10.1 include ora l'implementazione della Gamepad API che permette ai contenuti veicolati attraverso Internet di ricevere input da dispositivi gamepad connessi, questa interfaccia rende molto più semplice la stesura del codice necessario per il supporto a layout, pulsanti e joystick attraverso la mappatura di diverse tipologie di input in un unico standard. Interessanti anche gli interventi per migliorare il supporto a IndexedDB con la compatibilità alla versione 2.0 della nota API per l'archiviazione client-side.

La nuova release del browser implementa inoltre i Custom Elements, una soluzione che consente di associare gli elementi HTML a comportamenti personalizzati da attivare in risposta alla modifica di valori; insieme alla shadow DOM API, già supportata, i Custom Elements garantiranno agli sviluppatori maggiori opportunità di realizzare componenti riutilizzabili. E' poi utile segnalare la disponibilità degli Input Events, che semplificano le procedure per l'editing via Web con nuovi attributi ed eventi.

Relativamente Safari per macOS, è possibile citare la possibilità da parte di un elemento di richiedere un pointer lock in risposta alle gesture degli utenti. Il locking del puntatore nasconde il cursore del mouse ed estende l'interfaccia Mouse Events con le proprietà movementX e movementY che forniscono dati sui movimenti del mouse; in caso di locking gli utenti visualizzeranno un banner che li informerà del fatto che il cursore è stato nascosto, potranno quindi sbloccare il pointer con il tasto Escape.

Da segnalare infine il supporto per ECMAScript 2016 e ECMAScript 2017 sia in Safari per macOS che nella versione per iOS, la compatibilità con la la validazione interattiva dei form e con l'elemento download di HTML 5.

Via Developer Apple

Ti consigliamo anche