Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Mageia 9 beta 2: arrivato Linux 6.3 e KDE Plasma 5.27 LTS

Mageia 9 beta 2: ecco tutte le novità incluse nella nuova beta release
Mageia 9 beta 2: ecco tutte le novità incluse nella nuova beta release
Link copiato negli appunti

Il team di coder del progetto Mageia, ovvero la distribuzione che nasce dalle ceneri della storica Mandriva/Mandrake Linux, ha reso disponibile alla propria community di utenti, annunciando il tutto tramite un post sulla mailing list dedicata agli addetti ai lavori e sul blog ufficiale, la seconda beta release del ramo di sviluppo 9.X In tale edizione di testing è possibile reperire una vasta pletora di nuovi pacchetti aggiornati che saranno ovviamente presenti anche nella futura stable release di Mageia 9. Una delle innovazioni più interessanti è sicuramente Linux 6.3, ovvero l'ultima incarnazione del kernel del Pinguino che implementa i nuovi DRM accelerated driver pensanti per le VPU (Versatile Processing Unit) di Intel.

Oltretutto sempre grazie a Linux 6.3 è possibile trovare in Mageia 9 beta 2 il supporto iniziale per la controller interface di Steam Deck, ovvero la nota console, basata su Linux, creata da Valve. In buona sostanza grazie a tale funzionalità l'utente può godere di una migliore integrazione con il client di Steam.

In Mageia 9 beta 2 è disponibile l'ambiente grafico KDE Plasma 5.27 LTS (Long Term Support). Si tratta dell'edizione più recente di tale desktop environment open source basato sulle librerie grafiche Qt. Questa build consente agli utenti Mageia di ottenere un rinnovato supporto alle configurazioni hardware multi-monitor. Oltretutto KDE supporta in modo ottimale i pacchetti Flatpak, uno standard de facto nel panorama Linux, grazie al graphical package manager Discover.

Ovviamente in quest'ultima beta sono inclusi poi una serie di upgrade di tutti i pacchetti "core" tipo: il compilatore GCC 12.3, il package manager RPM 4.18, Chromium 110, Firefox ESR 102.11, Mesa 23.1. Oltretutto l'utente può ottenere, accedendo ai repository software della distribuzione, anche altri ambienti grafici, ovvero: GNOME 44, Xfce 4.18.1 e LXQt 1.3.

Trattandosi di un'edizione beta è plausibile che al suo interno siano presenti bug, anche molto gravi, che potrebbero compromettere il corretto funzionamento del computer. Ecco perché sconsigliamo vivamente di non installare Mageia 9 beta 2 sul proprio PC di lavoro o comunque in ambienti di produzione.

Ti consigliamo anche