Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Hacker e macOS: dal 2019 gli attacchi aumentati di 10 volte

macOS preso di mira dagli hacker? Negli ultimi anni il numero di attacchi è cresciuto in maniera vertiginosa.
macOS preso di mira dagli hacker? Negli ultimi anni il numero di attacchi è cresciuto in maniera vertiginosa.
Link copiato negli appunti

Ad oggi, gli hacker sono più inclini ad attaccare macOS rispetto al passato. Stando a un rapporto del Cyber Threat Intelligenc di Accenture i numeri che interessano l'ecosistema Apple e gli attacchi informatici sono cresciuti di 10 volte rispetto al 2019.

Se macOS era considerato, fino a qualche anno fa, quasi immune agli attacchi digitali, oggi questa concezione è quantomeno errata. Dati alla mano, i gruppi hacker impegnati su Mac nel 2019 era di 202, contro 2.143 nel 2022 e 2.295 nel 2023.

Le indagini sul Dark Web hanno messo in evidenza come, di recente, siano stati sviluppati appositi infostealer in grado di agire su macOS e non solo. Si parla di malware, dello sviluppo di exploit e di attacchi mirati a bypassare Gatekeeper.

Questi numeri, però, non devono sorprendere. Gli utenti Apple, infatti, sono cresciuti in maniera considerevole negli ultimi anni. Non solo: il sistema operativo in questione sta vivendo un periodo florido soprattutto nel contesto aziendale (dal 2019 al 2023 si è passati dal 17% al 23% di aziende che sfruttano Mac). Se le imprese rappresentano un potenziale bottino più ricco per i cybercriminali, è facile capire questa tendenza così accentuata.

Numeri alla mano agli hacker piace sempre più macOS

Accenture è molto preoccupata per gli hacker e le loro azione, visto che la possibilità di aggirare funzioni di sicurezza di macOS come il già citato Gatekeeper costituisce un lavoro molto remunerativo. Bypassare questi strumenti può essere redditizio, con un cybercriminali che possono ottenere centinaia di migliaia di dollari creando un apposito exploit.

Sebbene, per questioni di numeri, Windows e Linux restino gli ambienti preferiti dai criminali informatici, la scarsità di exploit zero-day su macOS fa lievitare i prezzi del mercato nero, quando si tratta di vendere malware e simili.

Accenture ritiene che la tendenza all'aumento dell'interesse continuerà senza sosta "Poiché gli attori delle minacce tecnicamente avanzati e dotati di risorse adeguate continuano a dedicare tempo e denaro allo sviluppo di vettori di attacco specifici per macOS, le tecniche e le capacità disponibili per la più ampia comunità del dark web aumentano".

Per evitare di fare spiacevoli incontri con il proprio Mac esistono alcune regole. Mantenere aggiornato il proprio dispositivo, sia lato OS che per quanto concerne i singoli software, è d'obbligo per dormire sonni tranquilli.

Ti consigliamo anche