Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Google vuole fornire alle app di terze parti l'accesso al chip a banda ultra larga (UWB)

Un nuovo aggiornamento trovato nei log delle API di Google svelerebbe il supporto alla banda ultra larga per tutti i dispositivi
Un nuovo aggiornamento trovato nei log delle API di Google svelerebbe il supporto alla banda ultra larga per tutti i dispositivi
Link copiato negli appunti

La banda ultra larga (UWB) è considerata la prossima grande novità nel mondo della connettività, in quanto offre un trasferimento dati peer-to-peer ad alta velocità, aprendo così le porte a un mondo di nuove possibilità.

Finora, Apple è stata leader e promotrice di questa tecnologia:tutti i modelli di iPhone lanciati negli ultimi anni sono dotati di un chip UWB. Anche il Pixel 6 Pro ne è dotato, anche se per ora Google lo utilizza solo per la "Condivisione nelle vicinanze" e per trovare e inviare rapidamente dati ai dispositivi compatibili. Nel tentativo di promuovere ulteriormente l'adozione della banda ultra larga, l'azienda sta lavorando a un'API UWB pubblica che può essere utilizzata da app di terze parti che richiedono un posizionamento preciso.

Come condiviso da Mishaal Rahman su Twitter, l'API può consentire alle app che si basano su dati di posizionamento GPS di offrire nuove funzionalità. Può anche consentire ai tag di tracciamento di condividere dati sulla posizione interna più precisi, come fa Apple con AirTag e iPhone, e Tile ha già tracker UWB compatibili in lavorazione. I dispositivi compatibili dovranno dichiarare il supporto API utilizzando "android.hardware.uwb" in modo che le app di terze parti possano utilizzarlo.

Non solo Apple, ecco gli altri smartphone compatibili

I telefoni Samsung come Galaxy Note20 Ultra, Z Fold3 e S21 Ultra sono già dotati di questa tecnologia, ma l'azienda utilizza un'implementazione personalizzata ("samsung.hardware.uwb") e non è chiaro se la sua implementazione sarà compatibile con API UWB di terze parti di Google o meno.

Inoltre, un annuncio di lavoro di Google su LinkedIn per un ingegnere del software per lavorare sullo stack a banda ultra larga di Android menziona anche la creazione di uno stack UWB per Wear OS. Al momento, non ci sono smartwatch Wear OS dotati di un chip a banda ultra larga, ma sembra che ciò potrebbe cambiare in futuro.

Entro la fine dell'anno, Google utilizzerà lo standard UWB per trasformare il tuo telefono in una chiave digitale per auto. Ciò ti consentirà di sbloccare il tuo veicolo senza dover estrarre il telefono dalla tasca e renderà facile condividere le chiavi dell'auto con i tuoi amici e familiari.

Ti consigliamo anche