Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Gestire correttamente l'accessibilità delle immagini con "alt"

Come gestire nel modo più corretto le descrizioni alternative alle immagini ottenendo il massimo risultato.
Come gestire nel modo più corretto le descrizioni alternative alle immagini ottenendo il massimo risultato.
Link copiato negli appunti

Nel campo dell'accessibilità, oltre alle strategie ed alle tecniche di implementazione, sono i piccoli dettagli che fanno una grande differenza su come i contenuti vengono recepiti dall'utente.

Le descrizioni testuali applicate alle immagini rendono possibile la comprensione del contenuto delle immagini stesse a coloro che per limiti fisici o tecnici non possono accedere direttamente a questo contenuto.

Tale categoria di utenti include persone con disabilità permanenti, come utenti non-vedenti ed ipo-vedenti, persone con disabilità temporanee, come utenti affetti da affaticamento oculare, ma anche persone normovedenti che non possono accedere ai contenuti visivi per problemi tecnologici di vario tipo, quali ad esempio errori nella fase di caricamento o malfunzionamenti simili. Vediamo dunque alcune considerazioni che risultano importanti per garantire il giusto grado di accessibilità in tutte le situazioni indicate.

La migliore modalità per fornire una descrizione testuale alle immagini è certamente quella di utilizzare l'attributo "alt" sull'elemento "img".

A questo punto, il testo risulterà fruibile tramite una moltitudine di strumenti, come le Assistive Technologies (AT): screen readers e voice assistants (come per esempio Siri o Assistente Google).

Risulta dunque molto importante conoscere lo scopo ed il senso dell'immagine, per fornire la miglior descrizione testuale possibile. Se l'immagine risulta essere il contenuto di un link o di un pulsante, la descrizione dovrebbe descrivere il tipo di controllo che dovrebbe essere eseguito: in questo caso infatti, il contenuto dell'immagine non è altrettanto importante quanto la funzione del link/pulsante contenitore.

Se l'immagine contiene dati complessi, come un grafico di qualsiasi tipo, occorre descrivere accuratamente il tipo di dati mostrati. Per descrizioni aggiuntive, si dovrebbero utilizzare tag appositi, come div o p, in modo che qualsiasi utente possa beneficiare del contenuto in modo immediato.

Per immagini che sono utilizzate per scopo di interazione o design, che producono atmosfera e mirano a creare una particolare emozione nell'utente, la descrizione dovrebbe puntare a produrre lo stesso tipo di emozione, essendo dunque molto nutrita, per permettere agli utenti con disabilità di immaginare la stessa cosa che gli utenti privi di disabilità possono osservare.

Ti consigliamo anche