Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Flash Player: un update per abbandonarlo prima di dicembre

Microsoft rilascia un update con cui rimuovere definitivamente Adobe Flash Player dai sistemi operativi Windows prima della deadline del 31 dicembre
Microsoft rilascia un update con cui rimuovere definitivamente Adobe Flash Player dai sistemi operativi Windows prima della deadline del 31 dicembre
Link copiato negli appunti

Adobe annunciò di essere intenzionata ad abbandonare la tecnologia Flash e il relativo plugin nel luglio del 2017, tale decisione venne motivata con l'impossibilità di garantire la sicurezza del software, con l'affermarsi di soluzioni alternative riferite ad open standard come per esempio HTML5 o WebGL e dal fatto che, seguendo il percorso già tracciato da Apple con iOS, Flash non avrebbe trovato spazio sui dispositivi mobile.

La data che segnerà il definitivo pensionamento di Flash è stata già fissata dalla casa madre, a partire dal 31 dicembre del 2020 non verrà più offerto alcun supporto né aggiornamenti dedicati alla sicurezza. Contestualmente tutti i browser per la navigazione Web smetteranno di supportare il prodotto di San Jose che, comunque, continuerà ad essere attivo in tutti i terminali in cui è installato con le possibile conseguenze dal punto di vista della sicurezza.

E' anzi probabile che dopo l'inizio del prossimo anno venga registrato un notevole incremento degli episodi malevoli correlati a versioni non aggiornate del plugin di Adobe, per limitare quanto più possibile questo fenomeno gli sviluppatori di Microsoft hanno quindi deciso di rilasciare un update che rimuova definitivamente il Flash Player dai dispositivi Windows.

Come funziona l'update di Windows

Come sottolineato dall'azienda di Satya Nadella, questo removal tool è stato realizzato prima della fine del supporto a Flash per aiutare gli utenti nelle operazioni di test e validazione dei proprio ambienti, in modo da verificare quello che potrebbe essere l'effetto dell'assenza del player a carico del sistema e del proprio lavoro. In ogni caso sarà possibile sfruttare eventuali punti di ripristino per riportare la configurazione allo stato precedente.

Le piattaforme interessate dal nuovo update della Casa di Redmond sono Windows 8.1, Windows 10 e Windows Server per quanto riguarda le release 2012, 2016 e 2019. E' comunque bene tenere conto del fatto che una volta installato esso non potrà essere rimosso. L'aggiornamento infine, non è disponibile tramite WSUS (Windows Server Update Service), modalità che verrà implementata solo nei primi mesi del 2021.

Quando Adobe rese note le sue intenzioni il numero di siti Web che utilizzavano ancora Flash erano circa il 17% di quelli attivi in Rete, attualmente tale percentuale è invece molto più contenuta e in buona parte le pagine che ancora lo utilizzano fanno parte di progetti non più aggiornati da tempo.

Ti consigliamo anche