Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Creare un videogioco: 5 passi fondamentali

Creare un videogioco non è semplice, ma esiste un processo di sviluppo comune a tutti gli esperti: ecco 5 passaggi fondamentali.
Creare un videogioco non è semplice, ma esiste un processo di sviluppo comune a tutti gli esperti: ecco 5 passaggi fondamentali.
Link copiato negli appunti

Poter sviluppare un videogioco è il sogno di molti: fortunatamente oggi è molto più semplice rispetto al passato e sono molti gli strumenti a disposizione anche di chi non lavora professionalmente in questo settore. Prima di metterti all'opera, sappi che il processo di sviluppo segue dei passaggi comuni più o meno a tutti gli sviluppatori: ecco, quindi, cinque passi fondamentali da non tralasciare quando crei un videogioco.

Se sei alle prime armi, invece, ti consigliamo l'ottimo videocorso di introduzione alla progettazione di videogiochi che offre un primo approccio con chiavi e guide per iniziare a creare le tue prime opere videoludiche. Lo trovi in offerta al prezzo promozionale di 19,90 euro a questo link.

Sviluppare un videogioco in cinque passi

Dal concept alla versione alpha: la creazione di un videogioco richiede una certa scaletta di “regole” non scritte comuni a tutti gli sviluppatori.

  1. Il concept – Senza un'idea di base, il gioco non può essere realizzato. Servono una storia e una struttura, su cui successivamente costruire tutto il resto. Una solida base è fondamentale per la realizzazione di un videogioco.
  2. Il game design – Prima di iniziare a sviluppare, è buona norma scrivere un documento di progettazione basato sul concept, dove riportare tutti i dettagli possibili: meccaniche, gameplay, grafica e tanto altro, in aggiunta a bozzetti e mood board. È in questo frangente che il gioco prende forma.
  3. Concept art e prototipo – Il videogioco prende vita nel momento in cui vengono realizzati concept art (del mondo di gioco) e il primo prototipo di sviluppo. Per chi vorrebbe pubblicare anche su console, dovrà richiedere un devkit per facilitare il lavoro di test e debug.
  4. Prima versione – Una prima versione giocabile – in gergo “vertical slice” – deve essere una sorta di presentazione e includere tutte le caratteristiche principali del gioco, dalle meccaniche ai contenuti, per dare una prima idea del prodotto a cui si sta lavorando ai possibili finanziatori.
  5. Alpha, polishing e Beta – L'alpha è quella versione di gioco completa nei contenuti, ma ancora piuttosto agli esordi dal punto di vista degli asset oppure dei bug. Il passaggio successivo è la finitura (“polishing”) che si conclude con la Beta. Questa è, invece, una versione molto più simile al rilascio finale in cui viene testato per trovare bug e problemi nelle meccaniche di gioco.

Dopo le fasi di test, lo sviluppo del tuo videogioco è completo: spetta a te decidere quando, come e dove rilasciarlo oppure se mantenerlo – per ora – un progetto personale. In ogni caso, se realizzare videogiochi è la tua passione e vorresti saperne di più, ti ricordiamo il videocorso di introduzione alla progettazione di videogiochi. In 21 lezioni imparerai a gestire la fase più importante dello sviluppo, ovvero la realizzazione del documento di progettazione (di cui abbiamo parlato nel secondo punto) attraverso chiavi e guide da un esperto del settore.

“Introduzione alla progettazione di videogiochi” è in offerta al prezzo speciale di 19,90 euro invece di 59,90, ben il 67% di sconto.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche