Nessun risultato. Prova con un altro termine.
Guide
Notizie
Software
Tutorial

Presentazione della nuova Ubuntu 7.04 Feisty Fawn

Presentazione delle funzionalità della nuova Ubuntu Linux 7.04, alias Feisty Fawn
Presentazione delle funzionalità della nuova Ubuntu Linux 7.04, alias Feisty Fawn
Link copiato negli appunti

La distribuzione per "esseri umani" è finalmente giunta alla sua versione definitiva. Il 19 Aprile è stata resa pubblica l'attesissima versione di Ubuntu, Feisty Fawn 7.04, che già a detta di molti addetti ai lavori è stata definitiva come la migliore versione di una distribuzione GNU/Linux rilasciata sino ad oggi. Semplicità d'uso, migliorato supporto hardware e supporto a non finire per gli utenti alle prime armi rendono effettivamente la distribuzione di casa Canonical il fiore all'occhiello dell'intero mondo GNU/Linux nella corsa al Desktop contro concorrenti del calibro di Microsoft Windows e Mac OS X.

Lo scopo di questo articolo è essenzialmente quello di elencare tutte le novità introdotte nell'ultima versione rispetto alle precedenti e dunque mostrare ai potenziali nuovi utilizzatori quali possono essere i vantaggi del suo uso come sistema operativo predefinito dei propri computer desktop.

Cominciamo subito. Proprio a partire dalla versione appena rilasciata è stata introdotta una delle più interessanti novità per gli utenti che provengono dal sistema operativo Windows. Si tratta del Windows Migration Assistant, uno strumento in grado di esportare e riconoscere tutti i preferiti di Internet Explorer, i segnalibri di Firefox, gli sfondi del desktop, i contatti dei vostri client IM (Yahoo IM, AOL IM) salvati in una copia di Windows XP presente sullo stesso computer e importarli all'interno di Ubuntu. Tutto ciò offre, a detta degli stessi sviluppatori, uno strumento fondamentale per tutti gli utenti che vogliono continuare a lavorare su due diversi sistemi operativi ma che non vogliono perdere i loro dati più importanti durante l'utilizzo di entrambi. In più è possibile salvare, e successivamente anche importare, le impostazioni degli utenti di Ubuntu.

Un'altra nuova caratteristica di Feisty Fawn è quella legata alla riproduzione multimediale. Lanciare, ascoltare e visionare tutti i file di tipo multimediale non è mai stato così semplice. Mp3, file video e quant'altro, tutto a portata di mano. Se i codec necessari al corretto funzionamento di quest'ultimi non sono presenti sul sistema, Ubuntu, provvederà automaticamente a segnalare l'inconveniente e a chiedere all'utente se scaricarli da uno dei tanti repository e quindi installarli sulla macchina. In questo modo saranno evitate all'utente molte seccature come la ricerca del codec corretto per il proprio sistema e quant'altro.

Alcuni utilizzatori dell'ultima versione di Vista, o gli incalliti utenti di Mac OS X, si chiederanno sicuramente quali sono le accortezze "grafiche" fornite da Ubuntu. Ebbene anche Ubuntu ha curato nei minimi dettagli la parte grafica del proprio sistema con temi, sfondi e altro. Le novità principali si attivano con gli Effetti desktop, disponibili solo come technology preview dunque non attivati di default.

Figura 1: l'effetto Cubo del desktop di Ubuntu
didascalia

Una cosa che poi è davvero indispensabile per il corretto funzionamento di ogni sistema operativo all'avanguardia è sicuramente una gestione chiara ed efficace delle risorse di rete. Network Manager e Avahi servono proprio a questo. Con Network Manager, ad esempio, gli utenti avranno la possibilità di connettersi ad una rete wireless con pochi click senza aprire nessuna shell o digitare alcuna riga di testo. In più avranno il supporto a WPA, incluso proprio in vista del rilascio di Feisty Fawn. Avahi invece semplifica la condivisione di risorse, stampanti e aiuta nella ricerca e gestione di servizi di rete.

Ubuntu mette inoltre a disposizione uno strumento che permette a tutti gli utenti di installare e gestire driver proprietari per schede wireless, grafiche ed ogni altra sorta di risorsa hardware che non dispongono di driver completamente Free e a norma con l'etica del Software Libero. In più, con pochi click, è possibile installare ed utilizzare alla perfezione anche altri strumenti proprietari come ad esempio Java e Flash.

Un'altra novità è quella che riguarda il sistema di gestione delle finestre. X.org in versione 7.2 è il sistema di gestione delle finestre predefinito ed è stato scelto per la sua maggiore flessibilità con i desktop 3D come Compiz e Beryl, al suo migliorato supporto ai sistemi PCI e alla consistente mole di bugfix apportati rispetto alle versioni precedenti che lo hanno reso sicuramente più stabile, affidabile e performante.

Le restanti novità sono quelle che riguardano i giochi, un nuovo gioco di scacchi oltre che ad un Sudoku, un ottimo analizzatore grafico dell'utilizzo del disco fisso ed un nuovo e migliorato Help Center.

Infine, oltre alla versione standard di Ubuntu, sono stati rilasciati nello stesso giorno anche Kubuntu, Ubuntu con KDE al posto di GNOME, Xubuntu, con Xfce al posto di GNOME e particolarmente indicato per le macchine dotate di poche risorse hardware, Edubuntu, una verisone di Ubuntu per scopi didattici ed Ubuntu Server, per gli specialisti di rete. Tutte le versioni possono essere scaricate dal sito ufficiale del progetto oppure ordinate, gratuitamente, attraverso il servizio Ubuntu ShipIt.


Ti consigliamo anche